Quali sono i vantaggi delle stufe a pellet?

Le stufe a pellet sono il modo perfetto per godersi un fuoco piacevole e accogliente aumentando l’efficienza termica. Offrono un mezzo alternativo per riscaldare la tua casa. Le stufe a pellet combinano la bellezza con un funzionamento comodo e intuitivo e un riscaldamento potente. E stanno aiutando il proprietario di casa attento all’energia a ridurre le bollette del riscaldamento domestico e a creare atmosfera nel loro spazio vitale. Il riscaldamento a pellet offre molti vantaggi. Confortevole come il riscaldamento a legna ed ecologico grazie al combustibile CO2 neutro. Come per il riscaldamento a gas o gasolio, anche una stufa a pellet offre molta comodità grazie all’accensione automatica.

Cos’è il pellet?

I pellet sono i pezzi di combustibile necessari per generare il calore in una stufa a pellet. I pellet vengono immessi in una tramoggia e diverse stufe possono contenere diverse quantità di pellet contemporaneamente. Il pellet è un tipo di combustibile che viene creato comprimendo la biomassa. Di solito sono fatti di legno, ma puoi anche trovare quelli che sono fatti da rifiuti agricoli, rifiuti alimentari, raccolti e legname.

I pellet di legno sono ricavati dalla segatura di scarto che viene solitamente raccolta come sottoprodotto industriale. I processi di produzione di mobili e altri prodotti in legno sono i posti migliori per raccogliere la segatura, ma vi è altra materia naturale che può essere utilizzata, compresi i gusci di cocco e le estremità dei rami che vengono scartati dal processo di disboscamento. La segatura viene compressa strettamente per formare una forma di pellet.

Poiché i pellet sono piccoli e hanno dimensioni e forma uniformi, sono perfetti per essere alimentati con precisione in un bruciatore o una coclea. Le proprietà di compressione del combustibile significano anche che i pellet sono relativamente densi e, come tali, sono compatti da immagazzinare e da spostare da un luogo all’altro. Le loro dimensioni ridotte consentono loro di essere facilmente soffiati in massa in un silo di stoccaggio o simili da un veicolo di grandi dimensioni come un’autocisterna.

Pro e contro delle stufe a pellet

Le stufe a pellet (ne puoi trovare di ottime ad es. qui) sono tradizionalmente paragonate alla stufa a legna, perché il calore che emettono è simile, ma molti credono che le stufe a pellet offrano alcuni vantaggi rispetto alle tradizionali stufe a legna. Il vantaggio principale è il fatto che le stufe a pellet sono facili da caricare rispetto alle stufe a legna.

I pellet stessi sono piccoli e possono essere immagazzinati in un piccolo spazio in modo efficiente, mentre la legna deve essere accatastata e trasportata e ha bisogno di un grande spazio per essere immagazzinata. I pellet bruciano molto caldi quindi creano pochissima cenere perché bruciano in modo molto efficiente. Ma ci sono una serie di vantaggi e svantaggi delle stufe a pellet rispetto a qualsiasi altro apparecchio a combustibile. Ecco i maggiori vantaggi;

  • Riduci la tua impronta di carbonio: bruciare pellet produce molte meno emissioni di carbonio rispetto ad altri combustibili tra cui petrolio, tronchi e gas.
  • Efficace – Mentre alcune persone affermano che le stufe a combustibili fossili sono le più calde, in realtà i pellet possono produrre tanto calore quanto i loro omologhi che bruciano combustibili fossili.
  • Prezzi costanti – I pellet di legno sono economici da acquistare e il bello è che, a differenza di tutti gli altri tipi di carburante, non subiscono fluttuazioni di prezzo drammatiche durante tutto l’anno. Con prezzi più stabili, è più facile pianificare i costi di avere una stufa a pellet. Sono anche ampiamente disponibili in tutto il paese, quindi procurarsi il pellet, anche in caso di emergenza, non è difficile.
  • Efficiente – Le stufe a pellet di legno stanno diventando sempre più efficienti dal punto di vista energetico. L’efficienza di una stufa a pellet può arrivare fino al 90% o più. In altre parole, solo il 10% dell’energia generata dal pellet viene perso nel camino. Questa è più di una classica stufa a legna, con un’efficienza solo dal 40 al 50%
  • Adatto a chi vive “fuori dalla rete” – Le stufe a pellet e i bruciatori a pellet sono una scelta adatta per coloro che vivono fuori dalla rete elettrica nazionale. Sebbene la maggior parte delle stufe a pellet utilizzi l’elettricità per alimentare un ventilatore sulla stufa, alcune persone possono scegliere di utilizzare il pellet in un bruciatore che non richiede elettricità.
  • Semplice da usare – Se hai mai usato un’altra forma di stufa, scoprirai che è facile passare dalla tua vecchia stufa a una stufa a pellet. Non c’è molto da fare per il loro funzionamento, quindi anche se non hai il manuale di istruzioni della stufa a pellet, scoprirai che potrai farla funzionare senza problemi.
  • Controllabile – Le stufe a pellet sono completamente controllabili grazie alle impostazioni del calore e alle impostazioni della velocità della ventola. Abbassare la fiamma significa poter utilizzare il pellet più lentamente e abbassare la ventola ti permetterà di godere di un calore più confortevole. Se sei seduto nella stessa stanza della stufa a pellet, potrai abbassare la temperatura in modo che l’aria sia più piacevole.
  • Regolazione della temperatura, programmazione e telecomando – A seconda del modello selezionato, è possibile regolare la temperatura con un telecomando o un termostato ambiente. Alcuni modelli possono anche essere programmati o gestiti giornalmente o mensilmente tramite messaggio di testo o app mobile.
  • Nessun camino – Una stufa a pellet è dotata di un sistema di estrazione dei fumi attivo (tramite il sistema di ventilazione). Non è quindi necessario prevedere una canna fumaria speciale, perché i gas di combustione possono essere insufflati in una canna fumaria esistente. Il fumo può essere estratto anche per mezzo di un normale tubo sottile (8 cm di diametro) che attraversa orizzontalmente una parete esterna, anche se piegata.
  • Autonomia da 12 a 36 ore – La riserva di pellet nella versione stufa ha un’autonomia di circa 12 ore a piena potenza. Ciò significa che la stufa deve essere riempita manualmente una o due volte al giorno. O ancora meno spesso, poiché raramente la stufa deve funzionare a pieno regime. Con una potenza in uscita del 30%, l’autonomia può arrivare fino a 36 ore.

Riscaldamento “a zone” con le stufe a pellet

Il riscaldamento a zone utilizza una fonte di riscaldamento alternativa insieme al riscaldamento centralizzato per riscaldare le stanze della casa che tu e la tua famiglia utilizzate di più. Questo ti impedisce di sprecare combustibile e denaro preziosi mettendo il calore dove serve, quando ne hai bisogno.

Le stufe a pellet sono ottimi riscaldatori a zona perché riscaldano l’area all’interno della stanza e intorno alla stufa piuttosto che le pareti perimetrali come fanno la maggior parte dei sistemi di riscaldamento centralizzato. Il riscaldamento a zone con una stufa a pellet è un modo molto efficiente dal punto di vista energetico per riscaldare la tua casa perché crea zone giorno calde e accoglienti e camere da letto più fresche per dormire.

Il riscaldamento a zone della tua casa con una stufa a pellet è una soluzione ovvia per i proprietari di case che sono preoccupati per l’aumento dei costi del combustibile e potrebbero potenzialmente farti risparmiare fino al 30% sulla bolletta annuale del riscaldamento domestico!

Dai un’occhiata alle stufe a pellet con il miglior rapporto qualità / prezzo qui.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *