Come funziona la ventilazione a recupero di calore?

La ventilazione e l’aria sono cose diverse! La ventilazione determina come l’aria della tua casa viene rinfrescata e quanto è confortevole quell’aria nella tua casa. Con un sistema di ventilazione a scambio termico aria-aria di classe energetica A, circa l’85% dell’energia nell’aria estratta viene recuperata e riciclata. Questa energia riscalda l’aria di mandata a una temperatura confortevole nelle case e si traduce in un clima interno efficiente dal punto di vista energetico, confortevole e più sano.

I sistemi di scambio termico aria-aria non sprecano energia, ma la recuperano per il riscaldamento gratuito o il raffrescamento passivo, mantenendo bassi i costi energetici. Ciò garantisce un’eccellente efficienza energetica e un clima interno sano in qualsiasi condizione. La ventilazione assicura che l’unità sia ben ossigenata ed elimina i fumi e gli odori. L’aria di mandata viene talvolta filtrata attraverso filtri di alta qualità per fornire un clima interno sano e confortevole.

La ventilazione meccanica con recupero di calore

La ventilazione meccanica con recupero di calore (MVHR) è una fonte continua di ventilazione che estrae l’aria viziata e carica di umidità da un edificio e fornisce aria fresca e filtrata, risultando in un ambiente confortevole e privo di condensa tutto l’anno. Oggi sono disponibili principalmente due tipi di sistemi di ventilazione meccanica a recupero di calore: casa intera e stanza singola.

Un sistema centralizzato per tutta la casa è tipicamente installato in uno spazio loft ed è canalizzato nelle stanze occupate di una proprietà per l’estrazione e la fornitura. I sistemi decentralizzati di recupero del calore in una singola stanza sono tipicamente installati attraverso le pareti esterne e forniscono aria fresca e temperata nella stanza che stanno estraendo. Sono ideali per sostituire gli estrattori inefficienti e, se installati in più stanze, raccolgono gli stessi vantaggi di un intero sistema domestico.

Un sistema di recupero del calore funziona indipendentemente dal tuo normale impianto di riscaldamento, in ogni stanza sono presenti valvole di ventilazione con filtri che forniscono aria in entrata e in uscita da ogni stanza che conduce al recuperatore di calore. I due flussi d’aria si transitano all’interno del recuperatore di calore senza mescolarsi fisicamente, il calore dell’aria estratta viene quindi ceduto alla nuova aria di rinnovo portata dall’esterno e fornita in ogni stanza.

Utilità della ventilazione a recupero di calore

Un sistema di recupero del calore è vantaggioso poiché tutti vogliono che la loro casa sia il più possibile a tenuta d’aria per ottenere il massimo dal loro riscaldamento, tuttavia, ciò può causare una scarsa qualità dell’aria a causa dell’assenza di fonti di ventilazione naturale. Avere un edificio a tenuta d’aria con e senza ventilazione che porta a una scarsa qualità dell’aria interna può aumentare significativamente gli effetti dell’asma e di altri problemi respiratori.

Poiché le case diventano sempre più a tenuta d’aria grazie a misure di efficienza come l’isolamento  termico, la protezione dalle correnti d’aria e le finestre con doppi vetri, una mancanza di ventilazione naturale significa che l’umidità creata dalle attività quotidiane come cucinare, lavare e persino respirare rimane in casa. Senza un posto dove andare, questa umidità si accumula su superfici fredde come finestre e muri esterni e causa condensa, umidità e formazione di muffe, che contribuiscono alla scarsa qualità dell’aria interna.

Un’unità di ventilazione meccanica a recupero di calore ventila costantemente una proprietà, il che significa che l’umidità quotidiana non ha il tempo di depositarsi sulle superfici mentre viene estratta verso l’esterno, eliminando il rischio di danni strutturali ed estetici causati da condensa e muffe. Sono inoltre estremamente efficienti, essendo in grado di recuperare fino al 91% del calore perso per estrazione e trasferendolo all’aria in ingresso.

I sistemi di ventilazione a recupero di calore estraggono continuamente aria umida, viziata e inquinata dalle stanze umide di una proprietà come bagni, locali tecnici e cucine. Quest’aria viene fatta passare, tipicamente, su una cella di scambio termico che recupera e trattiene il calore che altrimenti andrebbe perso dall’aria estratta. Questo calore viene quindi trasferito all’aria fresca e filtrata in entrata che l’unità sta restituendo a stanze abitabili come camere da letto e soggiorni.

Un sistema di recupero del calore è vantaggioso poiché tutti vogliono che la loro casa sia il più possibile a tenuta d’aria per ottenere il massimo dal loro riscaldamento, tuttavia, ciò può causare una scarsa qualità dell’aria a causa dell’assenza di fonti di ventilazione naturale. Avere un edificio a tenuta d’aria con e senza ventilazione che porta a una scarsa qualità dell’aria interna può aumentare significativamente gli effetti dell’asma e di altri problemi respiratori.

Recupero del calore tramite scambio termico

Un sistema di ventilazione con scambio termico aria-aria non è altro che un sistema bilanciato in cui il calore nell’aria estratta viene recuperato e trasferito all’aria di mandata. Scambio termico significa semplicemente che uno scambiatore di calore permette di recuperare il calore dell’aria estratta per riscaldare l’aria fresca fredda prelevata dall’esterno dell’edificio.

Un sistema di ventilazione con scambio di calore aria-aria è completamente meccanico e può essere composto semplicemente da due ventole: una ventola dell’aria di mandata e una ventola dell’aria di ripresa. I ventilatori ventilano l’edificio tramite due condotti separati. Il calore viene poi recuperato da uno scambiatore tra i due condotti oppure da uno scambiatore per ciascuna ventola.

L’aria viene estratta tramite condotti di ventilazione dagli spazi dell’edificio dove l’aria è viziata e ha un alto contenuto di umidità, come bagni, lavanderie e cucine. L’aria calda viene filtrata e attraversa lo scambiatore di calore, che immagazzina l’energia termica. L’aria esterna fresca e fredda viene filtrata e condotta allo scambiatore di calore, dove l’energia viene trasferita e l’aria viene riscaldata.

L’aria fresca e filtrata viene quindi restituita alla casa attraverso camere da letto e soggiorni dove trascorriamo la maggior parte del nostro tempo, con conseguenti perdite di calore minime e un ambiente interno più confortevole. Il recupero del calore è inoltre uno dei mezzi più efficaci per risparmiare energia e denaro, come ora vedremo.

Elevati risparmi sulla bolletta energetica

Riscaldare le nostre case costa denaro ma se apriamo una finestra o una porta quell’aria calda semplicemente esce nell’atmosfera. Con un sistema di ventilazione a recupero di calore hai una fornitura costante di aria calda e fresca che circola in tutta la casa. Per le imprese e l’industria, invece, il recupero del calore dell’aria contribuisce a rendere il luogo di lavoro un luogo molto più efficiente.

Sebbene un impianto di ventilazione a scambio termico aria-aria comporti un aumento marginale del consumo di elettricità, consente di risparmiare una grande quantità di energia termica (calore). Un condominio ventilato da un sistema di sola aria estratta aumenterà in genere il proprio consumo annuo di elettricità di 2-4 kWh/mq se è installato con un sistema di ventilazione a scambio termico aria-aria. Ma allo stesso tempo risparmierà circa 40 kWh /mq annualmente in riscaldamento.

Un sistema di recupero del calore può sicuramente far risparmiare sulla bolletta energetica e tenerti al caldo in inverno. Le case di nuova costruzione possono vantare un risparmio fino al 30% sulle bollette del riscaldamento. La quantità di energia che può essere risparmiata dipende da diversi fattori. Il clima esterno, l’efficienza dell’unità, la temperatura dell’aria di estrazione e di mandata e l’efficienza dei ventilatori sono generalmente considerati i parametri chiave.

Oggigiorno la maggior parte dei sistemi di recupero del calore si comporta in modo intelligente, riducendo la quantità di calore che viene estratta durante i mesi estivi in ​​modo da mantenere i livelli di comfort o invece può essere utilizzata per prelevare più calore da aree come una cucina o una stanza umida dove la temperatura è probabile essere più alta. Negli uffici o negli edifici di lavoro possono essere utilizzati per mantenere i lavoratori freschi durante i mesi estivi e più caldi in inverno senza la necessità di aprire le finestre, rendendo parzialmente inutili i sistemi di riscaldamento.

Il recupero del calore è oggi una necessità a causa del crescente costo energetico per il trattamento dell’aria fresca. Infatti, nella maggior parte dei paesi industrializzati, i sistemi di climatizzazione sono responsabili di un terzo del consumo energetico totale. Inoltre, il raffreddamento e la deumidificazione dell’aria di ventilazione fresca costituiscono il 20–40% del carico energetico totale per i sistemi di climatizzazione nelle regioni climatiche calde e umide. Tuttavia, tale percentuale può essere superiore laddove è richiesta una ventilazione con aria fresca al 100%.

Un altro dei vantaggi della ventilazione meccanica con recupero di calore è che riduce la polvere e il polline in tutta la casa, che in genere vengono raccolti tramite un filtro all’interno del sistema. Riduce inoltre notevolmente l’umidità, la condensa e gli odori causati dalla cottura. Ridurre l’umidità e la condensa ridurrà a sua volta i rischi di umidità e muffa in tutta la casa.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *