Quali sono i benefici di un umidificatore d’aria?

La terapia con umidificatore aggiunge umidità all’aria per prevenire la secchezza che può causare irritazione in molte parti del corpo. Gli umidificatori possono essere particolarmente efficaci per il trattamento della secchezza della pelle, del naso, della gola e delle labbra. Possono anche alleviare alcuni dei sintomi causati dall’influenza o dal comune raffreddore. Tuttavia, un uso eccessivo di umidificatori può potenzialmente peggiorare i problemi respiratori. È importante sapere come usarli correttamente.

Per cosa posso usare un umidificatore?

L’umidità agisce come un agente idratante naturale che può alleviare la secchezza. Per questo motivo, gli umidificatori (ne puoi trovare di ottimi ad es. qui) vengono spesso utilizzati per alleviare:

  • pelle secca
  • congestione sinusale / mal di testa
  • gola secca
  • irritazione al naso
  • nasi sanguinanti
  • corde vocali irritate
  • tosse secca
  • labbra screpolate.

Potresti essere incline a questi disagi quando l’aria nella tua casa è secca. Ciò è particolarmente comune durante i mesi invernali o quando viene utilizzato un condizionatore d’aria durante l’estate.

Gli altri benefici di un umidificatore

  1. Prevenire l’influenza

Gli autori di uno studio hanno notato che gli umidificatori potrebbero ridurre il rischio di contrarre l’influenza. Dopo aver aggiunto il virus dell’influenza all’aria con una tosse simulata, i ricercatori hanno scoperto che i livelli di umidità superiori al 40 percento hanno rapidamente disattivato le particelle virali, rendendole molto meno probabili essere infettive.

  1. Rendere la tosse più produttiva

L’aria secca può causare una tosse secca e improduttiva. L’aggiunta di umidità all’aria può portare più umidità nelle vie aeree, il che può rendere più produttiva la tosse. Una tosse produttiva rilascia catarro intrappolato o appiccicoso.

  1. Ridurre il russare

Aumentare la quantità di umidità nell’aria può ridurre anche il russare. Se l’aria è secca, è meno probabile che le vie aeree di una persona siano sufficientemente lubrificate, il che può peggiorare il russare. Aggiungere umidità all’aria facendo funzionare un umidificatore di notte può aiutare ad alleviare alcuni sintomi.

  1. Mantenere la pelle e i capelli umidi

Alcune persone notano che la loro pelle, labbra e capelli diventano secchi e fragili in inverno. Molti tipi di unità di riscaldamento pompano aria calda e secca attraverso la casa o l’ufficio, il che può rendere la pelle secca, pruriginosa o squamosa. L’aria fredda all’esterno può anche seccare la pelle. L’uso di un umidificatore per aggiungere umidità all’aria interna può aiutare a ridurre la comparsa di pelle secca e screpolata.

  1. Benefici per la casa

L’umidità di un umidificatore può essere utile in casa. Qualsiasi pianta d’appartamento che ama l’umidità può diventare più vivace e i pavimenti o i mobili in legno possono durare più a lungo. L’umidità può anche aiutare a prevenire la rottura della carta da parati e l’accumulo di elettricità statica.

Controllo dei livelli di umidità

Aggiungere umidità all’aria può essere utile, ma troppa umidità può causare problemi di salute. Elevati livelli di umidità possono peggiorare i problemi respiratori e creare una fastidiosa umidità nell’aria. Questo può favorire la crescita di:

  • acari della polvere
  • muffa
  • funghi
  • batteri nocivi.

Gli esperti raccomandano che l’umidità rimanga tra il 30 e il 50 percento. Un igrometro può determinare quanta umidità c’è nella tua casa. Alcuni umidificatori centrali sono dotati di igrometri, ma puoi trovarli anche nei negozi di ferramenta. Verifica l’umidità ogni giorno, soprattutto se qualcuno nella tua famiglia soffre di allergie o asma.

Possibili rischi

Un po’ di umidità nell’aria può essere una buona cosa, ma livelli eccessivi possono rendere difficile la respirazione e peggiorare alcuni sintomi di allergia. Ad esempio, gli allergeni comuni, tra cui acari della polvere, muffe e funghi, prosperano in ambienti umidi. I livelli di umidità interna dovrebbero essere compresi tra il 30 e il 50 percento. I livelli di umidità superiori al 60 percento sono troppo alti.

Un umidificatore può essere un ottimo modo per aggiungere umidità all’aria, ma ci sono alcuni rischi da considerare. Gli umidificatori trasformano l’acqua in vapore respirabile nell’aria. Se il serbatoio dell’acqua dell’unità è sporco, anche il vapore che una persona respira sarà sporco. Un serbatoio buio e umido è un ambiente che favorisce i germi, ma una pulizia regolare può aiutare a prevenire eventuali problemi.

Pulire sempre accuratamente un umidificatore come indicato dal produttore. L’acqua non deve rimanere nell’umidificatore per troppo tempo. Se l’umidificatore ha un filtro, assicurati di sostituirlo spesso. Gli umidificatori possono potenzialmente emettere nell’aria minerali e microrganismi. Non sono necessariamente dannosi, ma il residuo può infastidire le persone con asma. Utilizzare acqua distillata, o almeno demineralizzata, per evitare questo problema.

Le ustioni sono le lesioni più comuni associate agli umidificatori. Fai particolare attenzione se hai bambini. Non lasciare mai che i bambini maneggino gli umidificatori e non posizionare un umidificatore a nebbia calda nella camera dei bambini. Consentire a un’unità di espellere troppa umidità può creare condensa sulle pareti. Di conseguenza, la muffa può crescere e diffondersi in tutta la casa.

Gli umidificatori impuri possono causare la crescita batterica che può favorire la tosse e il raffreddore. I vaporizzatori a vapore possono sporcarsi rapidamente, ma sono anche tra i più facili da pulire. Risciacquare tutta l’acqua usata tra un utilizzo e l’altro. Seguendo le istruzioni del produttore, pulire l’unità regolarmente per prevenire la crescita batterica. Lavare il secchio e il sistema di filtraggio ogni due o tre giorni durante l’uso.

Dai un’occhiata ai modelli di umidificatore ambiente con il miglior rapporto qualità / prezzo qui.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *