Posso riscaldarmi con un fornello a gas?

Riscaldare la casa con un fornello o con un forno: idea intelligente o errore assolutamente pericoloso? Quando le temperature scendono a zero e gli abitanti degli appartamenti sono alla disperata ricerca di calore, alcuni pensando di usare la cucina per scaldarsi. Se cerchi su Google, troverai molte persone che si chiedono se usare un forno per riscaldare un appartamento o una casa sia una buona idea. Ovviamente i forni non sono stati creati per riscaldare una casa, ma l’idea potrebbe sembrare plausibile. Ma no! Non dovresti mai usare il forno per riscaldare la tua casa o appartamento. Non solo è un modo inefficiente per riscaldare un grande spazio, ma è anche molto rischioso e potrebbe portare all’avvelenamento da monossido di carbonio, che può essere mortale. Ecco quali rischi corri.

Perché non dovresti usare un forno o un fornello per scaldare casa

Avvelenamento da monossido di carbonio (CO)

Se hai un fornello o un forno a gas, ti stai mettendo a rischio di avvelenamento da monossido di carbonio se provi a usare il forno per riscaldare. Il monossido di carbonio è invisibile, inodore e insapore, quindi non sarai in grado di dire se sta penetrando nella tua casa. Livelli moderati di gas possono causare mal di testa, vertigini, nausea e svenimento (a volte viene scambiato per influenza). Livelli elevati possono essere fatali. Quando usi correttamente i tuoi elettrodomestici, non devi preoccuparti dell’avvelenamento da monossido di carbonio, ma usare un forno a gas come stufa non è il modo corretto di utilizzare l’elettrodomestico.

Calore elevato incustodito

Lasciare un fornello o un forno, che può creare calore in abbondanza, da solo mentre è attivo è molto pericoloso. Se avete bambini o animali domestici, potrebbero subire gravi ustioni a causa del contatto accidentale con il forno. C’è anche la possibilità che qualcosa possa cadere nel forno o sul fornello (come un tovagliolo o un panno) e creare un fuoco.

Riscaldamento inefficiente

Poiché non è stato creato per riscaldare un appartamento, non dovrebbe sorprendere che un fornello o un forno non possa riscaldare in modo efficiente la tua casa. Stando proprio accanto, ti sentirai riscaldato, ma l’aria non sarà in grado di circolare molto bene per l’appartamento. Se speri in un calore diretto che riscaldi solo una piccola parte della tua casa, perché non utilizzare invece una stufetta? Sono economiche e funzionano bene per qualcuno che vive in un piccolo appartamento e ha bisogno di calore solo in un’area (ad esempio, nella stanza in cui sei seduto).

Assenza di ventilazione

I forni non sono stati creati per far uscire l’aria. Su forni e caldaie, questi fumi vengono pompati fuori dalla casa attraverso lo sfiato nel muro, che è ciò che li rende un’ovvia opzione migliore. Poiché i forni vengono utilizzati solo in tempi brevi, i forni non sono stati creati per farlo, né dotati di sfiato. Tenendo presente questo, i fumi del forno rimangono nella tua casa.

I rischi sottovalutati del monossidi di carbonio

Ciò che ha spinto a scrivere questo post è stata una recente conversazione con un inquilino. L’inquilino ha segnalato la mancanza di riscaldamento nella sua unità. Ha spiegato che non solo questo problema era irritante, ma che tutta la sua famiglia ha avuto continui mal di testa e aveva persino problemi a svegliarsi, il che normalmente non era un problema per lui. Ha detto che sua sorella l’aveva chiamata prima e non aveva sentito squillare il telefono. I suoi figli, in particolare sua figlia che dormiva nella camera da letto sul retro vicino alla cucina, avevano molte difficoltà a svegliarsi per andare a scuola. Tutte queste incidenze sono i principali sintomi dell’avvelenamento da monossido di carbonio.

Il monossido di carbonio può farti addormentare lentamente e una volta addormentato, non sei in grado di sfuggire al pericolo. Centinaia di persone muoiono ogni anno in un sonno indotto dal monossido di carbonio (CO). Quelli che non muoiono per il riscaldamento delle loro case con stufe a gas subiscono comunque effetti collaterali meno che letali, ma comunque dannosi. A basse concentrazioni, il CO può causare] affaticamento nelle persone sane e dolore toracico nelle persone con malattie cardiache. A concentrazioni più elevate, può causare disturbi della vista e della coordinazione; mal di testa; vertigini; confusione; nausea. Fatale a concentrazioni molto elevate.

Una canna fumaria o ventilazione è una necessità. Per un utilizzo sicuro, gli apparecchi a gas devono essere provvisti di flusso d’aria o ventilazione continua. Le stufe a gas hanno una canna fumaria che convoglia i gas di combustione fuori dalla tua casa. Riscaldare l’aria con una stufa a gas o un forno è poco pratico, anche se il forno ha una canna fumaria. Non sono progettati per funzionare con la porta del forno aperta. Quindi cosa si dovrebbe fare quando fa troppo freddo? Le stufe elettriche con meccanismi di sicurezza per prevenire incendi e altri pericoli sono buone opzioni per i piccoli spazi.

Combustione e monossido di carbonio

Tutti gli apparecchi a gas, domestici e industriali, producono vapore acqueo, anidride carbonica e calore e solitamente quantità molto piccole di monossido di carbonio. Se installato e manutenuto correttamente, il funzionamento dell’apparecchio a gas fornisce riscaldamento, cottura, acqua calda e altro in modo rapido ed efficiente, ed i prodotti della combustione non creano situazioni pericolose.

Se un apparecchio non è correttamente installato e sottoposto a manutenzione o è stato modificato, i prodotti della combustione potrebbero cambiare e diventare pericolosi per le persone intorno all’apparecchio. Qualcosa di semplice come un cambio di ventilazione (portare aria fresca all’apparecchio per sostenere la combustione completa) può causare il malfunzionamento di un apparecchio a gas e creare una situazione pericolosa per le persone intorno.

A volte è ovvio quando un apparecchio a gas non funziona correttamente. Fumo fuligginoso, fiamme rosse o gialle o prestazioni scadenti sono indicatori, ma a volte nessun indicatore è ovvio. Se viene prodotto monossido di carbonio (CO) e fuoriesce dall’apparecchio nell’aria circostante, non sarà evidente (nessun odore e nessun sapore) ma sarà molto pericoloso.

È essenziale che gli apparecchi a gas siano correttamente installati e sottoposti a manutenzione ogni due anni, per mantenere una buona combustione e un funzionamento sicuro ed efficiente. Gli apparecchi a gas, funzionanti come previsto, sono abbastanza sicuri se usati come previsto. Gli apparecchi a gas naturale o propano (GPL), con combustione incompleta, possono produrre monossido di carbonio. Anche le unità esterne possono generare monossido di carbonio a causa di una combustione incompleta.

Segni di avvelenamento da monossido di carbonio

Questo è il motivo per cui hanno bisogno di una ventilazione illimitata. I sintomi dell’avvelenamento da monossido di carbonio includono:

  • stanchezza persistente
  • fiato corto
  • mal di testa
  • nausea
  • vomito
  • perdita di conoscenza.

Interrompere immediatamente l’uso di qualsiasi apparecchio a gas se si verifica uno dei sintomi sopra indicati. Spostati in un’area dove puoi respirare aria fresca e consulta un medico.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *