Come pulire una stufetta elettrica?

Con il costo delle bollette del riscaldamento che raggiunge il massimo storico con il passare degli anni, la maggior parte delle persone ha scelto di utilizzare un metodo più economico per tenersi al caldo, come l’acquisto di una stufa elettrica. Non solo questi dispositivi sono portatili e sono disponibili in varie forme, design e dimensioni che possono adattarsi sia all’uso interno che esterno per qualsiasi evento, ma le stufe elettriche termoventilate sono incredibilmente efficienti nel generare calore e trasformare una stanza fredda in una confortevole zona giorno.

Perché hai bisogno di pulire la tua stufa elettrica?

Tutti i riscaldatori dovrebbero essere smontati e puliti almeno due volte all’anno. A differenza della maggior parte dei dispositivi elettrici che vengono maneggiati continuamente ogni giorno, come un cellulare o persino un laptop, una stufa elettrica viene solitamente trasportata in un punto ideale, accesa e lasciata inattiva o messa al lavoro alzando il calore nel tuo casa.

La maggior parte delle volte, non toccherai direttamente la stufa per ore, figuriamoci giorni o addirittura settimane, a meno che tu non voglia spostare il dispositivo in una posizione diversa. Un dispositivo di riscaldamento che viene lasciato da solo alla fine raccoglierà polvere sulla sua superficie e in seguito accumulerà uno strato più spesso di sporco sulle griglie e persino sui componenti interni.

Sebbene la polvere non sia visibile ad occhio nudo, la sua quantità alla fine si accumulerà e ostruirà i filtri dell’aria della stufa. Una stufa sporca quindi molto probabilmente si surriscalda rapidamente durante il funzionamento.

Un riscaldatore d’ambiente surriscaldato, a sua volta, può rappresentare un pericolo di incendio e, poiché i riscaldatori d’ambiente sono in cima alla lista per il motivo principale dietro gli incendi domestici derivanti dai dispositivi di riscaldamento, questo non dovrebbe essere preso alla leggera.

Non devi essere uno sciatto per ritrovarti con un riscaldatore elettrico polveroso: anche l’uso regolare causa l’accumulo di sporco, particelle e detriti all’interno delle unità a battiscopa e delle stufe elettriche portatili.

Questo accumulo non è solo antiestetico, può causare una riduzione delle prestazioni di riscaldamento, emettere odori e persino provocare incendi. Leggere e seguire le linee guida fornite dal produttore del riscaldatore prima della pulizia.

Procedura passo-passo per la pulizia della stufetta

  1. Spegnere il riscaldatore e scollegarlo dalla presa. Attendere che il riscaldatore si raffreddi completamente.
  2. Pulisci la superficie del riscaldatore. Rimuovere la polvere con uno spolverino in microfibra pulito e pulire l’intera superficie del riscaldatore con una spugna umida, non satura. Lasciare che il riscaldatore si asciughi all’aria prima di procedere.
  3. Svitare e rimuovere il coperchio del riscaldatore, se ne ha uno. Spruzzare il vano interno del riscaldatore con uno spolverino ad aria compressa per rimuovere polvere secca e detriti. Se stai pulendo una stufa senza copertura, indirizzare le prese d’aria e le lamelle della stufa con l’ugello dello spolverino ad aria compressa. Eliminare la polvere eventualmente persa dall’elemento riscaldante con alcuni spruzzi d’aria, se necessario.
  4. Aspirare il riscaldatore utilizzando un tubo dotato di un attacco a spazzola, indica l’apparecchio compatto. Aspirare delicatamente la polvere ostinata dal vano interno del riscaldatore – evitare di disturbare i fili. Mira a spazi ristretti o fessure con un attacco per ugello stretto. Per i riscaldatori d’ambiente, fai scorrere lentamente la spazzola sulla superficie delle prese d’aria del riscaldatore.
  5. Ripassare tutte le superfici interne con una spugna leggermente umida, rimuovendo i detriti ostinati o appiccicosi. Salta questo passaggio se stai pulendo una stufa elettrica con una copertura non rimovibile. Lasciare che il riscaldatore si asciughi completamente.
  6. Aspira il coperchio se l’hai rimosso. Rimuovere la polvere tra le alette con l’accessorio spazzola. Riposizionare il coperchio prima di riaccendere il riscaldatore.

Cose di cui avrai bisogno per la pulizia

  • Spolverino in microfibra
  • Spugna o panno in microfibra
  • Cacciavite (opzionale)
  • Aspiratore (con tubo, spazzola e attacco per ugello)
  • Aria compressa

Pulisci le stufe elettriche una volta ogni due settimane se le usi regolarmente.

Prima di tirare fuori i tuoi strumenti e affrontare la tua stufa con una pulizia più promettente, dovrai prima indossare l’equipaggiamento protettivo. Ciò include il posizionamento di una maschera antipolvere sul viso e un paio di guanti di gomma aderenti sulle mani.

La sicurezza è una priorità per qualsiasi lavoro. Il protocollo di sicurezza e l’attrezzatura adeguata sono importanti, così come i dispositivi di protezione individuale o DPI Puoi anche indossare un paio di occhiali di sicurezza come protezione aggiuntiva contro eventuali particelle di polvere che potrebbero irritare gli occhi durante il processo di pulizia.

Per quanto riguarda la maschera antipolvere, assicurati che l’intera maschera copra completamente naso e labbra. Questo per prevenire l’inalazione di polvere o detriti fini che possono irritare l’interno delle narici o delle vie respiratorie.

Rinunciare alla maschera è rischioso, soprattutto se si hanno condizioni mediche preesistenti come l’asma, che può essere innescata dalla minima inalazione di polvere o minuscole particelle estranee. Pertanto, è meglio mantenere la metà inferiore del viso coperta il più possibile mentre si pulisce la stufa.

Avvertimento

Evitare di spruzzare acqua direttamente sulla superficie o all’interno del riscaldatore. Inumidisci la spugna o il panno e poi strofina il riscaldatore. Pulire solo le superfici esterne dei riscaldatori elettrici esterni.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *