Quali sono i segnali di una caldaia a gas guasta?

È probabile che la maggior parte dei proprietari di case o degli affittuari non sia costantemente alla ricerca di potenziali problemi alla caldaia. Spesso, non diamo molta importanza alle caldaie oltre alla manutenzione ordinaria. Ma di tutti gli elettrodomestici della tua casa, la tua caldaia è quella che meno vorresti che si guastasse. Altri elettrodomestici potrebbero essere scomodi, disordinati o disgustosi, ma la tua caldaia è quella con un potenziale esplosivo. (Non preoccuparti, non è probabile che accada!) Fortunatamente, di solito sappiamo con largo anticipo prima che le caldaie raggiungano il loro proverbiale limite. Se si nota uno dei seguenti sintomi di un problema alla caldaia, è necessaria un’indagine più approfondita.

Segnali di una caldaia difettosa

I segnali di una caldaia sul lampeggio sono di solito abbastanza evidenti. Ognuno di questi eventi probabilmente attirerà la tua attenzione:

Fa freddo!

Ecco il tuo più grande indizio che la caldaia è spenta: la tua casa sta diventando più fredda. Se la tua caldaia non produce calore, le cause potrebbero essere diverse:

  • L’elettricità/gas è spenta. (Controlla con un vicino e vedi se hanno problemi simili.)
  • Qualcuno ha abbassato, spento o impostato il termostato sull’impostazione Freddo.
  • Hai fatto scattare un fusibile o bruciato un circuito.
  • La spia è spenta.
  • C’è una perdita nel sistema.
  • Potrebbe essere necessario sostituire alcune parti nella caldaia.

La nostra lista di controllo in 9 passaggi può aiutare qui. Se hai dato un’occhiata in giro e non riesci a vedere una causa ovvia per il problema, contatta uno specialista di riparazione di caldaie.

L’acqua calda è appena tiepida

Quindi hai aperto completamente il rubinetto dell’acqua calda, ma al massimo sembra tiepido. Ciò può essere causato da livelli dell’acqua errati, depositi di minerali nel sistema, un termostato difettoso (o uno che è stato inavvertitamente spento) o altri problemi. Puoi scoprire come controllare il termostato qui.

L’acqua è calda, poi fredda, poi calda…

Questo a volte si verifica con caldaie combinate troppo piccole, troppo vecchie o in una casa con più uscite. Abbiamo trattato questo punto in dettaglio altrove nel nostro blog, quindi dai un’occhiata se l’acqua calda e fredda è un problema.

Non c’è affatto acqua calda

Se la tua acqua calda è più vicina alla temperatura del Mare del Nord, o se scorre più lentamente del solito, la tua caldaia potrebbe perdere pressione. Ciò potrebbe essere dovuto a un recente spurgo dell’aria dai termosifoni, nel qual caso si correggerà in un giorno o due. Oppure potrebbe essere un segnale di una perdita o di una pressione errata. Se vuoi verificarlo tu stesso, segui questi passaggi.

La spia è spenta

Sotto la tua caldaia c’è una spia luminosa, che brucia con una fiamma blu e indica che il sistema è in funzione. Se la tua luce pilota è spenta, potrebbe semplicemente essere necessario riaccenderla. Consultare il manuale della caldaia per istruzioni su come riaccendere in sicurezza il pilota.

Se non riesci a riaccendere il pilota o se continua a spegnersi, è una buona idea chiamare subito un professionista.

C’è acqua vicino alla tua caldaia

Se il pavimento sotto la caldaia è bagnato, questo è un altro segno abbastanza ovvio di un guasto. Le possibili cause includono una pressione errata (di cui puoi leggere di più qui), radiatori che necessitano di spurgo, corrosione dei tubi, guarnizioni della pompa danneggiate, problemi allo scambiatore di calore e un tubo di troppo pieno che perde.

È più rumorosa del solito

Se la tua caldaia sembra essere a piena ebollizione, come un bollitore – che i professionisti chiamano “bollitura” – sta lavorando troppo duramente per riscaldare l’acqua. Ciò può essere causato dall’età, dai depositi di minerali o dai fanghi che intasano il sistema. Meglio chiamare un professionista e programmare un po’ di manutenzione; quel lavoro extra può accorciare la vita della tua caldaia e aumentare le tue bollette.

Altre volte, potresti sentire bussare e sbattere nei tubi e nei radiatori. Ciò può essere causato da aria intrappolata nel sistema, tubi allentati o un componente obsoleto, forse l’intera caldaia, pronto per essere sostituito.

I radiatori non si riscaldano in modo uniforme

Se il radiatore è caldo nella parte superiore ma freddo nella parte inferiore, potrebbe contenere fanghiglia o detriti che devono essere ripuliti. Questi bloccano efficacemente il flusso d’acqua nel radiatore. Se i tuoi radiatori sono vecchi, potresti dover investire in quelli più nuovi, poiché a volte il blocco non può essere eliminato. La buona notizia è che lavare un radiatore è una soluzione semplice e relativamente poco costosa.

Se il tuo radiatore è freddo sopra, il colpevole più probabile è l’aria intrappolata. Puoi spurgare l’aria dal radiatore da solo, ma assicurati che l’acqua si sia prima raffreddata.

La caldaia continua a spegnersi

Le caldaie moderne sono programmate per spegnersi da sole come misura di sicurezza; se rileva aria nell’impianto o pressioni errate la caldaia va in blocco. Questa è una buona cosa, in quanto può prevenire o almeno limitare i danni.

Segnali di avvertimento che la tua caldaia potrebbe non funzionare

La maggior parte dei segni di una caldaia difettosa dovrebbe richiedere una chiamata al tuo amichevole tecnico della sicurezza del gas. Ma se noti uno dei seguenti sintomi di malfunzionamento della caldaia, non dovresti aspettare di ricevere aiuto:

  • La fiamma pilota si spegne spesso, non rimane accesa oppure è gialla o arancione. Non scherzare con una luce pilota difettosa; potrebbe consentire al gas di fuoriuscire nella tua casa. Un segno rivelatore che le cose non stanno bruciando correttamente è se la fiamma diventa gialla o arancione invece che blu.
  • Ci sono segni neri vicino o sulla tua caldaia. Questi potrebbero essere segni di bruciature, il che significa che la tua caldaia si sta scaldando troppo. Questo potrebbe anche segnalare problemi elettrici con la tua caldaia. In entrambi i casi, questo potrebbe mettere la tua casa a maggior rischio di incendio.
  • Il tuo rilevatore di monossido di carbonio si sta spegnendo o senti odore di gas. Anche se il problema non è la tua caldaia, qualsiasi sospetta perdita di gas dovrebbe essere trattata come una vera emergenza. Familiarizza con i sintomi dell’avvelenamento da monossido di carbonio acuto ea lungo termine in modo da sapere cosa cercare.

Se noti uno di questi segnali, spegni la caldaia e chiama il servizio di emergenza gas. Segui i loro consigli, che possono includere l’apertura delle finestre per una migliore ventilazione e lo spegnimento della fornitura di gas della tua casa. Nella maggior parte dei casi, l’aiuto sarà con te in 1-2 ore.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *