Quali purificatori d’aria sono più efficaci?

Che tu viva in una zona con scarsa qualità dell’aria, che sia stato colpito dal fumo dei recenti incendi o che continui a svegliarti con la gola o il naso irritati, investire in un purificatore d’aria potrebbe essere un punto di svolta, in quanto può aiutare a migliorare il qualità dell’aria che circola dalla tua camera da letto alla tua cucina e oltre. Sebbene tutti potrebbero beneficiare di un’aria più pulita, ci sono popolazioni specifiche che dovrebbero seriamente considerare di investire in questo dispositivo indispensabile.

Coloro che hanno allergie ad animali domestici, muffe, polvere, acari e altri allergeni interni a volte si sentono congestionati nel comfort della loro casa. È qui che viene in soccorso un purificatore d’aria. I migliori purificatori d’aria (ne puoi trovare un’ampia scelta qui) faranno un ottimo lavoro nel pulire l’aria della tua casa. Ma ci sono anche molti purificatori d’aria che lottano per affrontare i comuni allergeni domestici, inclusi alcuni modelli costosi.

I migliori depuratori d’aria puliranno rapidamente l’aria della tua casa senza fare troppo rumore o consumare troppa energia. Il peggiore sarà significativamente più lento, intrappolando molte meno particelle nello stesso periodo di tempo e potenzialmente producendo più rumore e utilizzando più energia nel processo. Alcuni purificatori d’aria sono ottimi tuttofare, mentre altri sono più bravi ad affrontare un tipo di inquinante rispetto a un altro.

Se soffri di allergie, un purificatore d’aria potrebbe essere un buon investimento, a patto di acquistare il modello giusto. Dei test che abbiamo fatto con un misuratore di PM10 e PM2.5 e di gas dimostrano che l’utilizzo di un purificatore d’aria in casa ridurrà il numero di sostanze inquinanti nell’aria, come polvere, pollini e particelle di fumo. Tutti i modelli che abbiamo testato hanno rimosso almeno alcune particelle dall’aria, ma la differenza tra il migliore e il peggiore è enorme.

  1. Tecnologia HEPA

Se il modello di purificatore scelto non è buono ci vorrà molto, molto più tempo per pulire l’aria, il che non va bene per te se sei allergico alla polvere domestica. L’uso di un filtro antiparticolato o ad alta efficienza (HEPA) in casa può aiutare a intrappolare questi allergeni per ridurre l’esposizione di una persona all’interno, soprattutto quando è più probabile che le particelle siano disperse nell’aria, come durante l’aspirazione, utilizzando un ventilatore o utilizzando il riscaldamento centralizzato o l’aria condizionata.

Ciò non solo renderà più facile inspirare ed espirare, ma renderà la qualità della tua aria migliore, creando un ambiente di vita più sano. Le famiglie con persone anziane o neonati e coloro che sono molto sensibili agli allergeni dovrebbero effettuare ricerche approfondite per assicurarsi di trarre il massimo beneficio dal loro depuratore d’aria. Sebbene ci siano centinaia di opzioni sul mercato, ci sono alcune funzionalità che si dimostrano efficaci o meno.

Innanzitutto, deve avere un filtro in grado di intrappolare anche le particelle più piccole, a partire da 0,3 micron. I filtri HEPA sono un tipo molto comune di filtro che ha dimostrato di svolgere questo compito, quindi un purificatore d’aria con un filtro HEPA certificato sarà probabilmente affidabile. È anche importante notare che i filtri non sono un acquisto una tantum e devono essere sostituiti per tutta la loro durata per pulire l’aria. È importante acquistare un prodotto che abbia a disposizione filtri sostitutivi o la possibilità di lavare il filtro.

  1. Tecnologia a carbone attivo

Il carbone attivo è una forma di carbonio che è stata elaborata per renderlo estremamente poroso e per dargli una superficie molto ampia per l’assorbimento. L’utilizzo del carbone attivo risale ai primi del ‘900 quando veniva commercializzato per purificare l’acqua e per togliere il colore allo zucchero. Durante la prima guerra mondiale, si scoprì che poteva essere utilizzato nelle maschere antigas per proteggere i soldati, così come per i purificatori d’acqua e d’aria in tempo di guerra.

I filtri a carbone attivo sono costituiti da molti pori di dimensioni molecolari che hanno un’elevata capacità di assorbimento e legame chimico. Queste proprietà li rendono uno strumento molto efficace per catturare inquinanti come emissioni chimiche, gas, fumo di tabacco e odori. Una volta catturati, questi inquinanti non vengono rilasciati nuovamente nell’aria, eliminando la ricontaminazione.

I purificatori d’aria con filtri a carboni attivi sono particolarmente utili per le persone con sensibilità chimica multipla (MCS) perché assorbono la formaldeide, che si trova in moquette, pannelli in legno e tappezzeria di mobili. Anche i profumi e le sostanze chimiche presenti negli articoli per la pulizia della casa vengono rimossi, rendendo l’ambiente molto più traspirante, soprattutto per chi soffre di asma, neonati, bambini e anziani.

Per molte persone, i particolati come polvere, polline o peli di animali domestici sono i principali irritanti, mentre l’assorbimento di odori e sostanze chimiche è meno importante. Per coloro che necessitano di un livello elevato di entrambi, è meglio guardare i purificatori d’aria per ambienti di alto livello che offrono un’eccezionale rimozione di particolato, odori e sostanze chimiche. Lo smog, l’ozono, i fumi della cucina, gli animali domestici o il fumo di tabacco da composti organici volatili (COV) possono essere nocivi o irritanti per chiunque, non solo per chi soffre di allergie e asma.

I filtri aria al carbone aiutano molto a ridurre la contaminazione dell’aria nelle nostre stanze; tuttavia hanno un livello di efficienza inferiore nella rimozione di allergeni e particelle sospese nell’aria. hanno anche limitazioni nell’eliminazione di contaminanti lontani e non forzati attraverso il filtro.

  1. Tecnologia UV

La tecnologia UV viene spesso utilizzata in combinazione con i sistemi di filtraggio del particolato poiché non elimina realmente le particelle sospese nell’aria. È tuttavia un metodo eccellente per uccidere germi come batteri e virus. I purificatori d’aria che utilizzano questa tecnologia hanno una lampada UV installata e quando i microrganismi passano dai raggi UV irradiati dalla lampada, si verifica un danno cellulare o genetico, distruggendo il microrganismo.

La lampada UV deve essere monitorata e sostituita secondo le raccomandazioni del produttore. Un purificatore d’aria UV può convertire le molecole di ossigeno e acqua presenti nell’aria in ozono e idrossile. Le molecole attive reagiscono con gli inquinanti atmosferici e li distruggono in componenti innocui come l’acqua e l’anidride carbonica. L’ozono non è necessario per la pulizia e poiché può essere un inquinante nocivo, un buon depuratore d’aria UV dovrebbe ridurre al minimo o eliminare l’ozono.

L’efficacia di questo tipo di purificatore d’aria dipende dalla potenza della luce e dal tempo di esposizione alla luce. Sebbene la tecnologia UV sia efficace nell’uccidere virus e batteri, è meglio utilizzarla con un sistema di filtraggio prima delle lampade. Senza un sistema di filtri, troppi microrganismi vengono ombreggiati dalla luce dai particolati. Pertanto, la maggior parte dei purificatori d’aria che utilizzano i raggi UV iniziano filtrando l’aria con HEPA e carbone attivo e utilizzano gli UV come fase finale di filtrazione.

  1. Ioni negativi

I purificatori d’aria a ioni negativi utilizzano iniezioni chimiche per pulire l’aria. Uno ione è una particella naturale con una carica positiva o negativa. ottengono questa carica guadagnando o perdendo un elettrone. Gli ioni negativi sono semplicemente atomi di ossigeno che hanno guadagnato un elettrone. Attirano magneticamente le particelle sospese nell’aria come polline e polvere, finché la particella appena formata è troppo pesante per rimanere nell’aria. Ciò fa sì che la particella cada e si attacchi a un altro elemento solido nella stanza, come una finestra o un muro.

Sebbene questa tecnologia possa sembrare avanzata, si è dimostrata meno efficace di altre tecnologie di purificazione dell’aria. I purificatori d’aria a ioni negativi mascherano semplicemente l’aria inquinata invece di pulirla effettivamente. Sfortunatamente, questo tipo di purificatore d’aria non ha la capacità di assorbire o smaltire i contaminanti nocivi nell’aria.

Lo ione negativo toglie semplicemente le particelle sospese dall’aria e le trasferisce alle pareti e agli elementi solidi circostanti nella stanza invece di eliminarle completamente. Quando sono attaccati alle pareti e ad altre superfici, hanno la capacità di allentarsi e ricircolare nell’aria. Pertanto, il purificatore d’aria a ioni negativi non ha pulito ed eliminato queste particelle e c’è ancora una buona possibilità che contaminino nuovamente l’aria.

Dai un’occhiata ai modelli di purificatore d’aria con il miglior rapporto qualità / prezzo qui.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *