Cosa fare se un condizionatore d’aria perde acqua

Hai una pozzanghera sul pavimento vicino all’unità interna del tuo condizionatore d’aria o pompa di calore? Con un po’ di lavoro investigativo, hai tracciato la pozzanghera fino al condizionatore d’aria che perdeva acqua. Posso risolvere il problema da solo? La risposta a questa domanda è: “dipende”. A volte, puoi riparare un condizionatore d’aria che perde acqua, mentre altre volte è meglio lasciare il compito ai professionisti. Leggi questo articolo per sapere cosa può causare perdite dal condizionatore d’aria e quando dovresti chiamare un tecnico.

La cosa peggiore che puoi fare è proprio niente. Se trovi una perdita di acqua nell’unità dell’aria condizionata, risolvi il problema immediatamente prima di avere un problema reale. I condizionatori d’aria che perdono possono distruggere soffitti, pareti e qualsiasi altra cosa intorno. Se noti dell’acqua sotto il dispositivo di trattamento dell’aria interna, spegni il condizionatore d’aria dalla scatola dell’interruttore e chiama un professionista o segui le procedure illustrate più avanti.

Perché i condizionatori d’aria perdono acqua?

I condizionatori d’aria perdono acqua perché si forma della condensa sulla batteria dell’evaporatore. La serpentina dell’evaporatore fa parte del condizionatore d’aria che assorbe il calore dall’aria della tua casa. Il suo ruolo è quello di trattenere il refrigerante refrigerato che il compressore ha spostato nella batteria. Quando l’aria del ventilatore si sposta sulla serpentina, il refrigerante rimuove il calore dall’aria della casa.

Durante questo processo, si forma umidità sulla serpentina dell’evaporatore. Quell’umidità gocciola su una bacinella di drenaggio, quindi viaggia lungo la linea della condensa fuori dalla tua casa. A volte si verificano condizioni che portano a perdite. Potresti voler controllare anche le altre unità per una perdita. Ecco una serie di cause che possono condurre a una situazione del genere:

  1. Il filtro dell’aria è sporco

Una causa comune di perdite d’acqua dai condizionatori d’aria sono i filtri dell’aria sporchi. Quando i filtri dell’aria si sporcano, bloccano il flusso d’aria sulla batteria dell’evaporatore. La serpentina dell’evaporatore si congela quindi in superficie. Quando si scioglie, può esserci troppa acqua, che può portare a perdite. Puoi risolvere il problema cambiando i filtri del tuo condizionatore d’aria. Gli esperti consigliano di cambiarli ogni uno o tre mesi.

  1. Bobine sporche

Le bobine sporche sono un altro motivo per cui un condizionatore d’aria perde. Le bobine a cui ci riferiamo sono le bobine dell’evaporatore. Nel tempo, ruggine, sporco, muffa o detriti possono attaccarsi alle bobine. Di conseguenza, l’acqua non può aderire molto bene alla bobina e gocciola a terra. Una serpentina dell’evaporatore sporca causa anche altri problemi: sporca le perdite d’acqua e può ostruire gli scarichi.

  1. Scarichi intasati

Uno scarico intasato è meglio lasciarlo a un professionista. Un tecnico saprà come rimuovere lo zoccolo con cura, senza danneggiare nessuna parte della tua casa. Se necessario, il tecnico installerà un dispositivo di arresto del trabocco per prevenire questo problema.

  1. Problemi di installazione

Un’installazione impropria può causare perdite dal condizionatore d’aria. I raccordi del tubo di scarico potrebbero non essere stati posizionati correttamente. Nel tempo, si allentano, il che consente alla condensa di defluire sul pavimento. Inoltre, l’unità potrebbe non essere completamente a livello o potrebbe esserci troppa pressione. Questi problemi causano perdite e dovrebbero essere risolti da un professionista.

Caso 1: Bobine evaporatore congelate

Ci sono solo alcune cause di un condizionatore d’aria che perde, la prima è un filtro dell’aria intasato. Quando il filtro dell’aria è sporco, l’aria non può passare facilmente attraverso di esso, il che causa il congelamento delle batterie dell’evaporatore.

Poiché il refrigerante scorre attraverso le serpentine dell’evaporatore e richiede un flusso d’aria adeguato per assorbire il calore, se il flusso d’aria è limitato, si forma ghiaccio e gocciola acqua. Le serpentine dell’evaporatore congelate possono anche essere causate da serpentine sporche, prese d’aria / registri bloccati, motore del ventilatore rotto o mancanza di refrigerante.

Le serpentine dell’evaporatore congelate significano che il tuo refrigerante non può più assorbire il calore dalla tua casa. Ciò porterà ad aria calda o assenza di aria e potenziali problemi per il compressore. Se si nota una serpentina dell’evaporatore congelata, spegnere immediatamente l’unità e non riaccenderla fino a quando la causa del problema non viene risolta.

È possibile evitare il congelamento delle serpentine dell’evaporatore sostituendo il filtro dell’aria ogni 30-90 giorni e non coprendo le prese d’aria o i registri. Dovresti cambiare il filtro dell’aria di più in estate, quando il tuo sistema di condizionamento sarà in funzione per lunghi periodi di tempo. Imposta promemoria del calendario per controllare il filtro dell’aria all’inizio di ogni mese.

Se la sostituzione del filtro dell’aria e la pulizia di tutte le prese d’aria non risolve il problema, potresti avere una carica di refrigerante bassa, che richiede i servizi di un professionista.

Caso 2: Vaschetta di drenaggio incrinata o traboccante

La bacinella di drenaggio si trova sotto il dispositivo di trattamento dell’aria interna (che ospita la serpentina dell’evaporatore) e raccoglie l’eventuale condensa dall’unità di condizionamento dell’aria. Con l’unità spenta, ispezionare la vaschetta di drenaggio e il tubo per rilevare eventuali perdite. Il tubo è solitamente collegato alla leccarda e scarica la condensa all’esterno.

Utilizzare un aspirapolvere a umido per pulire la bacinella di troppo pieno e ispezionare il fondo, gli angoli e i bordi con una torcia. Puoi riparare temporaneamente una bacinella di drenaggio incrinata con un sigillante ad acqua, ma è meglio sostituire semplicemente l’elemento danneggiato. Tieni presente che di solito ci sono due bacinelle di scarico, una situata appena sotto le batterie dell’evaporatore (fissata in modo permanente) e l’altra sotto l’unità (rimovibile).

Se decidi di riparare la perdita, dovrai lasciare quella permanente in posizione mentre lo fai. Dovrai chiamare un professionista per la sostituzione della padella primaria poiché è saldata in posizione, ma le padelle ausiliarie possono essere sostituite dal fai-da-te.

Caso 3: Tubo di drenaggio della condensa ostruito

Il terzo motivo per cui il tuo condizionatore d’aria potrebbe perdere è una linea di scarico ostruita. Questo è un potenziale progetto fai-da-te se hai gli strumenti necessari, vale a dire un aspirapolvere a secco. La linea della condensa può essere bloccata da funghi, alghe e detriti. È necessario pulire la linea di scarico ogni tanto. Puoi chiamare un professionista o provare a farlo da solo:

  • Individua il tubo in PVC vicino alla vaschetta di drenaggio del gestore dell’aria. Dovrebbe avere un pezzo di tubo che sporge a un angolo di 90 gradi con un piccolo tappo in cima.
  • Svita il tappo e versa circa un po’ di aceto lungo la linea di scarico. Farlo ogni pochi mesi ucciderà le alghe o i funghi che si sviluppano nella tua linea. Se la linea di scarico è ancora ostruita, dovrai decidere se chiamare un professionista o usare un aspirapolvere a secco per liberarla da solo.
  • Individuare la linea di scarico della condensa esterna vicino all’unità del condensatore, collegare l’attacco a secco e a umido e accendere l’aspirapolvere. La maggior parte dei negozi di bricolage vendono un accessorio che collega il tuo aspirapolvere a secco con lo scarico esterno.

I moderni sistemi di climatizzazione dispongono di interruttori automatici di spegnimento per filtri dell’aria intasati e linee di condensa. Se l’aria condizionata non si accende, controlla prima il filtro dell’aria e la linea di scarico. Se la linea di scarico non è collegata correttamente, dovrai chiamare il tuo installatore per una riparazione professionale.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *