Quali sono i problemi più comuni con una caldaia?

Un problema improvviso con la tua caldaia non è mai l’ideale. Ci sono poche cose più fastidiose del dover rinunciare al riscaldamento e all’acqua calda di cui hai bisogno per la tua casa. Di seguito elenchiamo alcuni dei problemi più comuni della caldaia e ne descriviamo le potenziali cause. Evidenziamo anche alcune possibili correzioni, quindi continua a leggere per scoprire come ripristinare e far funzionare la tua caldaia combinata, di solo riscaldamento o di sistema.

  1. Perdita d’acqua

Una perdita della caldaia è solitamente causata da un problema con un componente interno, come una valvola di pressione o una guarnizione della pompa. Se la perdita proviene dalla valvola limitatrice di pressione, è probabile che la pressione del sistema sia diventata troppo alta. Se la perdita è dovuta a un problema con la guarnizione della pompa, la guarnizione potrebbe essersi usurata.

Una perdita che si è sviluppata intorno ai tubi del sistema potrebbe essere causata dalla corrosione. Potrebbe anche esserci un problema con il modo in cui è stato installato il sistema. Ti consigliamo di consultare un tecnico qualificato per aiutarti a identificare e risolvere questo problema. Se la perdita è causata da un guasto particolarmente grave, il tuo tecnico potrebbe consigliarti di far installare una nuova caldaia.

  1. Bassa pressione della caldaia

Di solito puoi identificare se la pressione della tua caldaia è troppo bassa dando un’occhiata al suo manometro integrato. Idealmente, la pressione della caldaia dovrebbe essere impostata su 1,5 bar. Se è inferiore a 1, la caldaia non sarà in grado di funzionare correttamente.

La bassa pressione della caldaia può essere causata da problemi come una perdita del sistema, radiatori sfiatati di recente o un componente o una guarnizione difettosi. Per aiutare a identificare il problema, potresti prima cercare segni visibili di una perdita, ma non dovresti tentare di rimuovere alcun involucro dalla caldaia. Se si scopre una perdita, si consiglia di contattare un tecnico. Se non trovi una perdita, puoi provare a ripressurizzare la caldaia se te la senti di farlo.

  1. Nessun riscaldamento o acqua calda

Naturalmente, può essere molto frustrante quando la tua caldaia smette di fare la stessa cosa per cui è stata progettata: fornire alla tua casa riscaldamento e acqua calda. Questo problema può essere causato da qualsiasi cosa, da valvole motorizzate difettose, diaframmi del sistema rotti e camere d’aria, a bassa pressione o un termostato rotto.

Per determinare se questo problema è causato da una bassa pressione, è necessario controllare il manometro per vedere se è inferiore a 1. Se lo è, potrebbe essere necessario ripressurizzare. Se il riscaldamento intermittente e l’acqua calda sono causati da un problema con il termostato, controlla la guida del produttore del dispositivo per una possibile soluzione: se non viene trovata, ti consigliamo di contattare il produttore per assistenza.

Se nessuno di questi suggerimenti aiuta, ti consigliamo di contattare un tecnico qualificato poiché problemi come una valvola motorizzata rotta o un diaframma difettoso richiedono un professionista.

  1. Tubo di condensa congelato

Questo problema è molto comune, soprattutto nelle stagioni più fredde. Il tubo della condensa del tuo sistema è responsabile del trasporto della condensa dalla caldaia allo scarico esterno. Durante i periodi di freddo, la condensa può congelare e causare un blocco. Questo è particolarmente comune nelle case dove il tubo della condensa è montato esternamente o in uno spazio non riscaldato come un garage. Questo problema potrebbe causare il ritorno della condensa nella caldaia e il guasto dell’impianto.

Fortunatamente, dovresti essere in grado di risolvere questo problema rapidamente e facilmente da solo. Dai un’occhiata alla nostra guida video su come sbrinare un tubo di condensa. L’isolamento del tubo può spesso essere una soluzione a lungo termine per questo problema.

  1. Guasti del radiatore

Le chiazze fredde e altri problemi sono solitamente causati da un accumulo di aria o fango all’interno dei radiatori: ciò può causare una distribuzione diseguale del calore. Le macchie fredde in aree diverse possono indicare diversi tipi di problemi. Molti problemi del radiatore possono essere risolti spurgando il radiatore, un’operazione semplice che puoi intraprendere da solo.

  1. La caldaia non risponde al termostato

Gli orologi sono andati indietro o avanti di recente? In tal caso, dovresti assicurarti che il dispositivo sia in linea con il nuovo orario. Se la tua caldaia non risponde completamente al termostato, i controlli potrebbero essere rotti o vecchi. Tuttavia, ci sono alcuni controlli che dovresti fare prima di concludere che è completamente kaput.

Ad esempio, prova a sostituire le batterie (ovvio, lo so, ma errore molto comune!). Potresti anche provare a posizionare il dispositivo più vicino alla caldaia e verificare eventuali interferenze che potrebbero causare un problema. Se il problema con il termostato persiste, dai un’occhiata al libretto di istruzioni per un consiglio o contatta il produttore per ricevere assistenza.

  1. Rumori di gorgoglio, colpi o fischi provenienti dalla tua caldaia

È normale che la tua caldaia faccia rumore mentre è in funzione, soprattutto quando si accende. Tuttavia, se la tua caldaia inizia improvvisamente a emettere gorgoglii, colpi o fischi insoliti, ti consigliamo di contattare un tecnico qualificato. Un rumore insolito della caldaia può essere causato dall’aria nel sistema, da una pompa difettosa, dalla bassa pressione dell’acqua o persino dall’accumulo di calcare noto come “bollitura”.

  1. La spia continua a spegnersi

Le caldaie più vecchie possono avere una fiamma pilota permanente che deve rimanere accesa per accendere il bruciatore più grande all’interno della caldaia. Se questa spia continua a spegnersi, potrebbe esserci una termocoppia difettosa che interrompe l’alimentazione del gas. In alternativa, potrebbe esserci un accumulo di depositi o una corrente d’aria che spegne la luce.

Potresti provare a riaccendere la fiamma pilota da solo se ti senti a tuo agio nel farlo. Si prega di seguire le istruzioni nel manuale della caldaia. Prima di farlo, dovresti assicurarti che il rubinetto del gas sia aperto e che non ci siano problemi con la tua fornitura di gas: puoi controllare altri apparecchi a gas per confermarlo. Si consiglia di contattare un tecnico per aiutare a risolvere questo problema.

Questo guasto è più comune con le caldaie più vecchie, poiché i sistemi moderni non sono costruiti con fiamme pilota e si accendono elettronicamente. Se il problema con la fiamma pilota persiste, potrebbe valere la pena installare una nuova caldaia.

  1. La caldaia non si accende (nessuna alimentazione)

Se la tua caldaia non si accende, la prima cosa da fare è controllare gli altri elettrodomestici e gli alimentatori di casa per vedere se funzionano. Se lo sono, controlla la scatola dei fusibili per vedere se qualche interruttore è guasto o è scattato. Se ancora non riesci a trovare la causa, ti consigliamo di contattare un tecnico qualificato.

  1. Guasto caldaia

Se non risolti, tutti i problemi di cui sopra possono eventualmente portare a un guasto completo della caldaia. In tal caso è necessario contattare un tecnico il prima possibile. Suggerimento: se disponi di una caldaia normale/solo per il riscaldamento, potresti avere accesso a un riscaldatore a immersione di riserva che potrebbe fornirti acqua calda.

L’età e l’inefficienza possono anche causare guasti irreparabili alle caldaie. Se possiedi una caldaia vecchia e inefficiente, ti consigliamo di investire in un nuovo impianto in modo da poter ottenere il riscaldamento e l’acqua calda di cui hai bisogno. Una nuova caldaia moderna ed efficiente dal punto di vista energetico potrebbe anche aiutarti a risparmiare sulle bollette!



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *