Come scegliere un giubbino elettrico

Una giacca è uno dei capi di abbigliamento più importanti che possiedi. Oltre a proteggerti dal freddo, protegge anche la parte superiore del busto da vento, neve, nevischio e pioggia.  Un buon giubbotto invernale ha in genere un guscio esterno impermeabile e antivento (o resistente all’acqua e al vento). Alcuni giubbini hanno uno strato isolante in piuma o imbottitura sintetica. Questo strato è quindi seguito da un rivestimento. Ma a volte, indossare una bella giacca invernale non è sufficiente, soprattutto se vivi in ​​una regione in cui le temperature sotto lo zero sono considerate normali o sei partito per una spedizione di alpinismo. In questo caso puoi usare un giacca riscaldata, o giubbotto elettrico.

Non importa quanto sia spessa la giacca o quanti strati di vestiti indossi, ci saranno casi in cui un vestito normale potrebbe non essere sufficiente per scongiurare il freddo. Meno male che puoi lasciare le tue normali giacche invernali a casa e portare invece una giacca riscaldata o due. A prima vista, una giacca riscaldata sembra la tua vecchia giacca invernale. Ma ciò che distingue una giacca riscaldata dalla sua controparte ordinaria è ciò che c’è tra il suo guscio esterno e il suo rivestimento. Esploriamo le somiglianze, così come le differenze, tra le giacche normali e quelle riscaldate.

Giacche elettriche riscaldate: una panoramica

Come le giacche normali, le giacche riscaldate hanno un guscio esterno impermeabile / resistente e antivento / resistente, uno strato isolante e una fodera. Alcune hanno un cappuccio, mentre altre hanno solo un collo alto per proteggere il collo. Ma le somiglianze si fermano qui. Una cosa che distingue le giacche riscaldate è la presenza di elementi riscaldanti super leggeri e sottilissimi tra i tessuti.

Questi elementi riscaldanti sono in genere alimentati da batterie agli ioni di litio ad alta capacità (ma altri giubbotti potenti e di fascia alta sono collegati e alimentati dalla batteria di una motocicletta). La maggior parte delle giacche riscaldate è collegata tramite cavo USB alla fonte di alimentazione. Tieni presente, tuttavia, che non tutte le giacche riscaldate vengono fornite con le proprie batterie al momento dell’acquisto e dovrai utilizzare un power bank compatibile o acquistare una batteria separata dal produttore per farla funzionare.

Puoi regolare il calore prodotto dagli elementi riscaldanti della giacca in base al tuo ambiente. Ad esempio, se la tua casa o il tuo posto di lavoro non è troppo freddo o lo indosserai durante una giornata di primavera, allora è sufficiente impostarlo su un valore basso. Ma se stai lavorando nel mezzo di un vortice polare o rimarrai all’aperto per molte ore, assicurati di impostarlo su medio o alto. Tieni presente che quando si tratta di giacche riscaldate, maggiore è l’impostazione del calore, minore è la durata della batteria.

Dato che all’interno c’è un elemento riscaldante, forse ti starai chiedendo se un giubbotto elettrico riscaldato può essere lavato. La risposta è si. Molti modelli sono lavabili in lavatrice e lavabili in asciugatrice, mentre alcuni dovrebbero essere lavati solo a mano.

Tipi di giubbotti elettrici riscaldati

Quello che farai determinerà il tipo di giacca riscaldata che dovresti scegliere e indossare quest’inverno. Se vai a sciare o fare snowboard solo per un paio d’ore, allora le giacche riscaldate leggere (di solito in nylon e poliestere) sono perfette per te. Poiché queste giacche sono leggere, i tuoi movimenti non saranno ostacolati da un isolamento ingombrante e puoi persino usarle come strati intermedi sotto un cappotto. Queste giacche sono ideali anche per l’uso quotidiano, come portare a spasso il cane, lavorare in fattoria o andare in ufficio in pieno inverno.

Se vivi o ti rechi in una regione in cui la temperatura è costantemente gelida e hai bisogno di uno strato extra di protezione dal freddo, allora i piumini riscaldati vengono creati appositamente per te. Queste giacche sono trapuntate e il calore prodotto dall’elemento riscaldante è rinforzato con uno strato isolante sintetico o naturale. Sono più voluminosi della tua normale giacca riscaldata, ma possono essere più caldi anche quando non accendi gli elementi riscaldanti.

Materiali

Una tipica giacca invernale è composta da tre strati: lo strato esterno o guscio, lo strato isolante o imbottitura e la fodera. Quando si sceglie una giacca riscaldata, considerare i vantaggi e gli svantaggi offerti da ciascun materiale. Gli strati esterni della giacca sono generalmente realizzati in tessuti sintetici con base in poliestere e / o nylon.

Il softshell, ad esempio, è uno dei materiali più popolari utilizzati come strato esterno della giacca per la sua flessibilità e per il calore che fornisce. Oltre al suo calore, è anche traspirante, leggero, resistente al vento e impermeabile. Queste proprietà rendono le giacche softshell ideali per attività come lo sci di fondo, il ciclismo o l’alpinismo in condizioni miti. Poiché il materiale non è ancora antivento, è meglio lasciarlo a casa se hai intenzione di sciare o arrampicare in condizioni estreme.

Un altro materiale popolare per le giacche è il pile polare, un tessuto realizzato in poliestere. Sviluppato nel 1979, il pile polare è diventato uno dei materiali di riferimento per le giacche sportive grazie alle sue proprietà di resistenza all’acqua e al calore. È anche leggero, confortevole e traspirante. Non è, tuttavia, ideale per condizioni estreme in quanto non è antivento.

Il nylon ripstop e il poliestere ripstop sono anche usati come strato esterno della giacca, in particolare i piumini. Questi tessuti sono morbidi e simili alla seta, ma resistenti e resistenti agli strappi. Hanno zero porosità che le rendono impermeabili e antivento. Queste proprietà rendono i tessuti ripstop ideali per l’abbigliamento invernale, soprattutto in condizioni estreme.

Altre giacche hanno uno strato esterno di cotone o poli-cotone. Una giacca riscaldata con uno strato esterno in cotone al 100% tende ad essere più traspirante, ma non è isolante come i tessuti sintetici. Il misto cotone, invece, è più isolante e flessibile grazie all’aggiunta del poliestere.

Strato isolante o riempimento

I piumini riscaldati hanno due tipi di strato isolante: isolamento sintetico e piumino. L’isolamento in piuma è costituito dalle piume morbide e soffici che si trovano sotto le piume esterne di anatre e oche. È isolante, leggero e può essere compresso praticamente in qualsiasi forma. Ma tieni presente che le giacche con imbottitura in piuma richiedono più tempo per asciugarsi e hanno bisogno di cure speciali e detergenti per la pulizia. Anche i piumini riscaldati con imbottitura in piuma tendono ad essere più costosi.

L’isolamento sintetico è costituito da filamenti di poliestere raggruppati e modellati insieme per formare una sostanza che assomiglia all’anatra o al piumino d’oca. È resistente all’acqua e non richiede pulizie o prodotti chimici speciali. Il piumino sintetico è meno costoso del piumino d’anatra o d’oca, rendendo le giacche con questo tipo di isolamento un’ottima scelta per chi ha un budget limitato. Tieni presente, tuttavia, che la piuma sintetica è più pesante e meno resistente della sua controparte naturale.

Posizionamento degli elementi riscaldanti

Qual è la differenza tra giacche normali e giacche riscaldate? Semplice. Le giacche normali si basano su più strati di tessuto per l’isolamento, mentre le giacche riscaldate offrono ulteriore calore con gli elementi riscaldanti in fibra di carbonio situati tra gli strati di tessuto. Gli elementi riscaldanti sono posizionati dove sei più vulnerabile al freddo: il petto sinistro e destro e la parte superiore o centrale della schiena.

Di solito tre zone di calore sono sufficienti per tenere a bada il freddo, ma se vuoi aumentare il calore, scegli giacche con elementi riscaldanti che si estendono fino al tuo core. Se ciò non bastasse, ci sono giacche con elementi riscaldanti posizionati all’interno del collo e lungo le maniche. Ma tieni presente che le giacche con più elementi riscaldanti sono naturalmente più costose della tua giacca normale con tre zone di calore.

Batteria, tensione e potenza termica

Le giacche riscaldate sono in genere alimentate da batterie agli ioni di litio ricaricabili con tensioni diverse: 5, 7 e 12 volt. Quando si tratta di tensione e potenza termica, la regola generale è maggiore è la tensione, maggiore è la potenza termica. L’area di copertura aumenta anche all’aumentare della tensione della batteria. Molte giacche riscaldate sul mercato in questo momento sono alimentate da batterie da 7 volt che offrono un’eccellente potenza termica e sono generalmente di lunga durata.

Le batterie sono anche a prezzi ragionevoli, compatte e leggere, rendendo le giacche riscaldate con batterie da 7 volt una scelta popolare per i consumatori. Altre giacche riscaldate, nel frattempo, sono dotate di batterie da 5 volt. Popolarmente conosciuti come powerbank o batterie USB, questi dispositivi eleganti in genere sono dotati di due porte USB (normale e micro).

Naturalmente, l’emissione di calore è meno potente di una giacca riscaldata alimentata da una batteria da 7 volt e anche la durata della batteria è più breve. Ma la cosa fantastica di queste batterie è la loro versatilità: puoi collegarle al tuo smartphone o ad altri dispositivi compatibili tramite una presa USB e puoi farlo anche mentre sei sugli sci o scalando una montagna. Queste batterie sono anche facili da sostituire in caso di danneggiamento o smarrimento.

Se hai una moto e vuoi qualcosa di più potente, scegli una giacca riscaldata a 12 volt. Questo tipo di giacca di solito non ha una batteria agli ioni di litio ricaricabile. Invece, il cablaggio è legato alla batteria della motocicletta che funge da fonte di alimentazione. Le giacche da 12 volt hanno anche più pannelli termici rispetto alle giacche da 5 volt o 7 volt.

Ciò si traduce in una maggiore potenza termica e un’area di copertura più ampia. Inoltre, non dovrai mai preoccuparti di rimanere senza carica poiché la giacca è alimentata dalla batteria della tua macchina. La portabilità, tuttavia, può essere un problema poiché il cablaggio è collegato alla fonte di alimentazione della macchina. Le giacche a 12 volt sono anche molto più costose delle sue controparti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *