Come fare la manutenzione periodica di una caldaia

Hai controllato la tua caldaia ultimamente? Un’emergenza della caldaia è purtroppo un evento normale in inverno. L’ultima cosa che vuoi come proprietario di una casa o padrone di casa è una caldaia rotta che lascia te o i tuoi inquilini senza acqua calda o riscaldamento, ma ci sono controlli regolari che puoi fare tutto l’anno per ridurre le possibilità che si rompa. Questo articolo è una semplice lista di controllo di sette suggerimenti per la manutenzione della caldaia in modo da poterla mantenere in buona salute più a lungo ed evitare di dover sborsare soldi per una sostituzione, che potrebbe costare fino a 1.500 euro.

Con il cambiare delle stagioni, cambia anche la necessità di come operiamo e utilizziamo le nostre caldaie. Prima di arrivare alla fine dell’attività in cui le nostre caldaie lavorano duramente durante l’inverno, è sempre meglio eseguire controlli di manutenzione della caldaia per assicurarsi che tutto sia in ordine.

  1. La pressione dell’acqua è bassa?

Controlla una volta al mese

Uno dei problemi più comuni che si verificano con le caldaie è la bassa pressione dell’acqua, che può impedire alla caldaia di riscaldarsi correttamente (o del tutto) e farti pensare che la caldaia sia rotta. In realtà, il rimedio di solito è un ritocco molto semplice che puoi fare da solo in 60 secondi. Che il tuo manometro sia manuale o digitale, la pressione dovrebbe essere sempre compresa tra 1 e 1,5 bar.

  1. Hai spurgato i termosifoni?

Spurgali due volte l’anno

Questo è un consiglio per la manutenzione della caldaia che si applica tutto l’anno, soprattutto prima di arrivare all’autunno e all’inverno, quando accenderai di nuovo il riscaldamento per la prima volta dopo mesi. Lo spurgo di un radiatore è il processo di rilascio dell’aria intrappolata da ciascun radiatore individualmente: è una parte naturale di avere un sistema di riscaldamento centralizzato a gas poiché piccole quantità di aria rimangono intrappolate nel tempo. Se il tuo radiatore ha dei punti freddi nella parte superiore, molto probabilmente deve essere spurgato.

  1. La tua caldaia è ben ventilata?

Ogni pochi mesi

Laddove la caldaia si trova all’interno di un vano, ad esempio un armadio, o se la caldaia richiede una ventilazione permanente, è importante assicurarsi che le prese d’aria siano libere da detriti come ragnatele, ecc. e non siano ostruite. I vani in cui si trovano le caldaie non devono essere utilizzati per lo stoccaggio di materiali combustibili e gli eventuali ventilatori all’interno del vano devono essere liberi da ostruzioni.

  1. Hai controllato le valvole dei radiatori?

Una volta all’anno prima dell’autunno/inverno

È un’ottima idea controllare che le valvole siano aperte e funzionino correttamente prima che arrivi l’inverno. La nostra guida alla sostituzione delle valvole per radiatori contiene spiegazioni dettagliate dei diversi tipi di valvole per radiatori disponibili, comprese le valvole termostatiche per radiatori ad alta efficienza energetica, insieme a diagrammi del loro funzionamento. Ti mostra anche alcuni dei problemi più comuni che possono verificarsi con le valvole che potrebbero impedire il riscaldamento del radiatore. Prova a controllare le valvole una volta all’anno e potresti essere in grado di trovare e risolvere piccoli guasti senza dover chiamare qualcuno.

  1. Il tuo tubo della condensa rischia di gelare?

Ogni inverno

A volte la caldaia può smettere di funzionare completamente durante un inverno freddo a causa del congelamento del tubo della condensa. Se questo è un pericolo per la tua caldaia, un modo efficiente dal punto di vista energetico per evitarlo, raccomandato dagli esperti, è mantenere il riscaldamento costantemente basso. Anche se è probabile che ti costi leggermente di più, potrebbe farti risparmiare denaro (e molti problemi) a lungo termine.

  1. Controllare i livelli di inibitore all’interno dell’impianto di riscaldamento

Una volta ogni 12 mesi

L’inibitore all’interno del sistema l’acqua è un ingrediente essenziale per prevenire la corrosione e la formazione di magnetite, più comunemente chiamata morchia. È molto facile per il tuo tecnico professionista controllare i livelli di inibitore ad ogni manutenzione annuale della caldaia. Il mantenimento di un livello sano di inibitore all’interno del sistema dovrebbe prevenire guasti costosi e lavori di riparazione come detergenti del sistema o lavaggio di corrente.

  1. Hai effettuato la manutenzione annuale della caldaia?

Una volta all’anno prima dell’inverno

Chiedi a un tecnico registrato per la sicurezza del gas di riparare la tua caldaia una volta all’anno. Un controllo approfondito da parte di un professionista esperto consentirà di risolvere eventuali piccoli problemi prima che si trasformino in grandi e costosi. Ti consigliamo di eseguire la manutenzione annuale della caldaia a settembre, in modo da assicurarti che sia in buone condizioni e pronta per l’inverno a venire.

Di che manutenzione ha bisogno una caldaia?

Ci sono alcuni semplici controlli che puoi fare per mantenere la tua caldaia in funzione come dovrebbe:

  1. Verificare che la pressione sia compresa tra 1 e 1,5 bar.
  2. Sfiatare i termosifoni due volte all’anno.
  3. Se la tua caldaia è conservata in un ripostiglio, controlla regolarmente che nulla ne blocchi la ventilazione.
  4. Controllare che tutte le valvole dei radiatori siano in buone condizioni almeno una volta all’anno prima dell’inverno.
  5. Controlla che il tubo della condensa della tua caldaia non sia in pericolo di congelamento quando la temperatura esterna finalmente scende.
  6. Controllare il livello di inibitore all’interno del sistema ogni anno
  7. Effettuare un risciacquo del riscaldamento centralizzato ogni 5 – 6 anni.
  8. Prenota il tuo servizio di manutenzione annuale della caldaia in modo che un professionista qualificato possa controllare le cose e potenzialmente impedire che piccoli problemi diventino grandi.


Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *