Quale è il miglior aspiratore d’aria per il piano cottura?

Anche se un aspiratore per piano cottura non può essere paragonato per molti versi ad una cappa aspirante convenzionale, c’è ancora un aspetto che accomuna entrambi i tipi di apparecchio. Sia gli aspiratori per piano cottura che le cappe aspiranti possono funzionare in due modi differenti: con ricircolo d’aria o con aria di scarico della cucina. In entrambe le modalità di funzionamento, i vapori di cottura e di tostatura vengono aspirati dall’aspiratore e gli odori e le particelle di grasso vengono rimossi in modo sicuro.

Tuttavia, c’è una differenza nel modo in cui l’aria viene convogliata: nella versione a ricircolo d’aria, l’aria che viene aspirata viene filtrata attraverso un filtro a carboni attivi di alta qualità (pulizia e rimozione delle molecole di odore) e reincanalata nella stanza. Nella versione ad aria esausta viene portata all’esterno. Quale versione è la migliore per quale cucina dipende da una serie di fattori, inclusa l’architettura circostante. Un confronto dei vantaggi e degli svantaggi di ciascun sistema mostra cosa è necessario tenere a mente quando si prende una decisione.

Aspiratore a scarico d’aria o a ricircolo?

Indipendentemente dal tipo di aspiratore che preferisci, all’inizio devi decidere tra scarico o ricircolo d’aria. Con l’aria espulsa, il vapore di cottura aspirato viene convogliato dalla cappa aspirante tramite un tubo e una parete condotta verso l’esterno. Un sistema di ricircolo filtra parzialmente il grasso e gli odori dai vapori e respinge l’aria nella stanza. L’umidità non viene affatto estratta da questa variante.

Le soluzioni di ricircolo dell’aria hanno prestazioni peggiori rispetto all’aria di scarico in tutti gli aspetti importanti. Tutto sommato, una cappa aspirante con una soluzione per l’aria di scarico è l’opzione più efficiente, più economica e più conveniente. Ma ecco un rapido confronto:

Vantaggi della circolazione dell’aria:

  • Prestazioni notevolmente migliori con lo stesso dispositivo
  • Il grasso e gli odori vengono rimossi in modo efficiente.
  • L’umidità scompare dalla casa
  • La muffa sulle pareti e nei mobili non è un problema
  • Maggiore efficienza energetica
  • Significativamente più silenzioso con le stesse prestazioni
  • Più economico a lungo termine, nessun costo del filtro
  • Disponibile per ogni variante di installazione
  • Abbinabile a forni mono locale indipendenti dall’aria ambiente

Vantaggi del ricircolo d’aria:

  • Impegno di pianificazione leggermente inferiore
  • Più facile da installare in un secondo momento
  • Disponibile per ogni variante di installazione
  • Nessuno sforzo aggiuntivo per i forni a camera singola.

Sono noti i vantaggi tecnici, salutistici e di convenienza del convogliamento dell’aria esausta negli impianti di aspirazione di qualsiasi tipo: se i fumi di cottura (vapori) vengono convogliati fuori dall’abitazione, l’estrattore funziona in modo più efficace. La capacità massima dell’aria è fino al 40 percento superiore perché l’aria non deve essere forzata attraverso filtri aggiuntivi.

Inoltre, i dispositivi sono più silenziosi. L’aspetto decisivo: le prestazioni di pulizia sono notevolmente migliori. Odori, grasso e altre particelle vengono rimossi molto meglio e viene estratto il vapore acqueo, il che non è affatto il caso dei sistemi di ricircolo dell’aria. Ciò è stato chiaramente stabilito dagli esaminatori da test dettagliati di decine di cappe aspiranti di diversi tipi in tutte le classi di prezzo.

Cappa aspirante: fra estetica e budget

Con la crescente popolarità di cucine, sale da pranzo e soggiorni open space, un’estrazione dei fumi della cucina eccellente è più importante che mai per creare un ambiente piacevole in cui cucinare, cenare e rilassarsi: i tessuti d’arredo, il relax e la socializzazione semplicemente non vanno con l’odore di frittura. Molti stili di cappa possono essere configurati per il ricircolo o l’aspirazione canalizzata. Parla con il tuo installatore di cucina delle opzioni e dei limiti per ciascuna all’interno del tuo progetto proposto.

Ci sono, ovviamente, una serie di aspetti pratici chiave da considerare quando acquisti il ​​miglior estrattore per il tuo spazio, come la potenza del tuo modello preferito, sia che tu scelga un design canalizzato o di ricircolo, quanto è rumoroso e dove sarà posizionato. Ma altrettanto importante, soprattutto in uno spazio divertente e di vita, è l’aspetto del tuo aspiratore.

Fortunatamente, ci sono molte scelte per adattarsi a qualsiasi interno, da modelli discreti montati a soffitto a estrattori a sospensione accattivanti e design super pratici, quindi non è necessario sacrificare lo stile per la funzione. Lo scopo dell’aspirazione in cucina è quello di rimuovere dal vostro ambiente grasso, fumo e cattivi odori di cottura, oltre al vapore, a seconda del tipo di aspiratore scelto.

Gli estrattori variano enormemente nel prezzo, da un minimo di 50 fino a 3.000 euro per alcuni dei modelli più avanzati, quindi decidi le tue priorità per impostare un budget. Un prezzo tipico per un estrattore funzionale e ben progettato è di circa 350 euro. Tuttavia, sempre più persone spendono più di 800 euro, soprattutto se l’estrattore è ben progettato, creando un fulcro visivo da ammirare a pieno titolo.

Come scegliere il sistema aspirante migliore

Il silenzio è d’oro

Un’altra considerazione importante quando si acquista un estrattore è il rumore. Tutti i modelli sono dotati di un rating dB (decibel), che si riferisce al livello di rumore associato alla particolare cappa. Maggiore è la velocità, più rumorosa sarà la cappa, anche se i modelli di fascia alta tendono ad essere più silenziosi a tutti i livelli di potenza.

Calcola la capacità perfetta

Tradizionalmente, il volume della cucina (lunghezza x larghezza x altezza) viene moltiplicato per 10 – il numero approssimativo di ricambi d’aria necessari all’ora – per calcolare di quale capacità deve essere l’aspiratore che dovresti acquistare. È anche importante tenere conto del tipo di cucina che probabilmente farai. Alcune tecniche di cottura, ad esempio la frittura o il barbecue al coperto, richiedono un’estrazione maggiore di altre. In generale, suggeriamo di selezionare una cappa con un flusso d’aria minimo di 400 m3 all’ora se è probabile che cucini due o tre cibi alla volta.

Prendi l’altezza giusta

Assicurati che l’estrattore sia alla giusta altezza sopra il piano cottura. Dovrai lasciare uno spazio compreso tra 65 cm e 75 cm, a seconda che tu abbia un piano cottura a gas, elettrico o a induzione. Inoltre, controlla la larghezza dell’estrattore selezionato: deve essere più largo e più grande del tuo piano cottura.

Seleziona il tuo stile di cappa

Comunque sia configurata la tua cucina e qualunque sia la sua dimensione, c’è un tipo di cappa adatto. Tradizionalmente, le cappe per camino e le cappe a baldacchino erano gli unici aspiratori disponibili. In questi giorni, le opzioni sono aumentate fino a includere estrattori a isola, a soffitto, a parete, etc. E più recentemente, l’estrazione è integrata all’interno del piano cottura stesso.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *