Meglio caldaia a condensazione o pompa di calore?

Nessun sistema di riscaldamento ha osato rivaleggiare con la caldaia. Fino ad ora. La caldaia è un modo collaudato di riscaldare la casa ed è difficile immaginare una casa senza. Ma quando iniziamo a muoverci verso un futuro a basse emissioni di carbonio, tutto potrebbe cambiare. Ora, le pompe di calore stanno assumendo il sistema di riscaldamento preferito della nazione. Quale avrà la meglio quando metteremo a confronto caldaie e pompe di calore?

Cos’è una pompa di calore?

Le pompe di calore catturano il calore dall’aria esterna o sotterranea e lo utilizzano per riscaldare la casa. Sono sistemi di riscaldamento rinnovabili che non emettono carbonio, a differenza delle caldaie a gas e petrolio, che rilasciano carbonio nell’atmosfera ogni volta che riscaldi la tua casa.

Questo è il motivo principale per cui c’è una grande spinta dietro le pompe di calore. Ma per tutto il bene che possono portare, non sono sempre i più pratici. Faranno anche un’ammaccatura maggiore nel tuo conto in banca rispetto a una caldaia sostitutiva.

I tipi più popolari di pompa di calore sono la fonte d’aria e la fonte di terra. La fonte d’aria prende calore dall’aria mentre la fonte di terra assorbe il calore sotterraneo. Questo calore viene poi utilizzato per riscaldare la tua casa.

Caldaie a gas vs Pompe di calore

Ci sono circa 30 milioni di case in Italia e una caldaia a gas viene utilizzata per riscaldarne l’85%. La maggior parte delle case rimanenti ha una caldaia a gasolio, principalmente perché non sono collegate alla rete del gas. Le pompe di calore sono state installate solo in un numero ristretto di case: ogni anno ne vengono installate circa 30.000. Questo è rispetto a 1,6 milioni di installazioni di caldaie nel 2020.

Ma mentre le pompe di calore hanno un bel po’ di tempo da recuperare, ciò non significa che dovresti escluderne una. Abbiamo confrontato caldaie e pompe di calore in alcune aree importanti.

Efficienza

Quando si tratta di efficienza, c’è un solo vincitore, ed è la pompa di calore. L’efficienza delle caldaie a gas e a gasolio ha fatto molta strada negli ultimi anni, soprattutto grazie alla tecnologia delle caldaie a condensazione. Ma poiché bruciano carburante per mantenere calda la tua casa, un po’ di calore andrà sempre perso.

Ciò significa che possono funzionare con un’efficienza massima di circa il 94%. Quindi, per ogni 1 € che spendi per riscaldare la tua casa, 6 centesimi vengono persi per il calore che viene espulso direttamente dalla canna fumaria. Le pompe di calore, invece, sono efficienti intorno al 300-400%. Ciò significa che per ogni kilowatt (kW) di elettricità utilizzata, otterrai 3-4 volte più calore. L’unico problema è che l’elettricità è più costosa del gas e del gasolio.

Costi per il funzionamento

I prezzi dell’elettricità a tariffa standard si aggirano intorno ai 20 centesimi per chilowattora, molto superiori a quelli per kWh pagati per il gas naturale. Conviene confrontare fornitori e tariffe in quanto potresti essere in grado di risparmiare un po’ di soldi.

Possiamo calcolare quanto costerebbe far funzionare una pompa di calore da 4 kW rispetto a una caldaia gas per riscaldare la casa. Mentre il costo totale varierà in base al consumo energetico, alla tariffa applicata, alle dimensioni della pompa di calore (classificazione della potenza) e al periodo dell’anno, il rapporto fra la spesa per il riscaldamento invernale con la pompa di calore rispetto a quello a gas è di circa 1 a 2.

Quando hanno bisogno di essere sostituite

Una pompa di calore può durare il doppio di una caldaia. Quindi, mentre farai un investimento maggiore, non sarà necessario sostituirlo così presto. Le caldaie moderne devono essere sostituite ogni 10 anni, 15 anni al massimo. La pompa di calore può continuare a riscaldare una casa per oltre 20 anni, forse anche 30 se ben curata.

Sia le caldaie che le pompe di calore dovrebbero essere sottoposte a manutenzione una volta all’anno da un professionista. Questo aiuta a mantenerle in funzione in modo sicuro, affidabile ed efficiente. Non solo, nella maggior parte dei casi la tua caldaia o pompa di calore avrà bisogno di manutenzione.

Osservazioni conclusive

Sebbene la pompa di calore si sia rivelata la vincitrice del nostro breve ma avvincente concorso, ci sono alcune cose di cui bisogna essere consapevoli per avere una comprensione completa su quando prendere in considerazione una caldaia o una pompa di calore per riscaldare la propria proprietà.

Una pompa di calore è un campione assoluto in termini di emissioni di CO2 e può fornire un tasso di efficienza superiore rispetto a una caldaia. Tuttavia, va detto che mentre una pompa di calore geotermica o ad aria che ha un COP (Coefficient of Performance) di circa 3, superando una caldaia elettrica e caldaie a gasolio in termini di riduzione di costi ed emissioni, non sempre riesce a superare un caldaia a gas.

Dati gli alti costi iniziali e la limitata resa termica di una pompa di calore, disporre di una caldaia a gas potrebbe rivelarsi più economico e in una certa misura più efficiente, soprattutto durante le fredde giornate invernali, quando potrebbe essere necessaria una resa termica maggiore.

Considerando il continuo miglioramento delle pompe di calore, potremmo aspettarci che nel prossimo futuro queste aumenteranno il loro tasso di rendimento, e quindi fisseranno standard di efficienza più elevati che saranno difficili da eguagliare da altri dispositivi di riscaldamento disponibili sul mercato.

Ma fino a quando non si assisterà alla transizione, potresti volerci pensare due volte prima di precipitarti fuori e scegliere una pompa di calore invece di una caldaia. La vecchia e potente caldaia a gas, “ha ancora qualche asso nella manica” che può rivelarsi utile. L’altra cosa è che dovrai prendere misure più precoci quando hai a che fare con un dispositivo che funziona a gas.

Aspetti da considerare quando si cerca una pompa di calore

  • I costi di installazione iniziale
  • Il refrigerante della pompa
  • La dimensione della pompa (BTU – British Thermal Unit)
  • Caratteristiche tecniche della pompa – SEER Rating (indice di efficienza energetica stagionale) e HSPF Rating (fattore di prestazione stagionale riscaldamento)
  • Le condizioni di garanzia della pompa.


Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *