Come risolvere il problema della muffa

La muffa è un problema comune nelle case e uno che non dovresti ignorare. Non solo ha un aspetto sgradevole, ma può anche causare seri problemi di salute. La muffa può essere dannosa per chiunque, anche se i bambini, gli anziani e le persone con allergie sono particolarmente a rischio. Se viene toccato o inalato, può scatenare una reazione allergica, causare eruzioni cutanee, irritare gli occhi, il naso e la gola e scatenare tosse e difficoltà respiratorie. Coloro che vivono in case con muffa e umidità aumentano anche il rischio di problemi respiratori e asma. È importante affrontare rapidamente la muffa per evitare la possibilità che si diffonda e danneggi le superfici su cui sta crescendo. Se la muffa è un problema in casa, non disperare. In questa guida, ti mostreremo come eliminare la muffa e impedire che ritorni.

Cos’è la muffa?

La muffa è un tipo di fungo che scompone i materiali organici morti. Viaggia nell’aria sotto forma di spore e cresce quando atterra su una superficie umida. Si forma perché le condizioni dell’aria calda e umida forniscono l’ambiente ideale per la sua crescita. Le nostre case offrono anche il luogo perfetto per la muffa che si nutre di materiali come polvere, moquette e legno.

Vivi in ​​una zona vicino all’acqua? Ciò può anche significare livelli di umidità naturalmente elevati nell’aria, con la possibilità che le spore della muffa entrino e crescano macchie di muffa nella tua casa.

Se una superficie è rimasta bagnata per più di 24 ore, è in quel momento che è probabile che la muffa inizi a crescere e di solito indica un problema con l’umidità. La crescita della muffa continuerà fino a quando non verrà rimossa mediante la pulizia e l’asciugatura.

L e cause di muffa includono:

  1. Umidità

La muffa prospera in condizioni di oscurità e caldo, ma il suo requisito principale è l’umidità. Ecco perché si trova più comunemente nelle cucine e nei bagni dove l’umidità è alta. Tuttavia, anche altre stanze della casa possono essere colpite dalla muffa se hanno problemi di umidità.

  1. Scarsa ventilazione

La scarsa ventilazione è una delle principali cause di umidità nelle case. Quando l’umidità non può fuoriuscire, si accumula nell’aria e si deposita su superfici dure come condensa. Le attività che aggiungono umidità a una stanza, come cucinare, fare la doccia o stendere i panni umidi, possono peggiorare le cose. E se la condensa non si asciuga entro 24 ore, la muffa potrebbe iniziare a crescere.

  1. Umidità di risalita

L’umidità può anche essere causata da perdite idrauliche nei tubi dell’acqua dietro le pareti o sotto il lavandino, ad esempio. Oppure l’acqua potrebbe entrare dall’esterno se ci sono problemi strutturali. Una cattiva tenuta all’umidità, grondaie traboccanti, tegole rotte, finestre e porte mal sigillate o pannelli di legno marci potrebbero essere tutte cause di umidità e crescita di muffe nella tua casa.

Come sbarazzarsi della muffa sui muri

Ci sono molti trattamenti che puoi usare per la muffa. Per un trattamento a base di sostanze chimiche, acquista una soluzione già pronta o crearne una tua.

 

Per creare la tua soluzione di candeggina per eliminare la muffa sui muri:

  1. Mescola una parte di candeggina con quattro parti di acqua
  2. Spruzzare l’area interessata
  3. Strofina lo stampo con un pennello
  4. Risciacquare l’area con un panno umido e asciugarla.

Se preferisci una soluzione fatta in casa, ecco alcuni rimedi alternativi economici che puoi usare in alternativa:

  • Procurati perossido di idrogeno (acqua ossigenata) al 3% di concentrazione.
  • Spruzzare e lasciare agire per dieci minuti, strofinare con una spazzola, quindi risciacquare con un panno umido.

Aceto bianco distillato

Spruzzare e lasciare agire per un’ora, strofinare con una spazzola, quindi risciacquare con un panno umido.

Bicarbonato di sodio

Sciogliere un quarto di cucchiaio in una bottiglia d’acqua. Spruzzare e poi strofinare con un pennello. Risciacquare con un panno umido, quindi spruzzare di nuovo e lasciare asciugare.

La muffa è il tipo più comune di muffa nera sui muri. Inizia come macchie e può diffondersi rapidamente su vaste aree se non viene trattata. Di solito cresce sui muri intorno alle finestre, dietro i mobili, sul soffitto e negli angoli superiori delle stanze. E se è causata dall’umidità di risalita, cresce sui muri esterni dal battiscopa.

Consiglio: qualunque sia il trattamento che scegli, proteggiti sempre con guanti di gomma, occhiali e una maschera antipolvere. Dovresti anche aprire una finestra per la ventilazione mentre lavori.

Come sbarazzarsi della muffa in bagno

La muffa ama i bagni perché forniscono le condizioni umide perfette per crescere. E anche la stanza più immacolata ospiterà muffa nera nelle fessure e nelle fessure del bagno, come i fori dei tappi, i tubi della doccia e intorno alla base dei rubinetti.

Per rimuovere la muffa da piccole aree del bagno, utilizzare uno dei trattamenti a base chimica o dei rimedi fatti in casa menzionati in precedenza per le pareti, ad es. mescolando una parte di candeggina con quattro parti di acqua. Spruzzare la soluzione sulla zona interessata e lasciarla agire per 30 minuti. Quindi utilizzare un vecchio spazzolino da denti per rimuovere la muffa e risciacquare con acqua.

Come rimuovere la muffa dalla malta?

La malta è particolarmente soggetta alla muffa perché è porosa, quindi trattiene l’acqua più a lungo. La muffa può essere rimossa dalla malta usando uno spray chimico pre-miscelato acquistato in negozio o con una miscela di candeggina fatta in casa (una parte di candeggina in tre parti di acqua). Spruzzare l’area interessata e lasciare agire per 30 minuti. Quindi strofinare lo stampo con un pennello, sciacquare l’area e asciugarla con un panno.

Suggerimenti per prevenire la muffa in casa

La chiave per prevenire la muffa è affrontare il problema sottostante che la causa, che nella maggior parte dei casi è l’umidità. Seguendo questi semplici passaggi, puoi controllare i livelli di umidità nella tua casa e prevenire la formazione di muffe in futuro:

  • Apri le finestre ogni giorno per far entrare aria fresca e far uscire l’umidità
  • Chiudi la porta della stanza che stai aerando per mantenere caldo il resto della casa ed evitare che l’umidità fuoriesca in altre parti
  • Aprire una finestra o utilizzare un aspiratore quando si fa la doccia, si cucina o si utilizza un’asciugatrice
  • Quando non fai la doccia o non cucini, lascia le porte interne aperte per far circolare l’aria liberamente in casa
  • Asciugare la biancheria all’esterno quando possibile
  • Se fai il bucato a secco all’interno, apri una finestra e chiudi la porta della stanza in cui è appeso
  • Se hai le bocchette delle finestre, lasciale aperte in modo permanente
  • Utilizzare un deumidificatore e trappole per l’umidità sui davanzali per rimuovere l’umidità dall’aria
  • Asciugare l’eventuale condensa da finestre e davanzali
  • Pulisci regolarmente le grondaie del tetto per evitare che l’acqua trabocchi sulle pareti
  • Controllare le tegole del tetto e i pannelli della fascia e riparare eventuali perdite o legno marcio
  • Verifica che il tuo percorso impermeabile sia sopra il livello del suolo di casa tua
  • Ripara rapidamente le perdite idrauliche e asciuga l’area.


Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *