Quale manutenzione fare a una stufa a pellet?

Una stufa a pellet di buona qualità è una grande risorsa per te e la tua famiglia poiché renderà l’intera casa o appartamento caldo e accogliente durante l’inverno. Tuttavia, potrebbe smettere di riscaldarsi in modo appropriato o iniziare a mostrare altri problemi se non riceve una manutenzione accurata e regolare. Se hai già avuto modo di parlare con un proprietario di una stufa a pellet, ti avrà già detto che pulirla è facile come usarla. Mentre le stufe e i caminetti a legna generano molta cenere e creano più sporco, nelle stufe a pellet la combustione è più regolata e crea pochissima cenere, soprattutto quando si utilizza pellet certificato. Ecco perché le operazioni di manutenzione ordinaria dei prodotti a pellet non richiedono più di qualche minuto.

Come pulire l’interno della stufa

La pulizia del focolare della stufa è un’operazione che va eseguita più o meno ogni 1-2 giorni. La frequenza delle pulizie dipende dal tipo di pellet utilizzato (se certificato brucia meglio e lascia meno residui) e dalle ore di funzionamento della stufa.

La pulizia del braciere è importante per assicurare un corretto flusso d’aria nella camera di combustione e quindi assicurare un funzionamento impeccabile del prodotto. Di solito è sufficiente un normale aspirapolvere per rimuovere la cenere. In caso di incrostazioni occorre rimuovere il braciere dalla sua sede e pulire accuratamente tutti i fori e la griglia.

Come pulire il vetro della stufa

La pulizia del vetro è importante, non solo per il corretto funzionamento, ma anche per avere una visione chiara e precisa della fiamma. Se il pellet è di buona qualità e l’installazione è stata eseguita correttamente, sul vetro si deposita solo una piccola quantità di cenere che si rimuove facilmente con un pennello asciutto.

Quando si verifica il ridimensionamento, è possibile utilizzare uno spray per vetro neutro che non contenga abrasivi. Va comunque utilizzato in piccole quantità e non deve essere spruzzato sulle parti verniciate della stufa né sulla guarnizione in fibra ceramica della porta fuoco, parti che potrebbero danneggiarsi facilmente.

Acquista e usa solo pellet di legno di qualità

Sul mercato si trovano solitamente tre diversi gradi di pellet di legno (premium, standard e utility) adatti all’uso in una stufa a pellet. Ma, tra questi, solo i pellet di qualità superiore sono i migliori da utilizzare in una stufa a pellet di qualità poiché bruciano in modo molto pulito, producono meno fumo e cenere (meno dell’1%). Sono noti per bruciare in modo pulito e completo. I produttori di stufe a pellet consigliano sempre di utilizzare pellet di qualità specifica, come consigliato sul manuale utente o sul sito web.

Bene, possiamo insegnarti un semplice trucco se hai acquistato una nuova stufa a pellet e non hai ancora selezionato nessuna marca di pellet di legno. Invece di acquistare un sacco pieno di pellet, puoi acquistare alcuni piccoli pacchetti di pellet di legno che hanno ottime recensioni dei clienti da utilizzare nella tua stufa a pellet per l’esperimento. Esamina queste cose: quanto bene sta bruciando? Fa meno fumo o no? Tutti i pellet bruciano completamente? Prova a utilizzare diverse marche di pellet fino a trovare il combustibile perfetto per la tua macchina del riscaldamento.

Conserva il pellet perfettamente

Si consiglia di tenere il pellet lontano dall’aria e dall’acqua. Ciò significa che devi trovare un luogo più sicuro dove conservare i tuoi pellet di legno. Ti consigliamo di riporlo in un cassetto, un armadietto, una scrivania o una cassapanca in modo che non entrino in contatto con l’aria esterna o l’umidità. Il legno assorbe l’acqua se lo tieni in un luogo aperto. inoltre, tenere il pellet di legno all’aperto ne degrada la qualità che raccoglie l’umidità dall’aria. Ciò aumenta la quantità di acqua presente nel pellet. La presenza di un elevato volume d’acqua può creare maggiore fumo mentre brucia nella stufa.

A volte il sacchetto della stufa a pellet si danneggia. Devi coprire la parte danneggiata del sacco di pellet con nastri impermeabili. Non conservare pellet in soggiorno o in camera da letto. Può attirare il parassita o gli insetti. Inoltre, il pellet emette un piccolo numero di gas tossici (monossido di carbonio) quando viene immagazzinato. Trova un posto più sicuro fuori casa come un garage oppure puoi scegliere il tuo magazzino per questo scopo. È necessario utilizzare un ventilatore di scarico o di ventilazione per sicurezza.

Riempi la tramoggia

La capacità del serbatoio di una stufa a pellet può variare a seconda del modello e della marca che si intende acquistare o si intende acquistare. Potresti scoprire che una stufa a pellet ha una capacità di tenuta del pellet che va da 25 a 110 kg. La tramoggia più grande può contenere più pellet di legno.

Una stufa a pellet che ha un’ottima capacità di tramoggia ha bisogno di rifornirsi 2 o 3 volte a settimana. D’altra parte, la tramoggia a bassa capacità ha bisogno di frequenti ricariche, forse devi riempirla una o due volte al giorno e sarebbe una grande seccatura poiché devi pulire la tramoggia ogni volta che la rifornisci di pellet di legno.

Svuotare il raccoglicenere o il cassetto

Controllare regolarmente il cassetto cenere della stufa a pellet. La pulizia del cassetto cenere una o due volte alla settimana sarà sufficiente se la capacità di carico della vostra stufa a pellet è buona. Ogni volta che il cassetto cenere viene caricato, gettare la cenere in un sacchetto di plastica o utilizzare un aspiracenere. Puoi usare il sacco della spazzatura per smorzare. Per prima cosa rovescia il cassetto della cenere in un sacco della spazzatura. Dopodiché, scuoti la cenere nel sacchetto.

Pulisci la cenere rimanente all’interno della stufa

Cerca la cenere rimanente nascosta all’interno della stufa. Devi trovare della cenere nel braciere. Puliscilo usando un aspiracenere. Non utilizzare mai un normale aspirapolvere domestico o un aspirapolvere per questa pulizia della cenere. Il vuoto di cenere è specializzato per questo lavoro.

Pulisci l’accumulo

Quando la cenere si scioglie e diventa dura, si trasforma in un clinker. All’interno del braciere, scoprirai questo clinker. Puoi usare un rastrello speciale o uno strumento per la cenere o un aspirapolvere per la cenere per rimuoverli.

Pulisci lo scambiatore di calore

Lo scambiatore di calore fornisce ossigeno portando l’aria all’interno del braciere e aiuta anche a far uscire il calore caldo o ondata di calore prodotto dalla stufa a pellet. A volte le riprese si accumulano nella serie di tubi del focolare. Usa una spazzola metallica per pulire i pasticci.

 

Controllare e pulire il tubo di sfiato

Assumi un professionista certificato per ispezionare il tubo di sfiato. Se hanno trovato qualcosa che non andava nel tubo, pagali per aggiustarlo. Inoltre, spendi qualche soldo per pulire il tubo di scarico della stufa a pellet almeno una volta all’anno.

Svuota la tramoggia

Al termine della stagione invernale, ispezionare il serbatoio per il pellet inutilizzato. Conservare il pellet rimanente per l’inizio della stagione. Nel caso ci si dimenticasse di svuotarlo, la possibilità che si formi ruggine nella stufa a pellet diventa molto alta, in quanto il pellet raccoglie l’umidità dell’aria durante la primavera e l’estate.

Se segui i suggerimenti e le linee guida di cui sopra, renderà la stufa a pellet sicura durante l’utilizzo. Inoltre, la manutenzione sopra la stufa a pellet aumenterà sicuramente la durata della stufa.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *