Come posso risparmiare gas d’inverno?

È una domanda comune: come ridurre la bolletta del gas e, soprattutto, come abbassare la bolletta del gas in inverno. Se riscaldi la tua casa con il gas naturale, stai utilizzando uno dei metodi più efficienti per riscaldare la tua casa. E non sei solo. Gran parte delle case italiane utilizza il gas naturale come fonte di riscaldamento primaria. Ma non è molto di aiuto quando ottieni quella bolletta del gas naturale invernale. Ecco i nostri migliori consigli per abbassare la bolletta del riscaldamento e risparmiare sui costi.

Dopo aver controllato il termostato, ecco i 13 modi per risparmiare sui costi di riscaldamento invernale a gas naturale per la tua casa. Ognuno di questi suggerimenti per risparmiare sul riscaldamento può portare a un risparmio reale sulla bolletta del gas naturale.

  1. Trova le perdite

Esegui un audit energetico domestico fai-da-te all’inizio della stagione di riscaldamento. Identificherai le aree in cui l’aria fredda penetra nella tua casa, come finestre, porte, prese elettriche e impianti idraulici. Utilizza schiuma spray per ridurre le perdite d’aria intorno alle aperture dei servizi per i tubi sotto il lavandino. E assicurati che le prese elettriche e le piastre a muro sulle pareti esterne siano adeguatamente isolate.

  1. Controlla la bolletta del gas

Se ti trovi sul mercato libero dell’energia e sei passato a un fornitore alternativo, controlla la bolletta. Guarda per vedere se sei su un tasso variabile di mese in mese. Se lo sei, dovresti acquistare un piano per il gas naturale per bloccare un tasso basso. Se non hai mai fatto acquisti, controlla e vedi se puoi risparmiare passando a un fornitore di gas alternativo.

  1. Sigilla le finestre

Durante la verifica della tua casa fai da te, controllerai le guarnizioni delle finestre. Il calore perso a causa delle finestre che perdono rappresenta dal 10 al 25 percento della bolletta complessiva del riscaldamento. Un modo rapido per fermare la perdita d’aria è sigillare la finestra utilizzando una pellicola di plastica trasparente disponibile in commercio e l’asciugacapelli.

  1. Controlla l’umidità

Soprattutto nei climi più freddi, l’umidità domestica è un problema. L’aria secca invernale attira l’umidità dalla pelle, facendoti sentire più freddo. Invece di raggiungere il termostato, usa un umidificatore per mantenere l’umidità della tua casa tra il 30 e il 50%. Ti sentirai più caldo con un po’ di umidità nell’aria.

  1. Non usare il caminetto

Fino all’80% del calore prodotto dal caminetto esce direttamente dal camino. E mentre esce, l’aria fredda viene aspirata all’interno attraverso le perdite nelle pareti esterne e nelle finestre della tua casa. Considera invece di investire in una stufa a gas naturale per il tuo focolare. Avrai l’aspetto di un caminetto, ma un risultato di riscaldamento molto più efficiente. Contatta un idraulico autorizzato per eseguire qualsiasi nuova tubazione del gas naturale di cui potresti aver bisogno.

  1. Installa una tenda mansardata

Una tenda da soffitta isola la porta di accesso alla soffitta dal resto della casa. Ciò garantirà che l’aria calda non fuoriesca nella tua soffitta.

  1. Vestiti per il freddo

Senti freddo? Indossa un maglione invece di cambiare la temperatura sul termostato. Non c’è motivo di riscaldare l’intera casa quando senti freddo. Mantieni caldo il tuo nucleo centrale con un maglione e indossa pantofole o calzini in casa.

  1. Isola la tua caldaia

Una caldaia a gas naturale isolato funzionerà in modo più efficiente. Ciò è particolarmente importante se lo scaldabagno si trova nel garage, nel seminterrato o in un altro spazio non isolato. È possibile acquistare una coperta per scaldabagno online o nella maggior parte dei negozi di ferramenta locali. Una regolare manutenzione dello scaldacqua può mantenere il tuo scaldabagno funzionante alla massima efficienza.

  1. Usa stufe

Una stufetta può riscaldare la stanza in cui ti trovi, quindi non devi riscaldare l’intera casa. Ciò è particolarmente importante quando hai il riscaldamento centralizzato. I moderni riscaldatori d’ambiente di oggi sono efficienti dal punto di vista energetico e dispongono di funzioni di sicurezza automatiche per evitare il surriscaldamento.

  1. Usa il sole

Apri le tende durante il giorno per permettere al sole di riscaldare la tua casa, quindi chiudi le tende di notte per intrappolare il calore. Ai lati della casa dove c’è una buona esposizione al sole, tieni gli alberi e gli arbusti potati in modo che le finestre possano ricevere la piena luce solare.

  1. Riduci l’uso di ventole

I ventilatori aspirano odori indesiderati e umidità, ma aspirano anche molta aria calda da casa tua. In inverno, non accendere i ventilatori della cucina o del bagno a meno che non ce ne sia bisogno. Poiché l’aria invernale è già piuttosto secca, potrebbe non essere necessario ventilare il bagno dopo ogni doccia. Nelle cucine, usa la ventola sporadicamente in inverno, anche se dovresti comunque fare attenzione a sfiatare correttamente quando cucini con apparecchi a gas.

  1. Inverti i ventilatori a soffitto

L’aria calda sale, quindi aziona il ventilatore da soffitto al contrario per riportare l’aria calda al livello del pavimento. La maggior parte dei ventilatori da soffitto dispone di interruttori che consentono di cambiare la direzione di rotazione del motore. Una velocità della ventola lenta è la migliore, poiché spingerà delicatamente l’aria calda verso il basso senza creare sgradevoli correnti d’aria.

  1. Abbassa il termostato

Un paio di gradi in meno quando sei lontano o dormi può fare una grande differenza sulla bolletta del riscaldamento (senza alcun sacrificio da parte tua). È possibile risparmiare dal 10 al 12% se si fa funzionare il sistema da 5 a 10 gradi più fresco di notte o quando si è lontani da casa. L’installazione di un semplice termostato programmabile o di un termostato di apprendimento può consentirti di farlo automaticamente.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *