Che tipo di filtri hanno le pompe di calore?

Anche se relativamente economico, il filtro della pompa di calore può essere il fattore più importante nel determinare l’efficienza del tuo impianto di climatizzazione, la longevità della tua unità e anche la tua salute. Sebbene il tuo filtro dell’aria condizionata possa rimuovere gli allergeni dall’aria e aumentare la qualità dell’aria della tua casa, molti consumatori non sanno che lo scopo principale del tuo filtro non è per te, ma per il tuo stesso sistema di climatizzazione domestico.

Importanza del filtro dell’aria per rimuovere sporco e detriti

Un filtro intasato può ridurre in modo significativo il flusso d’aria, aumentando il tempo di funzionamento del sistema e mettendo a dura prova i componenti interni della pompa di calore. Il ruolo principale del filtro è impedire la raccolta di polvere e altri contaminanti sulla serpentina dell’evaporatore e su altri componenti, riducendo la velocità di scambio del calore.

Inoltre, questa sporcizia e detriti possono accumularsi sulle varie parti mobili del motore e della ventola del ventilatore, riducendo anche la loro efficacia. In effetti, una serpentina dell’evaporatore sporca può aumentare i costi della bolletta del 5-40%. Garantire che un cambio del filtro dell’aria condizionata sia parte della tua routine è uno dei fattori più importanti per garantire la salute di te e della tua pompa di calore.

La sostituzione regolare del filtro dell’aria della pompa di calore aiuterà a mantenere il sistema in funzione senza intoppi e previene l’accumulo di muffe, polvere e altri allergeni che potrebbero richiedere la pulizia dei condotti dell’aria condizionata – una spesa inutile. Ma in che modo cambiare il filtro dell’aria condizionata promuove una buona salute?

Quali filtri usare per proteggere la salute

Uno dei tanti vantaggi di cambiare il filtro dell’aria condizionata è l’effetto che questo ha sulla tua salute. Che tu abbia un sistema immunitario robusto o soffri di gravi allergie o asma, assicurarti che l’aria sia pulita ad ogni passaggio attraverso il condizionatore d’aria è essenziale per una buona salute respiratoria. La sostituzione ordinaria del filtro dell’aria è essenziale per ridurre la quantità di materiale organico che si accumula nelle canalizzazioni dei sistemi che può alimentare la crescita di muffe.

La muffa nel sistema di condizionamento dell’aria può causare diversi sintomi indesiderati, tra cui tosse cronica, respiro sibilante e maggiore probabilità di attacchi di asma. Pertanto, quale tipo di filtro abbia la tua pompa di calore è importante tanto quanto la frequenza con cui lo cambi. Non posso certamente enfatizzarlo abbastanza: usa buoni filtri.

Il tipo economico che potresti infilare con il dito con poco o nessuno sforzo e che puoi vedere mentre lo tieni in controluce non va bene (nonostante sia il tipo che trovi più spesso nel filtro del tuo appartamento). Comprati dei filtri di alta qualità e se qualche membro della tua famiglia ha problemi di asma o allergia, allora investi nei migliori filtri HEPA e anche in un purificatore UV.

Consigli per la scelta del filtro dell’aria giusto

Il primo compito è identificare le tue esigenze con le seguenti domande:

  • Vuoi un filtro dell’aria che catturi le spore della muffa?
  • Ci sono membri molto giovani o anziani nella tua casa?
  • C’è qualcuno con allergie?
  • Qualcuno soffre di disturbi respiratori, come l’asma?
  • Sei preoccupato per germi, virus e batteri nella tua casa?
  • Hai animali domestici o fumatori in casa?
  • La tua casa riceve una ventilazione quotidiana di aria fresca?
  • Vuoi la massima protezione per il tuo sistema di climatizzazione?

Senza uno standard universale richiesto su tutte le confezioni dei filtri dell’aria, il compito di scegliere il filtro dell’aria giusto non è sempre facile. Una strategia efficace, tuttavia, consiste nell’utilizzare più valutazioni per confrontare l’efficienza di cattura del particolato, la longevità del filtro e la caduta di pressione. Di seguito sono riportate cinque valutazioni per aiutare nella scelta del filtro dell’aria giusto:

Efficienza iniziale: poiché un filtro cattura e accumula detriti, la resistenza al flusso d’aria aumenta perché c’è meno spazio per il passaggio dell’aria. La valutazione di efficienza iniziale di un filtro è l’efficienza di cattura del particolato quando il filtro è nuovo di zecca.

Efficienza sostenuta: la valutazione di efficienza sostenuta è una misura della capacità di cattura del particolato del filtro durante il suo utilizzo consigliato. È meglio attenersi alla valutazione di efficienza sostenuta rispetto all’efficienza iniziale, se entrambe le valutazioni sono elencate sulla confezione.

Caduta di pressione: questa valutazione è un buon strumento per confrontare la capacità di cattura del particolato dei filtri alla stessa caduta di pressione, che determina e confronta l’efficienza.

Capacità di trattenere la polvere: la capacità di trattenere la polvere di un filtro è il totale dei detriti che può trattenere a una data caduta di pressione.

Valore MERV: Il valore del rapporto sull’efficienza minima è forse lo strumento più semplice da utilizzare per scegliere il filtro dell’aria giusto per le proprie esigenze. La confezione del filtro dovrebbe mostrare il numero (anche se a volte non lo fa, e altre volte è una sfida da trovare), e potresti anche trovare un elenco di particolati catturati dal filtro, come spore di muffe, pollini, peli di animali domestici. I numeri MERV iniziano da 1 (bassa efficienza) e salgono a 16 (alta efficienza).

In generale, stare alla larga dai filtri con classificazione inferiore a 5. I filtri con numeri MERV 13-16 sono filtri ad alta efficienza che possono creare una caduta di pressione eccessiva per i sistemi di trattamento dell’aria e i ventilatori di impianti di climatizzazione standard. Nel complesso, i filtri dell’aria con numeri MERV 8-12 sono scelte eccellenti per proteggere i sistemi di climatizzazione catturando un’ampia gamma di contaminanti aerei senza troppa resistenza al flusso d’aria.

Il design del filtro dell’aria

Un’altra considerazione per la scelta del filtro dell’aria giusto per il sistema di climatizzazione e la casa è il design del filtro. I filtri dell’aria sono disponibili in diversi tipi di materiali, metodo di cattura del particolato, permanente, usa e getta, efficienza e costi.

Tuttavia, se hai già deciso il particolato che desideri rimuovere dal flusso d’aria di ritorno, puoi restringere la ricerca per scegliere il filtro giusto per l’efficienza di cattura del particolato, il metodo di filtraggio e la manutenzione, quando si prendono in considerazione i costi del filtro e il consumo energetico aggiuntivo stimato dalla caduta di pressione. Di seguito sono riportati i modelli di filtri popolari tra cui scegliere:

  • Fibra di vetro usa e getta: i filtri in fibra di vetro usa e getta a schermo piatto sono generalmente classificati MERV 4 o inferiore e non dovrebbero essere presi in considerazione a meno che non ti preoccupi solo del costo e della protezione di base dell’attrezzatura.
  • Pieghettato usa e getta: i filtri pieghettati usa e getta a basso costo sono in genere mezzi di media efficienza che offrono buone qualità di cattura del particolato e facile manutenzione. Basta buttare via il filtro esausto e sostituirlo con uno nuovo in genere ogni uno o tre mesi (o come suggerito sul materiale di imballaggio).
  • Elettrostatico: i filtri elettrostatici sono disponibili monouso e permanenti (lavabili). Entrambi i tipi contengono fibre di cotone auto-caricanti che utilizzano l’attrazione e l’urto per catturare le particelle. I filtri elettrostatici permanenti possono durare otto anni, il che è conveniente nel tempo. Tuttavia, dovresti considerare anche la comodità della manutenzione. I filtri permanenti generalmente richiedono il lavaggio in lavatrice per rimuovere muffe e batteri e l’asciugatura all’aria prima di reinserirli.
  • Pieghettato ad alta efficienza: i filtri pieghettati ad alta efficienza sono molto spessi e possono richiedere un’installazione speciale nella canalizzazione. Tuttavia, se desideri una protezione superiore e una qualità dell’aria interna, vale la pena dare un’occhiata all’alta efficienza.


Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *