Quale purificatore d’aria usare per sanificare l’ufficio?

Stai cercando i migliori purificatori d’aria per l’ufficio, giusto? Ma perché sei qui? Perché non sopporti più nemmeno l’aria nel tuo ufficio? O stai cercando di assicurarti che il tuo ufficio si riempia di aria purificata, al fine di aumentare la tua energia e la produttività di te e di tutta la tua squadra? Ebbene, è difficile lavorare in modo efficace in un ambiente coperto di fumo, odore umano, batteri, virus e persino polvere perché non è completamente pulito. Con un depuratore d’aria adeguato per l’ufficio, la tua vita al lavoro potrebbe essere migliore milioni di volte. Per fortuna, oggi i purificatori d’aria sono per tutti.

Principali tipi di filtrazione disponibili

Ciò può creare confusione. La ragione per cui può creare confusione è che ci sono molti diversi tipi di filtri e talvolta i produttori cercheranno di avere i propri nomi per il filtraggio per farlo suonare meglio di altri. Detto questo, ecco i principali tipi di filtri a cui prestare attenzione (le opzioni più costose avranno combinazioni di questi filtri o altre tecnologie di filtro):

Filtrazione HEPA

La filtrazione HEPA (High-Efficiency Particulate Air) è quella che la maggior parte delle persone cerca, poiché è provata e vera. Utilizza un filtro di carta ad alta densità per intrappolare lo sporco dall’aria. Il termine specifico che dovresti cercare è “vero filtro HEPA”. Se dice qualcosa come “tipo HEPA”, in genere ti consigliamo di stare alla larga perché non è efficiente come il vero HEPA.

Filtrazione al carbone

Questo filtro dell’aria utilizza pannelli di carbonio che assorbono i fumi nell’aria. Nota che intrappola solo i fumi; vale a dire, non intrappolerà contaminanti, solo cattivi odori dall’aria nella stanza. Per questo motivo, la filtrazione del carbone viene solitamente utilizzata in aggiunta alla filtrazione HEPA.

Filtrazione ionica

Questa è un po’ più complicata, in quanto invia particelle di ioni carichi nella stanza che poi si attaccano ai contaminanti nella stanza. Questi contaminanti cadono quindi sul pavimento o su altre superfici con la gravità. Alcuni dei dispositivi di filtrazione ionica più costosi avranno un’area di raccolta che “risucchia” i contaminanti dall’aria con energia elettrostatica, in modo da ridurre ciò che cade sul terreno o sulle superfici.

Idoneità delle dimensioni della stanza

La capacità del tuo purificatore d’aria dovrebbe essere adatta alla stanza o allo spazio in cui lo stai inserendo. In genere, i purificatori d’aria più piccoli sono per aree più piccole e i purificatori d’aria più grandi sono per aree più grandi. Ha senso, vero?

L’uso di un piccolo purificatore d’aria per una grande area è molto poco utile perché semplicemente non avrà la capacità necessaria (in metri cubi per minuto) per portare a termine il lavoro. Al contrario, se acquisti un purificatore d’aria inutilmente potente, probabilmente stai spendendo più soldi del necessario. Per i nostri scopi, classificheremo i purificatori d’aria in base alle seguenti dimensioni:

  • Piccolo – per piccole stanze o spazi personali inferiori a 30 metri quadrati
  • Medio – per stanze o spazi tra 30 e 70 metri quadrati
  • Grande – per stanze o spazi tra 70 e 190 metri quadrati
  • Intero ufficio/casa – per spazi molto grandi o superiori a 200 metri quadrati.

Il tuo ufficio o spazio di co-working è spesso un posto enorme, che necessita di purificatori d’aria con un’ampia copertura della stanza. Una buona pratica è quindi controllare i migliori depuratori d’aria per grandi ambienti.

Caratteristiche desiderabili di un purificatore d’aria

Monitoraggio automatico

Ciò significa che il purificatore d’aria avrà sensori in grado di rilevare determinati odori o contaminanti e regolarsi automaticamente per eliminarli non appena arrivano. Il monitoraggio automatico è davvero utile per una disposizione imposta e dimentica.

Livello sonoro

Tutti i purificatori d’aria emetteranno un rumore, di solito un ronzio silenzioso. In generale, più potente è il purificatore d’aria, più forte è il suono, ma i modelli più costosi avranno sistemi per mantenerli silenziosi. Ciò potrebbe non essere affatto un problema per te, ma lo è per alcuni. Nessuno può lavorare quando lea propria testa sta esplodendo.

Consumo energetico

Il modo migliore per utilizzare un purificatore d’aria è averlo sempre acceso e questo a volte può significare spiacevoli sorprese nella bolletta energetica. Ovviamente più energia ha bisogno di un purificatore d’aria per funzionare, più sarà costoso da usare. In generale, i purificatori d’aria sono piuttosto efficienti dal punto di vista energetico e costano non molto più di 50 euro all’anno.

Indicatore di cambio filtro

Può essere facile dimenticare esattamente per quanto tempo hai lasciato acceso il purificatore d’aria e quindi difficile sapere quando cambiare il filtro. Un indicatore di cambio filtro è davvero utile per sapere quando è necessario sostituire il filtro.

Su ruote / mobile

Più grande diventa un purificatore d’aria, più ingombrante potrebbe essere da spostare. La mobilità di questo purificatore d’aria è anche un vantaggio. È normale spostare una cosa in un’altra in ufficio e questa cosa dovrebbe essere spostata facilmente.

Funzionalità Wi-Fi

Non è affatto una necessità, ma potresti trovare utile la funzionalità Wi-Fi per monitorare l’utilizzo del tuo purificatore d’aria, o per vedere se sta funzionando, etc. Questo è anche strettamente correlato al fatto che il purificatore d’aria abbia un’app mobile.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *