Guida all’acquisto di una pompa di calore aria-aria

La crescente popolarità delle fonti energetiche rinnovabili ha spinto la gente di oggi ad essere più attenta all’ambiente, una tendenza che si riflette in un continuo avallo delle tecnologie energetiche alternative per soddisfare le esigenze quotidiane delle famiglie. Oltre ad essere una tecnologia innovativa ed ecologica, la pompa di calore aria-aria si rivelerà avere un buon rapporto qualità-prezzo. I bassi costi di installazione e manutenzione ne fanno una scelta perfetta per chi vuole risparmiare sulla bolletta del riscaldamento e dell’elettricità (d’estate) senza intaccare l’aspetto dell’efficienza termica.

Che cos’è una pompa di calore aria-aria?

Uno dei cosiddetti dispositivi “green know-how” che attualmente riscuote un crescente interesse da parte dei clienti (proprietari di case, sostenitori del “verde”, aziende) è la pompa di calore aria-aria. Questo innovativo elettrodomestico sta gradualmente diventando il sistema di riscaldamento preferito non solo dai proprietari di case che si preoccupano della sostenibilità ambientale, ma anche da coloro che cercano un riscaldamento economico.

La pompa di calore aria-aria fa parte di uno spettro più ampio di pompe di calore (geotermica, aerotermica, aria-acqua), appartenente alla categoria delle pompe di calore aerotermiche. Vale la pena ricordare che la pompa di calore ad aria si sta dimostrando una delle più efficienti rispetto alle sue ‘sorelle’, principalmente per i bassi costi di installazione e manutenzione, capacità di erogare un coefficiente di prestazione pari o superiore a 3 e potendo controllare i livelli di temperatura ambiente in modo autonomo.

Le moderne pompe di calore aria-aria sono in grado di estrarre calore anche dalle masse d’aria fredda all’esterno della casa, poiché, per quanto strano possa sembrare, l’aria fredda contiene anche una certa quantità di calore. In altre parole, il calore tende a essere trasferito da oggetti caldi a oggetti freddi a causa delle sue proprietà fisiche. Quello che ci resta da fare è approfittare di questo fenomeno naturale e usarlo per il nostro bene.

Scegliere la giusta pompa di calore aria-aria

Prima di affrettarsi a comprare una pompa di calore aria-aria, è importante consultare un tecnico del riscaldamento certificato. Solo dopo aver effettuato i giusti calcoli in termini di quanto calore richiederà il tuo immobile potrai selezionare la pompa di calore ad aria che corrisponderà a queste esigenze di riscaldamento, dopodiché potrai procedere con l’acquisto della pompa.

Molti esperti ritengono che il metodo più redditizio per garantire un microclima confortevole per la propria casa sia combinare il riscaldamento con il raffreddamento ad aria, qualcosa che una pompa di calore aria-aria è in grado di fornire. Ciò farà risparmiare sull’attrezzatura e sull’acquisto di condizionatori d’aria. Ciò che rende questa pompa facile da usare, oltre al suo controllo autonomo dei livelli di temperatura, è la possibilità di installare l’unità esterna della pompa in vari luoghi, dalle pareti esterne ai tetti e persino ai balconi.

La scelta della pompa di calore giusta è un processo complesso e scrupoloso che richiede una serie di calcoli che terranno conto delle necessità di riscaldamento della proprietà e determineranno la capacità di riscaldamento della pompa di calore ad aria richiesta per soddisfare queste esigenze su base giornaliera. Il primo passo è determinare il tasso di dispersione termica dell’edificio.

I dati risultanti verranno utilizzati per calcolare le perdite di calore totali della proprietà sulla base delle quali verrà stabilito il consumo energetico annuale. Successivamente, si dovrebbe calcolare il tempo impiegato da una pompa per riscaldare un’area designata e l’energia elettrica che consuma mentre lo fa. Questi calcoli ti aiuteranno a scegliere la pompa di calore aria-aria giusta per te.

Come acquistare una pompa di calore in 4 passi

Passo 1: pianificare in anticipo

Se aspetti fino a quando il tuo sistema di riscaldamento esistente non funziona, non sarai in grado di trovare l’installatore giusto o pianificare adeguatamente l’installazione di una pompa di calore. Molto probabilmente otterrai una versione aggiornata di esattamente cosa hai ora, che potrebbe non essere la scelta migliore. Allo stesso tempo, l’intero costo di installazione di una pompa di calore spesso non è giustificata solo dal risparmio sui costi energetici.

Se stai pianificando una ristrutturazione, se lo hai un problema di comfort o se l’attrezzatura esistente sta invecchiando (15 anni sono considerati normali durata per la maggior parte dei forni e delle caldaie), presto spenderai comunque soldi per un sistema; ora è il tempo necessario per pianificare una conversione parziale o totale alla pompa di calore.

Passo 2: trova un’offerta di qualità

Contatta la tua azienda di riscaldamento e raffreddamento di fiducia e comunica che sei interessato a una pompa di calore. Inoltre, controlla se la tua utility locale o se trovi sul web un elenco di installatori qualificati. Questo può anche aiutare a garantire ricevi eventuali sconti disponibili. Puoi anche ricevere segnalazioni da familiari, amici o vicini.

Passo 3: guardarsi intorno

Una volta trovato un installatore, chiedi se farà una valutazione e un preventivo gratuiti. Evita di fare acquisti solo sulla base del  prezzo; la qualità del design e dell’installazione è altrettanto importante.  Assicurati che abbia una reputazione affidabile e che possa riparare le apparecchiature quando necessario. Se il tuo installatore dice “le pompe di calore non funzionano davvero in climi freddi” o “ogni pompa di calore ha bisogno di un sistema di backup ”, trova qualcun altro. Ricorda, l’offerta più bassa non è sempre la migliore e un prezzo elevato non garantisce competenza o qualità.

Passo 4: insistere sui calcoli del carico

Se stai acquistando una pompa di calore senza condotti per il tuo spazio abitativo principale ed è chiaro che non si riscalda tutta la casa, può andare bene stimare le dimensioni della pompa di calore in base all’esperienza dell’installatore. Ma se vuoi riscaldare tutta la tua casa, la proposta dovrebbe sempre iniziare con un calcolo del carico. Ciò significa che l’installatore misura le stanze e le dimensioni della finestra e fa un elenco dei file valori di isolamento in soffitte, pareti e scantinati, insieme ai tipi di finestre.

Tutti sono necessario per calcolare la quantità di necessaria di riscaldamento e raffreddamento per mantenere la casa confortevole (chiamati carichi di riscaldamento e raffreddamento). “Più grande” non è “migliore” quando si tratta di pompe di calore. In effetti “troppo grande” può creare problemi per quanto riguarda le prestazioni reali. Gli installatori dovrebbero sempre iniziare con le misurazioni della casa ed evitare di utilizzarne altre. Si noti inoltre che per sistemi multizona, è estremamente importante calcolare correttamente i carichi ed evitare che le unità interne siano troppo grandi per le stanze che servono.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *