A che temperatura conviene settare l’aria condizionata?

Ad alcuni piace caldo, ad altri freddo. Ognuno ha la sua preferenza personale quando si tratta di aria condizionata. Se ti stai chiedendo: “Quale temperatura dovrei impostare sul telecomando del mio condizionatore d’aria per la freschezza e l’efficienza energetica?” c’è una risposta definitiva. La temperatura dell’aria condizionata consigliata potrebbe essere più alta di quella a cui sei abituato. Ma la buona notizia è che ci sono molte cose che puoi fare per stare bene risparmiando energia.

Una serie di suggerimenti utili

  1. Impostare l’aria condizionata a 25,5 °C

Sì, questa è la risposta a “A che temperatura devo impostare il mio condizionatore d’aria?” È abbastanza bassa per farti lavorare comodamente ma abbastanza alta in modo che il tuo condizionatore non funzioni tutto il tempo e ti trasformi in un divoratore di energia.

  1. Adatta la temperatura al tuo programma

Risparmia ancora più energia aumentando la temperatura dell’aria condizionata quando non ne hai bisogno. Imposta il termostato di un paio di gradi più in alto prima di andare a dormire o quando esci per andare al lavoro. Un termostato programmabile o intelligente è l’ideale per questo.

  1. Utilizzare una ventola per il raffreddamento

Aspetta, ma un ventilatore non usa anche l’elettricità? Sì, ma molto meno dell’aria condizionata. Oltre a soffiare un flusso d’aria confortevole direttamente su di te, un ventilatore può aiutarti a mantenere la tua casa più fresca facendo circolare l’aria fredda dal tuo condizionatore d’aria.

  1. Ridurre al minimo gli apparecchi che producono calore in estate

Ogni volta che metti in funzione il fornello, l’asciugatrice o persino la lavastoviglie, la casa si riscalda. Quindi, durante le calde estati, usa questi apparecchi al minimo, ed in tarda serata o al mattino presto, se possibile.

  1. Tenere fuori l’aria calda, far entrare aria fresca

Sigilla le crepe, soprattutto intorno a finestre e porte, in modo che l’aria calda non possa penetrare nella tua casa. Filtra il sole forte con tende termiche o tende (o pianta un albero all’esterno per una soluzione a lungo termine). Se la temperatura scende notevolmente durante la notte, spegni l’aria condizionata e apri le finestre.

  1. Sii un po’ flessibile

Abituarsi a un’impostazione dell’aria condizionata più alta potrebbe richiedere un po’ di tempo. Tuttavia, se ti accorgi che te stesso e le persone con cui vivi si sentono davvero a disagio, regola la temperatura leggermente più in basso, un grado alla volta. Punta al comfort, non al freddo.

  1. Mantieni il tuo condizionatore d’aria in perfetta forma

Cambia il filtro ogni 1-3 mesi, a seconda del tuo sistema di climatizzazione e della tua casa. Una messa a punto regolare ti aiuterà anche a mantenere il tuo condizionatore funzionante e a consumare meno energia; considerare la possibilità di optare per un piano di manutenzione professionale.

Impostazioni estive consigliate per la temperatura

L’aria condizionata offre una rinfrescante fuga dalla calura estiva, ma stabilirsi su una temperatura da mantenere in casa potrebbe richiedere un delicato equilibrio tra le preferenze di comfort della tua famiglia e i tuoi profitti finanziari. In poche parole: più in basso imposti il ​​termostato in estate, più alte saranno le tue bollette energetiche. Tuttavia, se lavori su alcune delle variabili puoi ottenere una temperatura che ti mantenga a tuo agio e ti faccia risparmiare denaro.

Per stare bene e risparmiare quest’estate, gli esperti consigliano di impostare il termostato a 25-26 ° C quando sei a casa. L’impostazione del condizionatore d’aria a questo livello ti consentirà di rimanere fresco ed evitare una bolletta elettrica insolitamente alta. Se ti trovi ancora alla ricerca di sollievo, puoi investire in un deumidificatore e seguire i nostri suggerimenti di seguito per intrappolare l’aria fresca nella tua casa.

Le migliori impostazioni di temperatura quando sei lontano

Mantenere la tua casa più calda mentre sei via può aiutarti a risparmiare ancora di più quest’estate. Alzare il termostato da due a tre °C più in alto mentre sei fuori casa al lavoro o ogni volta che sei fuori casa per più di due ore, può aiutarti a risparmiare fino al 10 percento sui costi di raffreddamento. Quindi, per risparmiare denaro ed energia mentre sei via in estate, imposta il termostato su 31 ° C. La temperatura indoor più alta rallenta effettivamente il flusso di calore nella tua casa, quindi non ci vorrà tanta energia per raffreddare le cose come pensi quando torni a casa.

Come minimizzare i consumi per il raffreddamento

Sebbene 31 °C possa ancora suonare fastidiosamente alto, puoi aiutare il tuo condizionatore d’aria a fornire un migliore raffreddamento con meno energia impedendo all’aria calda di entrare in casa e all’aria fresca di fuoriuscire. Segui questi semplici consigli per mantenere la tua casa fresca e confortevole per tutta l’estate:

  • Appendi i trattamenti per finestre che bloccano la luce solare e impediscono al calore di entrare dalle finestre.
  • Installa un nuovo o sostituisci il vecchio calafataggio intorno a porte e finestre per mantenere la tua casa sigillata.
  • Limita l’uso di apparecchi che generano calore, come il forno e i fornelli, fino a dopo le 20:00. In estate, cerca di grigliare il più possibile all’aperto.
  • Installa ventilatori a soffitto per aumentare l’efficienza di raffreddamento.
  • Sostituisci le unità di raffreddamento con modelli ad alta efficienza energetica.
  • Trova la giusta temperatura per la tua famiglia.

Prova un esperimento in cui imposti segretamente il termostato a 27 °C per alcune ore e guarda come reagisce la tua famiglia. Nei prossimi giorni, abbassa la temperatura di 1 °C fino a raggiungere 21,7 °C. Quindi puoi impostare il termostato su quello che ritieni essere la media della gamma confortevole della tua famiglia. Secondo l’American Society of Heating, Refrigerating and Air Conditioning Engineers (ASHRAE), l’intervallo di temperatura preferito per gli occupanti vestiti con abiti estivi è compreso tra 22,8 e 26 °C.

La notte è un’altra opportunità per il risparmio. Quando vai a dormire, la temperatura corporea si abbassa e il calore si irradia dalle estremità. Uno studio del National Institute of Health ha scoperto che il sonno migliore avviene quando il corpo raggiunge la “termoneutralità” quando le temperature ambientali sono a 30 °C (nudo e scoperto) o tra 15,5 e 20 °C (in pigiama e coperto da un lenzuolo).

Ciò suggerisce che una tattica per aiutare a godere di una buona notte di sonno durante l’estate è alzare il termostato a una temperatura più calda, ad esempio 26,7 °C, mentre si utilizzano biancheria da letto e indumenti da notte più leggeri. Puoi anche aiutare te stesso ad addormentarti usando un ventilatore a soffitto per soffiare delicatamente una brezza sul tuo letto.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *