Posso lasciare una stufetta elettrica accesa di notte?

Riscaldare uno spazio ristretto sotto un tetto è diventato fondamentale per mantenere un calore adeguato durante le basse temperature, specialmente durante la stagione fredda. Ma come possiamo mantenere un ambiente caldo e accogliente all’interno delle pareti stratificate delle nostre case o persino degli edifici per uffici, mentre grandine e neve colpiscono freneticamente le nostre finestre di vetro, minacciando di portare con sé il tocco gelido dell’inverno sulle sue ali?

Per combattere questo, la maggior parte delle persone si è relegata a utilizzare apparecchiature di riscaldamento come i riscaldatori per termoregolare il proprio ambiente interno. Di certo non vorrai lavorare in condizioni zero avverse, con le dita congelate sulla tastiera del computer dell’ufficio, vero? Allo stesso modo, sono abbastanza sicuro che a nessuno piaccia dover sopportare temperature rigide e tremanti nel loro sacro santuario, vale a dire la loro casa.

Poiché i riscaldatori sono diventati una necessità nel corso dei decenni per mantenere un ambiente caldo e stabile all’interno di qualsiasi spazio ristretto, anni di ricerca e tecnologia hanno dato vita alla creazione di un dispositivo di riscaldamento più portatile, vale a dire il riscaldatore per ambienti.

Che cos’è una stufa o riscaldatore d’ambiente?

È fondamentale esplorare la raccolta di suggerimenti e trucchi per la sicurezza relativi all’installazione e all’utilizzo della stufa.

Ma prima di addentrarci nelle cose da fare e da non fare per impostare, possedere e utilizzare il tuo riscaldatore, esploriamo un altro tipo popolare di riscaldatore, che è comunemente usato nelle case sparse in tutto il mondo, vero?

Un riscaldatore d’ambiente è un piccolo dispositivo che viene utilizzato per termoregolare e fornire calore all’interno di un’unica area ristretta. Pensa alla tua camera da letto o anche all’ufficio. È basso, limitato e chiuso.

C’è una circolazione d’aria limitata, ma questo non lo rende impermeabile all’essere perseguitati dalle basse temperature, specialmente durante una violenta tempesta invernale all’esterno dell’edificio.

A differenza del riscaldamento autonomo, che viene utilizzato principalmente per fornire calore in aree collegate come il labirinto di stanze all’interno di una torre di uffici o persino la propria casa, i riscaldatori per ambienti forniscono semplicemente abbastanza calore per riscaldare un singolo spazio.

I riscaldatori per ambienti sono progettati esclusivamente per essere efficienti dal punto di vista energetico e quindi funzionano con elettricità o combustibili come propano, gas naturale o persino pellet di legno.

I riscaldatori per ambienti più piccoli sono progettati esclusivamente in base alla portabilità e funzionano principalmente con l’elettricità.

Una stufa di queste dimensioni viene solitamente utilizzata per riscaldare un’area molto piccola come una tenda all’aperto (durante il campeggio) o forse anche un capannone da lavoro.

Suggerimenti per la sicurezza del riscaldatore d’ambiente

Diamo un’occhiata alle principali preoccupazioni e soluzioni per far funzionare un riscaldatore d’ambiente in ceramica in modo sicuro.

È sicuro lasciare accesa la mia stufa?

Non è sicuro lasciare una stufa incustodita. Ogni volta che esci dalla stanza, è meglio spegnerlo prima di uscire. I riscaldatori per ambienti possono rappresentare un rischio di incendio, come menzionato in precedenza.

Ecco un’immagine condivisa da un utente che ha lasciato accesa una stufa durante la notte. Il pavimento in legno è quasi bruciato e fortunatamente non ha preso fuoco. Leggi la recensione completa qui.

Per questo motivo è sempre meglio tenerlo spento quando nessuno è presente nella stanza. Inoltre, i riscaldatori d’ambiente consumano elettricità ogni volta che vengono accesi.

Pertanto, lasciare una stanza con una stufa funzionante a piena capacità non solo sarà costoso, ma sarà anche uno spreco di energia.

Alla fine, la quantità di ossigeno che circola nelle vene è così piccola che i tessuti iniziano a deteriorarsi e gli organi iniziano a cedere uno dopo l’altro.

Pertanto, l’esposizione prolungata al monossido di carbonio porterà alla fine alla morte. Il tempo stimato per l’avvelenamento completo da monossido di carbonio di solito dipende dalla quantità di monossido di carbonio generato dalla stufa e dalla quantità inalata dal corpo.

Se mai ti svegli mentre sei avvelenato, di solito senti un senso opprimente di stanchezza, atassia (perdita di coordinazione), pigrizia e persino nausea. Se sopravvivi all’avvelenamento, il periodo di recupero è compreso tra le cinque e le sei settimane. Il prezzo per il comfort e il calore è alto e, alla fine, non vale la pena mettere a repentaglio la tua vita o la tua salute.

Tuttavia, se le temperature sono davvero scese in casa e il freddo è diventato intollerabile, è meglio tenere accesa la stufa al massimo due ore prima di infilarsi sotto le coperte.

Pericoli di lasciare i riscaldatori per ambienti incustoditi e accesi

Qualsiasi riscaldatore d’ambiente può rappresentare un rischio per la sicurezza. Molta cura meticolosa deve essere focalizzata sulla corretta installazione, utilizzo e manutenzione per garantire che una stufa funzioni adeguatamente a un livello ottimale e sicuro che non minacci la vita della tua famiglia o persino dei colleghi.

Ecco una breve lista dei motivi per cui i riscaldatori d’ambiente possono essere pericolosi se lasciati accesi:

Pericolo di shock elettrico

Tutti i dispositivi elettrici rappresentano un pericolo di scosse elettriche per chiunque, in qualsiasi momento, soprattutto se collegati in modo errato o se l’apparecchiatura è difettosa, difettosa o danneggiata.

I riscaldatori per ambienti consumano molta elettricità per essere convertita in energia termica e mantenerti al caldo e al caldo. I circuiti di sovraccarico sono particolarmente standard nella maggior parte delle famiglie e questo può innescare un’enorme interruzione di corrente o, peggio, un incendio.

Pericolo d’incendio

Non tutti i riscaldatori d’ambiente sono costruiti allo stesso modo in termini di forma, design o persino peso. Alcuni dei riscaldatori per ambienti più alti possono facilmente ribaltarsi e cadere, causando così un potenziale rischio di incendio.

I riscaldatori per ambienti che entrano in contatto con materiale altamente infiammabile come stoffa o persino tende possono incendiare molto rapidamente l’intera casa prima che anche tu te ne accorga.

Bruciature

Non tutti i riscaldatori d’ambiente sono uguali a un riscaldatore in ceramica in termini di emissione di calore o protezione dell’involucro esterno. Alcuni riscaldatori per ambienti o anche riscaldatori per barre e riscaldatori a paraffina hanno esterni estremamente caldi, pericolosi per animali domestici e bambini, che hanno maggiori probabilità di entrare in contatto con il radiatore per curiosità.

Un tocco accidentale della zampa o del mignolo appiccicoso e molto probabilmente finirai per passare la notte dal veterinario o dall’unità traumatologica del pronto soccorso, cullando il tuo migliore amico o tuo figlio. Tutto ciò che serve è un momento di disattenzione o ignoranza, e il risultato potrebbe essere una brutta bruciatura.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *