Cosa fare se la caldaia si guasta?

Se stai leggendo questo articolo, è probabile che la tua caldaia abbia smesso di funzionare o, per lo meno, sei preoccupato che possa. Questa guida renderà la situazione un po’ più tollerabile, spiegando esattamente cosa fare se la caldaia si guasta. Rimettiamo in funzione il tuo riscaldamento autonomo. Nei casi più gravi, naturalmente, potresti aver bisogno dell’intervento di un tecnico qualificato.

Segnali di una caldaia rotta

Oltre a notare una mancanza di calore o acqua calda all’interno della tua famiglia, ci sono altri problemi comuni della caldaia a cui prestare attenzione, tra cui:

  • Fischi, colpi o ticchettii insoliti
  • Un consumo di gas superiore alla media indica che la caldaia non funziona in modo efficiente
  • La fiamma pilota o le fiamme sono di colore arancione/giallo, che normalmente dovrebbe essere blu
  • Mostrerà un’elevata pressione dell’acqua del sistema invece di continuare a una pressione costante
  • Si è sviluppata una perdita attorno ai tubi del tuo sistema
  • La tua caldaia non si accende

Controlli comuni in caso di guasto della caldaia

Se scopri che la tua caldaia ha smesso di funzionare, la maggior parte delle caldaie moderne visualizzerà un codice di errore quando qualcosa è andato storto. Annota il suo numero di errore prima di spegnerlo e controlla se altri apparecchi a gas come forni o piani cottura funzionano normalmente. In caso contrario, ciò potrebbe indicare un problema con l’alimentazione del gas.

Segui questa lista di controllo per diagnosticare il problema con la tua caldaia rotta:

  • Controllare l’alimentazione elettrica
  • Controllare l’alimentazione del gas
  • Controllare l’approvvigionamento idrico
  • Controllare la pressione della caldaia
  • Controllare il termostato e il programmatore
  • Verificare la presenza di tubi congelati
  • Controlla la spia luminosa
  • Verificare i codici di guasto della caldaia
  • Controllare l’alimentazione elettrica
  1. Scatola dei fusibili scattata

Innanzitutto, assicurati che non sia scattato un interruttore nella scatola dei fusibili, poiché ciò potrebbe influire sulla caldaia. Se di recente hai avuto un’interruzione di corrente, potrebbe aver causato il ripristino del timer della caldaia. Verificare che il display dell’orologio corrisponda all’ora corrente. In caso contrario, è il momento di riprogrammare.

Di solito è possibile trovare le istruzioni pertinenti nel manuale del programmatore; se non si dispone di una copia cartacea disponibile, rintracciarne una online è solitamente semplice.

  1. Cavo di accensione

Il cavo di accensione è fondamentale per l’accensione della caldaia. Se, quando si tenta di accendere la caldaia, si sentono dei ticchettii, la causa potrebbe essere un cavo di accensione o un elettrodo difettoso.

Potresti anche scoprire che la caldaia può accendersi, ma poi si spegne rapidamente. Se si dispone di una caldaia più recente, in genere viene visualizzato un codice di errore. Un tecnico qualificato per la sicurezza del gas sarà in grado di testare e sostituire queste parti in modo relativamente economico.

  1. La ventola non funziona

All’interno della caldaia è presente un ventilatore che spinge i gas nocivi fuori dalla caldaia e nella canna fumaria. Se la ventola non funziona, la caldaia va in blocco e non si accende. Chiedi a un tecnico qualificato se può sostituire la ventola nella caldaia.

  1. Controllare l’alimentazione del gas

Valvola del gas

Uno dei motivi più comuni per cui una caldaia non si accende è a causa di un problema con il flusso di gas nella caldaia. Potrebbe esserci un blocco o un danno che influisce sul flusso di gas. Controllare altri apparecchi a gas per vedere se funzionano correttamente e assicurarsi che la valvola di controllo di emergenza del contatore del gas non sia stata disattivata accidentalmente.

Pressione del gas

Se c’è troppo o troppo poco gas, ciò può causare problemi alla caldaia. È probabile che la tua caldaia visualizzi un codice di errore se la pressione del gas è errata. Chiedi a un tecnico qualificato di testare la pressione del gas in tutto il sistema.

  1. Controllare l’approvvigionamento idrico

Verifica che la fornitura di acqua calda sia ancora attiva, in caso contrario contatta il fornitore dell’acqua per indagare sul problema.

  1. Controllare la pressione della caldaia

Una caldaia farà fatica ad accendersi (o non si preoccuperà affatto) se la pressione dell’acqua è troppo bassa. Puoi verificarlo guardando il manometro o il display della caldaia. La lettura dovrebbe indicare che la pressione dell’acqua è compresa tra 1 e 2 bar. Se la lettura è inferiore a 1 bar, la pressione dell’acqua è troppo bassa. Puoi provare a ripressurizzare la caldaia seguendo le istruzioni nel manuale della caldaia. Se non riesci a trovarlo, potresti essere in grado di scaricare il manuale della caldaia online.

  1. Controllare il termostato e il programmatore

Il programmatore del riscaldamento centralizzato dovrebbe essere in posizione “acceso” e il termostato impostato al di sopra della temperatura ambiente. Se il sistema funziona in base a un timer, è possibile che l’orologio sia andato avanti o indietro e debba essere regolato.

  1. Verificare la presenza di tubi congelati

A causa del clima freddo d’inverno, è incredibilmente comune che il tempo possa influenzare il sistema di tubazioni e la condensa gelata può facilmente causare un blocco nel sistema. Questo blocco può causare il riempimento dell’acqua della caldaia e provocare un guasto.

Mentre consigliamo di contattare un tecnico qualificato per assisterti con i tubi della condensa congelata, puoi provare a utilizzare una borsa dell’acqua calda o versare acqua calda all’estremità del tubo, prima di accendere e spegnere nuovamente la caldaia.

  1. Controlla la spia luminosa

Una spia luminosa è più comune sulle caldaie più vecchie e potrebbe spegnersi per una serie di motivi. In primo luogo, puoi tentare di accendere la fiamma pilota da solo seguendo le istruzioni che di solito si trovano nel manuale della tua caldaia o che si trova all’interno dello sportello della caldaia. Ricorda, non dovresti mai tentare di smontare la tua caldaia o modificarla in alcun modo. Se non riesci a riaccendere la fiamma pilota, dovrai chiamare un tecnico qualificato.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *