Quando occorre sfiatare i termosifoni?

Se noti che non hai riscaldamento e/o acqua nel tuo impianto di riscaldamento e la pressione è bassa, la prima cosa da fare è dare una rapida occhiata alla tua caldaia. Se trovi che il manometro sulla caldaia punta a “0”. Potrebbe essere necessario aumentare la pressione sulla caldaia. Prima di iniziare, la prima cosa da fare è spegnere il riscaldamento. Una volta ripristinata la pressione sulla caldaia, è il momento di sfiatare i termosifoni.

Perché fare manutenzione ai termosifoni?

Allo stesso modo in cui una caldaia a gas deve essere sottoposta a manutenzione annuale, anche i radiatori dovrebbero essere sottoposti a regolare manutenzione per garantire che rimangano in condizioni ottimali e funzionino in modo efficiente.

Con i sistemi di riscaldamento autonomo, le bolle d’aria possono rimanere intrappolate nel sistema e impedire un’efficace circolazione dell’acqua calda. Ciò significa che i radiatori non si scaldano come dovrebbero e impiegano più tempo per riscaldare la proprietà.

In questo caso, sarebbe necessario sfiatare un tradizionale radiatore a pannello in acciaio per rilasciare l’aria in eccesso dal sistema.  Sfiatare un radiatore (a volte chiamato anche spurgo della caldaia) significa, appunto, far uscire l’aria che è rimasta intrappolata all’interno del sistema, che è un problema comune negli impianti di riscaldamento non ventilati.

L’aria intrappolata impedisce all’acqua di riscaldare l’intero radiatore, creando punti freddi. A volte sentirai un suono fluente o schioccante proveniente dal tuo radiatore, questo è anche un buon indicatore che devi spurgare il sistema della caldaia.

Se tocchi la parte superiore del radiatore, ti sembra più fresca della metà inferiore? Ciò significa che il tuo sistema di riscaldamento funziona in modo inefficiente. Poiché la tua caldaia funziona con i tuoi radiatori, stai pagando per il riscaldamento ma non ne godi dei benefici. Fortunatamente, puoi facilmente spurgare i tuoi termosifoni da solo, rendendo la tua casa accogliente e calda.

Come sfiatare correttamente i termosifoni?

Sapere come sfiatare correttamente i termosifoni è un’utile abilità idraulica che è semplice da padroneggiare e può farti risparmiare il dover pagare una chiamata per un idraulico per risolvere un problema di riscaldamento che può essere risolto rapidamente e facilmente a casa.

Ecco le cose di cui avrai bisogno:

  • Una chiave di ventilazione.
  • Un vecchio straccio.
  • Un radiatore (ovviamente!)

Una volta che hai la chiave di sfiato e il vecchio straccio a portata di mano, trova il radiatore che vuoi sfiatare. Sfiatare sempre i termosifoni partendo dal basso della casa e salire fino in cima. Questo è il modo corretto per sfiatare un impianto di riscaldamento; quindi ricorda: inizia dal basso e sali verso l’alto.

Ad un’estremità del radiatore, vedrai che c’è un dado (nel video questo si trova sul lato sinistro del radiatore). Una volta trovato, prendi la chiave di sfiato e inseriscila sul dado sul radiatore. Una volta che la chiave di sfiato è bloccata in posizione, ruotala in senso antiorario (che è il senso opposto alle lancette di un orologio).

Continua a girare la chiave molto lentamente finché non senti il ​​sibilo dell’aria all’interno del radiatore che fuoriesce (non girare troppo la chiave o inzupperai il pavimento!). Potresti anche vedere alcune bolle d’acqua che fuoriescono, scappare anche tu. Usa il vecchio straccio per assorbire l’acqua ed evitare che si rovesci sul tappeto o sul pavimento.

Una volta che la maggior parte dell’aria è fuoriuscita dallo sfiato (dovresti sentire il sibilo diminuire) e l’acqua fuoriesce dal radiatore con meno bolle, usa la chiave di sfiato per chiudere il dado sul radiatore e asciuga l’acqua in eccesso per salvarla dal gocciolare sul tappeto o sul pavimento. Il tuo radiatore è stato ora sfiatato.

Una volta sfiatato il radiatore, dovresti quindi tornare alla caldaia e assicurarti che la pressione sia tornata tra 1,0 e 1,5 bar. Un classico errore che molte persone possono commettere quando sfiatano il proprio impianto di riscaldamento è che si dimenticano di riempire successivamente l’impianto; e questo può effettivamente danneggiare la tua caldaia.

Quindi assicurati sempre di tornare alla tua caldaia e ripristinare la pressione e poi, una volta che la pressione è tornata a 1,0, quindi andare in giro e sfiatare gli altri radiatori della tua casa (se devi farli tutti).

Come funziona una valvola dell’aria del radiatore?

La valvola dell’aria del radiatore, o sfiato dell’aria del radiatore o valvola del vapore come viene talvolta chiamata, viene utilizzata solo nei sistemi di caldaie a vapore a un tubo. Di solito si trova all’estremità del radiatore di fronte al tubo di alimentazione, circa a metà o più in alto verso l’alto. Molte prese d’aria sono a forma di proiettile, ma possono essere di molte forme e dimensioni diverse. La presa d’aria funziona in modo completamente indipendente (o dovrebbe ). Non ha una manopola, la manopola sul radiatore è per la valvola di controllo del vapore e funziona per chiudere completamente l’alimentazione al radiatore.

Quando la caldaia a vapore che alimenta il radiatore non è in un ciclo di riscaldamento, la presa d’aria del radiatore è aperta, consentendo all’aria di riempire il radiatore. Durante un ciclo di riscaldamento, il vapore risale attraverso il tubo di alimentazione al radiatore (supponendo che la valvola principale del radiatore sia aperta). Quando il radiatore si riempie di vapore, spinge l’aria fuori attraverso lo sfiato aperto. Questo rilascio di aria tira il vapore nello sfiato. La valvola dell’aria del radiatore è sensibile al calore e alla fine la valvola si chiude intrappolando il vapore nel radiatore per riscaldare il radiatore.

La valvola del radiatore si trova proprio sul radiatore che si trova proprio nell’appartamento dell’inquilino che stai cercando di riscaldare. Potresti avere il sistema di riscaldamento più moderno, sofisticato e costoso disponibile, ma se la tua valvola del radiatore da 25 euro è difettosa, il sistema riscaldamento del tuo inquilino potrebbe ancora bloccarsi e chiamarti nel cuore della notte.

La funzione dello sfiato dell’aria del radiatore è quella di fornire un mezzo per far uscire l’aria dal radiatore quando entra il vapore. Ad una data pressione, il tempo di riempimento di un radiatore varia proporzionalmente alla sua capacità termica ed inversamente proporzionale alla capacità di sfogo della bocchetta di sfiato del radiatore. È possibile controllare la velocità con cui un radiatore si riempirà di vapore installando una presa d’aria del radiatore con una certa capacità di ventilazione.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *