Come aggiustare una stufetta elettrica

Una stufa elettrica è un elettrodomestico molto utile nei mesi invernali o nei paesi più freddi. Non solo riscalda una stanza, ma offre anche comfort e intimità. Questi riscaldatori sono di molti tipi come a parete, portatili e altri. Indipendentemente dal tipo, l’apparecchio potrebbe smettere di funzionare per una serie di motivi. Se ciò accade, è importante prima capire la causa e poi trovare una soluzione adeguata. Inoltre ci sono alcuni problemi con i riscaldatori elettrici che puoi risolvere sui tuoi altri mentre altri potrebbero aver bisogno di un approccio professionale. Di seguito sono riportate le cause e le soluzioni per il mancato funzionamento del riscaldatore elettrico:

  1. Controllare l’alimentazione

CAUSA: La prima e più comune causa di mancato funzionamento o accensione del riscaldatore elettrico è il problema dell’alimentazione.

SOLUZIONE: È necessario assicurarsi che l’alimentazione sia disponibile dall’alimentazione principale. Se sì, controlla se l’interruttore di alimentazione funziona correttamente o meno. Questo può essere fatto collegando un altro dispositivo di alimentazione all’interruttore e verificando se funziona o meno. In caso contrario, c’è un problema con l’interruttore di alimentazione e deve essere riparato.

  1. Fusibili bruciati

CAUSA: La causa più comune del mancato funzionamento del riscaldatore elettrico sono i fusibili bruciati.

SOLUZIONE: Per verificare ciò, scollegare prima il dispositivo e controllare la scatola dei fusibili della casa per fusibili bruciati e interruttori automatici scattati. Se si tratta di fusibili o scattati, ciò che puoi fare è sostituire il fusibile o ripristinare gli interruttori automatici, se necessario. Ora ricollega l’apparecchio e accendilo. Vedi se il problema è stato risolto. In caso contrario, i seguenti punti dati potrebbero rivelarsi utili.

  1. Spegnimento automatico di sicurezza

CAUSA: Un altro motivo per cui il riscaldatore elettrico non funziona potrebbe essere dovuto alla funzione di spegnimento automatico di sicurezza che è fornita in diversi riscaldatori in questi giorni. Quando i riscaldatori si surriscaldano, questa funzione spegne il dispositivo per motivi di sicurezza. Potrebbe essere a causa di questa caratteristica che il tuo riscaldatore potrebbe non funzionare.

SOLUZIONE: Quindi quello che puoi fare è ripristinare la funzione spostando l’interruttore di alimentazione in posizione off se il dispositivo non si riaccende. Scollegare il dispositivo e lasciarlo raffreddare per 10-15 minuti. Ricollegalo e accendi l’interruttore.

  1. Controllare il termostato

CAUSA: Nella maggior parte dei casi di riscaldatore elettrico non funzionante, il problema risulta essere il termostato. Potrebbe essere bloccato, allentato o potrebbe essere difettoso.

SOLUZIONE: Controllare il termostato e vedere a quale livello è impostato. Se è spento o a bassa temperatura, prova ad accenderlo a un livello più alto. Vedi se inizia a funzionare ora. Tuttavia, tienilo d’occhio per verificare che non smetta di funzionare a causa della funzione di spegnimento automatico di sicurezza. Inoltre, in alcuni casi, il quadrante del termostato tende a bloccarsi o a diventare difettoso. Anche per questo motivo il riscaldatore elettrico potrebbe non funzionare o non fornire calore sufficiente. Controllare il termostato e, se necessario, farlo sostituire contattando un professionista.

  1. Problema con il cavo elettrico

CAUSA: Un’altra causa del mancato funzionamento del riscaldatore elettrico potrebbe essere un problema con il cavo elettrico. Un cavo elettrico può guastarsi e può smettere di funzionare, il che a sua volta compromette il funzionamento del riscaldatore.

SOLUZIONE: Quindi assicurati di controllare il cavo per eventuali rotture. Non deve essere strappato o rotto da nessuna parte nel mezzo.

  1. Problema con l’elemento riscaldante

CAUSA: Un’altra possibile causa del mancato funzionamento del riscaldatore elettrico è l’elemento riscaldante guasto.

SOLUZIONE: Per verificare questo problema, sarà necessario testare la continuità dell’elemento riscaldante. Questo può essere fatto seguendo i passaggi indicati:

  1. Scollegare e spegnere il riscaldatore dall’alimentazione principale e dall’interruttore di alimentazione.
  2. Smontare la resistenza elettrica per accedere all’elemento riscaldante e impostare il multimetro su RX1 o tempi di resistenza 1.
  3. Ora tocca le sonde del multimetro su ciascuna estremità dell’elemento riscaldante del riscaldatore.
  4. Se lo strumento mostra un’elevata resistenza, significa che l’elemento riscaldante va bene e se la lettura è infinita, significa che c’è un problema con l’elemento ed è rotto.
  5. Nel caso sia difettoso, è necessario sostituirlo ma assicurarsi di ottenere le stesse dimensioni, marca, forma, potenza e resistenza.

Come funziona una stufa elettrica?

Un riscaldatore a parete elettrico è un dispositivo di riscaldamento ad aria forzata. Il riscaldatore a parete si inserisce nella parete e utilizza un ventilatore per far circolare l’aria che è stata riscaldata da un elemento riscaldante elettrico. Il ventilatore e la fila di elementi riscaldanti all’interno dell’unità sono controllati da un termostato. I riscaldatori a parete sono spesso installati nei bagni, nelle lavanderie e in altre aree per fornire calore supplementare o occasionale.

Un riscaldatore elettrico portatile o “spaziale” è progettato per riscaldare una piccola area. Ci sono due tipi. Nei riscaldatori convettivi, l’aria riscaldata da uno o più elementi riscaldanti viene immessa nella stanza da un ventilatore. Nei riscaldatori radianti, gli elementi riscaldano un liquido che irradia calore nella stanza invece di insufflarlo.

Un riscaldatore in ceramica, un tipo di riscaldatore convettivo, utilizza un elemento ceramico più grande che consente al riscaldatore di funzionare a temperature più basse, rendendolo un po’ più sicuro di altri riscaldatori convettivi che si basano su elementi convenzionali.

I componenti aggiuntivi in ​​un tipico riscaldatore elettrico includono interruttori di controllo, elementi e una ventola motorizzata. I riscaldatori hanno anche in genere un termostato. Per motivi di sicurezza, i riscaldatori portatili di solito includono un interruttore di ribaltamento, che spegne il riscaldatore se viene rovesciato e un interruttore termico, che spegne un’unità surriscaldata. Alcuni arresti si ripristinano dopo che il riscaldatore si è raffreddato, ma altri devono essere sostituiti se scattano.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *