Cosa fare se il termosifone non scalda bene o affatto

Quando arriva il freddo, avere termosifoni che non si riscaldano può diventare un grosso problema. L’ultima cosa che vuoi è una casa fredda in pieno inverno, quindi quando i tuoi termosifoni non si riscaldano, cosa dovresti fare? Il più delle volte, i problemi con il radiatore sono causati da un semplice problema che può essere risolto facilmente. Per fortuna, ci sono alcuni semplici passaggi che puoi seguire per arrivare alla radice del problema e fare in modo che i tuoi radiatori riscaldino la tua casa il prima possibile. Quindi dai un’occhiata a questi semplici suggerimenti.

  1. Verifica la presenza di problemi con il riscaldamento centralizzato e la caldaia

La prima cosa che dovresti fare è controllare eventuali problemi più gravi con il tuo sistema di riscaldamento. Ciò significa assicurarsi che il sistema di riscaldamento centralizzato funzioni effettivamente. Se tutti i tuoi radiatori non si riscaldano invece di uno solo, questo potrebbe essere un segno di un problema più grande. Dovresti anche controllare per vedere se qualcosa sembra insolito nel tuo sistema di riscaldamento centralizzato. Sta facendo un rumore strano? Non hai nemmeno l’acqua calda? In tal caso, la prima cosa da fare è chiamare un tecnico professionista e chiedergli di dare un’occhiata.

Se il tuo sistema di riscaldamento ha una pompa di calore, il passaggio successivo per identificare il motivo per cui il tuo radiatore è freddo è assicurarti che funzioni. Il modo più semplice per verificare se la tua pompa di calore funziona è controllare se fa rumore. Un modo semplice per farlo è prendere un cacciavite e posizionarlo tra l’orecchio e l’alloggiamento. Se la pompa di calore è in funzione, dovresti essere in grado di rilevare rumori o vibrazioni.

Se la caldaia e / o la pompa di calore sembrano funzionare correttamente, la prossima cosa da controllare è la pressione dell’acqua. Questa viene visualizzata su un piccolo display noto come “Manometro”, solitamente situato direttamente nel punto in cui l’alimentazione dell’acqua è collegata alla caldaia. Per una caldaia a gas residenziale, la corretta pressione dell’acqua è solitamente di circa 1,5 bar, spesso indicata sul manometro da segni colorati. Se la pressione è inferiore a questa, dovrai aumentarla.

  1. Verifica la presenza di aria intrappolata e spurga i radiatori

Se solo uno (o pochi) dei tuoi radiatori non si riscaldano, il motivo più comune è l’aria intrappolata. Se hai appena riacceso il riscaldamento dopo l’estate, l’aria può rimanere intrappolata nei tuoi termosifoni, facendoli diventare caldi in basso ma freddi in alto. In tal caso, potrebbe essere necessario spurgare i radiatori. Usa semplicemente la chiave del radiatore per svitare leggermente la vite di spurgo, fino a quando non senti un sibilo. Una volta che il sibilo scompare e l’acqua inizia a uscire dal radiatore, sii pronto a chiudere la vite di spurgo. Il tuo radiatore dovrebbe essere presto caldo.

  1. Controlla le valvole del radiatore

Se l’aria intrappolata nei tuoi radiatori non è il problema, o l’intero radiatore è freddo non solo la parte superiore, il passo successivo è controllare le valvole del radiatore. Infatti, un’altra causa comune per un radiatore freddo è una valvola bloccata. Questo è spesso il caso se il problema è con un singolo radiatore.

Assicurati che sia la valvola a sinistra che a destra del tuo radiatore siano aperte e, se hai una valvola termostatica (una che ti permette di impostare la temperatura e la regola automaticamente), assicurati che il radiatore sia acceso. Anche le valvole termostatiche del radiatore possono bloccarsi, causando l’interruzione del funzionamento del radiatore.

La valvola termostatica, di solito un comando bianco direttamente accanto alla base del radiatore, controlla il flusso di acqua calda al radiatore, ma di tanto in tanto può bloccarsi, spesso semplicemente a causa dell’età. Per verificare se questo è il caso, rimuovi la testa girevole per rivelare un perno sollevato al di sotto di essa. Dovrebbe essere possibile premere il perno con il dito.

Dovrebbe quindi sollevarsi di nuovo quando rilasci la pressione. Se il perno è già premuto o non si muove liberamente, potrebbe essersi bloccato. Prova a liberare il perno usando alcune pinze e grasso finché non è in grado di muoversi dentro e fuori con facilità. Non applicare una pressione eccessiva in quanto ciò potrebbe danneggiare il perno. Se non sei sicuro di farlo o non riesci a far muovere il perno, ti consigliamo di chiedere aiuto a un professionista.

  1. Scopri se il tuo sistema necessita di pulizia

Se nessuno di questi problemi sembra adattarsi al tuo problema con il radiatore, è possibile che tu abbia bisogno di un servizio di risciacquo dei tubi dell’impianto. Si tratta della rimozione di morchie e detriti che possono bloccarsi nel sistema di riscaldamento centralizzato nel tempo, causandone il malfunzionamento. Un segno rivelatore che potresti aver bisogno di un risciacquo è avere radiatori che sono caldi nella parte superiore, ma non nella parte inferiore, poiché i fanghi nella parte inferiore dei radiatori possono impedire a quest’area di essere riscaldata correttamente.

  1. Bilancia il tuo sistema

I tuoi radiatori freddi possono anche essere causati dal fatto che c’è un problema con l’equilibrio nel tuo sistema. L’acqua calda tenderà a salire verso l’alto in un sistema, quindi un indizio che questa potrebbe essere la causa del tuo problema è se scopri che i radiatori al piano di sopra funzionano bene mentre quelli al piano di sotto rimangono freschi.

Se questo è il caso, vai al piano di sopra dei termosifoni e chiudi il detentore – la valvola più piccola all’estremità opposta al termostato quindi apri i detentori di un quarto di giro. Ciò non dovrebbe causare alcuna riduzione dell’efficacia dei radiatori al piano di sopra, ma incoraggerà il flusso di più calore a quelli al piano di sotto.

Si consiglia di bilanciare il sistema in quanto aiuta a garantire che il riscaldamento sia il più efficiente ed economico possibile e può aiutarti a utilizzare meno energia e spendere meno denaro a lungo termine. Potrebbe essere consigliabile investire per far bilanciare idraulicamente il sistema da uno specialista per ottenere i migliori effetti.

  1. Chiedi l’aiuto di un tecnico professionista del riscaldamento

Se non sei ancora sicuro di cosa stia causando il mancato riscaldamento dei tuoi radiatori, la cosa migliore che puoi fare è chiamare un tecnico del riscaldamento professionista. Qualunque sia il problema, saranno in grado di diagnosticare e risolvere correttamente il problema. Se hai dei dubbi su cosa sta causando i tuoi problemi con il radiatore, non tentare di risolvere il problema da solo, assicurati di utilizzare i servizi di un professionista. Certamente non vuoi diagnosticare erroneamente il problema con i tuoi radiatori.

Il modo migliore per evitare problemi con il freddo dei tuoi radiatori è far controllare regolarmente il tuo impianto di riscaldamento da un professionista qualificato per assicurarti che sia sempre nelle migliori condizioni possibili. Oltre ad aiutare a prevenire problemi e garantire la tua sicurezza, questo può anche aiutare a mantenere il sistema in funzione nel modo più efficiente possibile, aiutandoti a mantenere la tua casa calda e confortevole risparmiando denaro sulla bolletta energetica.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *