Come risparmiare con il condizionatore?

Estate, e la vita è facile, ed è bello ritirarsi in una casa gloriosamente fresca con aria condizionata dopo essere stati nel caldo opprimente della giornata. È il sollievo di una famiglia italiana da quelle interminabili giornate estive in cui l’aria a volte può sembrare una coperta calda. Naturalmente, il rovescio della medaglia è che al tuo condizionatore domestico verrà chiesto di lavorare molto duramente in questa stagione di punta. Ciò significa che la bolletta dell’aria condizionata potrebbe aumentare senza che te ne accorga. Il consumo di energia può aumentare proprio come la temperatura a mezzogiorno. Tuttavia, ci sono alcuni consigli molto semplici ed efficaci per ridurre la bolletta dell’aria condizionata durante il periodo estivo e mantenere un ambiente interno confortevole. L’applicazione di questi suggerimenti ti aiuterà a mantenere la calma quando arriveranno le bollette.

  1. Pianta alberi da ombra intorno alla casa

Piantare alberi frondosi intorno alla casa ti aiuterà a bloccare il sole e a mantenere la casa più fresca. La maggior parte del calore che si accumula all’interno di una casa proviene direttamente dal sole che splende sul tetto o attraverso le finestre e riscalda direttamente la casa.

Occorre piantare alberi alti sul lato sud della proprietà e alberi larghi a ovest e ad est. Se hai una grande finestra esposta a est o ovest, avrai molto sole al mattino e al pomeriggio e i raggi solari provengono dal basso nel cielo, mentre i raggi solari sono alti nel cielo sul lato sud. Vale la pena spendere soldi extra per comprare un albero alto, se lo metti nel posto giusto.

  1. Copri le finestre

Quando fa caldo, secondo il Dipartimento dell’Energia (DOE) degli Stati Uniti circa il 76% della luce solare sulle finestre entra sotto forma di calore. Schermi solari, o schermi per finestre a rete, possono intercettare l’energia prima che entri in casa. Le zanzariere sono particolarmente efficaci sulle finestre rivolte a est e ovest. Se puoi installarle all’esterno, questo è il modo per farlo. Altrimenti l’energia solare si fermerebbe prima di passare completamente attraverso il vetro. È meglio di qualsiasi cosa tu possa fare all’interno”.

Le pellicole per vetri sono un’altra opzione per risparmiare denaro. Sono lastre metallizzate che riflettono il calore prima che possa essere trasmesso attraverso il vetro. Usare qualcosa di bianco o argento, qualcosa che sia molto riflettente, impedirà che penetri attraverso il vetro. Le finestre devono essere chiuse affinché le pellicole per vetri funzionino, ma gli schermi solari tengono fuori il sole e gli insetti anche con le finestre aperte.

  1. Diventa “intelligente” sul tuo termostato

Se non c’è nessuno a casa durante il giorno, puoi risparmiare fino al 10 percento sulle bollette della luce mantenendo il termostato da sette a dieci gradi più alto per otto ore, osserva il DOE.

Il DOE consiglia di mantenere il termostato a 25 °C quando sei a casa e di non farlo scendere a una temperatura super bassa dopo essere stato via tutto il giorno. Ciò non raffredda la tua casa più velocemente e può comportare un raffreddamento eccessivo e una bolletta elettrica più grande alla fine del mese.

Un altro trucco: impostare la velocità della ventola dell’aria condizionata su “alta”, tranne nei giorni molto umidi, consiglia il DOE. Nei giorni umidi, impostare la velocità della ventola su bassa. Come mai? La velocità più bassa rimuoverà più umidità dall’aria e migliorerà il comfort della tua casa.

Se non lo hai già fatto, potrebbe essere il momento di passare a un termostato programmabile o “intelligente” che può essere impostato per regolare la temperatura della tua casa in determinate ore del giorno. I termostati intelligenti ti consentono di mantenere una temperatura confortevole in casa e molti di essi possono essere azionati da remoto.

Anche la posizione del termostato è importante. Secondo il DOE, per funzionare in modo efficiente, dovrebbe trovarsi su una parete interna lontano dalla luce solare diretta, correnti d’aria, porte, lucernari e finestre. E non posizionare mobili o tende dove potrebbero bloccare le prese d’aria.

  1. Installare ventilatori a soffitto

Se possibile, accendi i ventilatori a soffitto al piano superiore della tua casa e apri le finestre al piano inferiore. Se vivi in ​​una casa o in un appartamento a un piano, chiudi le finestre vicino al ventilatore e apri le finestre nelle stanze lontane dal ventilatore, preferibilmente sul lato sopravvento della tua casa, consiglia il DOE. La chiave è far circolare l’aria all’interno della casa.

L’aria in movimento aiuta anche a far evaporare il sudore dalla pelle. Il raffreddamento per evaporazione è un processo incredibilmente efficiente per rimuovere il calore e i nostri corpi di solito fanno tutto da soli. Un piccolo aiuto può aumentare l’effetto rinfrescante.

  1. Ripara il tuo condizionatore d’aria

Un condizionatore d’aria inefficiente aumenta i costi di raffreddamento. La manutenzione regolare dell’unità di aria condizionata è importante. Per cominciare, il DOE consiglia di pulire o sostituire il filtro dell’aria condizionata ogni mese o due durante l’estate. I filtri potrebbero richiedere una pulizia o una sostituzione più frequente se c’è molta polvere o se hai animali domestici pelosi in casa.

Un filtro intasato o sporco blocca il flusso d’aria e riduce l’efficienza dell’unità. Mantenere il filtro pulito per consentire un buon movimento dell’aria e mantenere l’unità in piano in modo che la condensa si scarichi correttamente.

Anche le serpentine dell’evaporatore e del condensatore raccolgono sporco e polvere e necessitano di una pulizia periodica. Le bobine nel condensatore esterno possono intrappolare foglie, ramoscelli e altri detriti. Il DOE consiglia di tagliare il fogliame vicino all’unità e di mantenere l’area intorno al condensatore libera da sporco e detriti.

Controllare le alette della batteria per assicurarsi che non siano piegate e blocchino il flusso d’aria. Se il tuo sistema di aria condizionata è vecchio, non funziona correttamente o necessita di una messa a punto, assumi un tecnico di assistenza professionale.

  1. Sigilla le perdite d’aria

Una casa piena di spifferi non è una casa a basso consumo energetico. Il DOE consiglia di eseguire un controllo visivo all’interno e all’esterno della casa per verificare la presenza di spazi vuoti, crepe e aperture dove l’aria può andare e venire. Finestre e porte sono i posti ovvi da controllare, ma ci sono molte altre aree che sono soggette a perdite, come il punto in cui le fondamenta della casa incontrano il mattone esterno o il raccordo.

Per una valutazione approfondita del tuo immobile, affidati a un tecnico professionista per un audit energetico. Un professionista può trovare perdite inefficienti dal punto di vista energetico dove potresti non pensare di guardare e può dirti dove è necessario più isolamento.

  1. Evita di usare i fornelli e il forno

Non cucinare sul fornello o usare il forno durante i periodi di caldo. Riduci la temperatura interna cucinando nel microonde, accendendo la griglia all’esterno o mangiando zuppe fredde, insalate, frutta e panini.

Altri suggerimenti per il raffreddamento domestico: dopo aver cucinato, accendi la ventola di scarico della cucina. Aziona l’aspiratore del bagno dopo una doccia calda per favorire la dissipazione del calore. Se hai uno stendibiancheria vecchio stile, appendi i tuoi indumenti lavati all’esterno ad asciugare invece di usare l’asciugatrice calda all’interno della tua casa.

  1. Dirigiti verso il seminterrato

È risaputo che il calore aumenta. Quindi, ha senso accamparsi nel seminterrato se ne hai uno. Basta non aprire le finestre del seminterrato quando è umido. L’aria calda e umida causerà la condensa sulle superfici fredde, come le pareti del seminterrato, aumentando in definitiva l’umidità nella tua casa.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *