Quando usare il condizionatore in modalità deumidificatore?

Lo sperimentiamo parecchio nel clima italiano. Mentre un livello di umidità normale fa bene alla nostra salute, un livello alto funge da “amplificatore” e rappresenta una delle cause per cui le previsioni del tempo hanno introdotto la sezione “sembra”. L’intervallo consigliato per gli ambienti interni è compreso tra il 30% e il 50% di umidità relativa, il che significa che la quantità di vapore acqueo contenuta nell’aria rispetto alla quantità massima che potrebbe contenere a una data temperatura. Livelli superiori a questo sono malsani e inefficienti.

Cos’è la deumidificazione e come funziona?

Conosciuta anche come “modalità a secco”, la deumidificazione è il processo di estrazione dell’umidità dall’aria raffreddandola in modo significativo allo stesso tempo.

Alcuni condizionatori d’aria canalizzati e split sono dotati di questa ultima tecnologia non solo per fornire raffreddamento e riscaldamento efficienti per la tua casa, ma anche per umidificare, deumidificare, ventilare o purificare l’aria.

Inoltre, puoi semplicemente attivare la modalità di deumidificazione con un semplice tocco di un pulsante sul telecomando o sui dispositivi intelligenti.

Modalità deumidificatore vs. modalità freddo

La modalità deumidificazione dell’aria condizionata è l’impostazione dell’aria condizionata che attiva la funzione di deumidificazione dell’aria condizionata per ridurre l’umidità nell’aria.

La modalità Cool è l’impostazione che raffredda l’aria. La modalità raffreddamento è l’impostazione più comune su un condizionatore. È l’atmosfera del condizionatore d’aria che raffredda la stanza alla temperatura a cui hai impostato il termostato.

L’umidità, soprattutto quella eccessiva che tende a colpire nei mesi più caldi, può essere un vero nemico del tuo climatizzatore. Quando l’umidità relativa raggiunge un certo livello, puoi sentire come se il condizionatore non fosse nemmeno acceso.

E di solito quello che succede è che corri per abbassare il termostato più fresco. Ma con così tanta umidità nell’aria e l’aggiunta di più potenza al condizionatore d’aria, i risultati dell’abbassamento del termostato del condizionatore d’aria di solito portano al congelamento dell’unità.

Quindi non esce affatto aria fresca. Un altro motivo per cui l’umidità minaccia il tuo condizionatore è che il tuo sistema deve funzionare in overdrive per stare al passo con la richiesta extra che l’umidità pone su di esso.

Ma potresti essere seduto su un condizionatore d’aria che ha una funzione per aiutare in quelle situazioni. E forse non lo sapevi nemmeno. La funzione di cui sto parlando è la modalità deumidificatore del condizionatore.

La modalità deumidificatore del condizionatore è solitamente rappresentata dal simbolo di una goccia di pioggia sul termostato. Viene anche chiamata modalità deumidificazione se si dispone di un condizionatore d’aria con questa funzione ma non dice deumidificatore.

Quando il tuo condizionatore è in modalità deumidificatore, disattiva la funzione di raffreddamento e rallenta la ventola in modo che l’aria condizionata funzioni come un deumidificatore per ridurre l’umidità nell’aria.

Riducendo l’umidità nell’aria, puoi ritrovare il comfort senza nemmeno attivare la modalità di raffreddamento. Ciò non solo ti farà risparmiare denaro sull’energia, ma ti aiuterà a risparmiare a lungo termine non sovraccaricando il tuo sistema di aria condizionata.

Perché usare la “modalità dry” sul tuo condizionatore?

La modalità a secco o deumidificazione offre a te e alla tua famiglia molti vantaggi. Non solo contribuisce a un ambiente più sano e confortevole, ma può anche farti risparmiare denaro a lungo termine.

Ecco i principali vantaggi dell’utilizzo della “modalità asciutta” dell’aria condizionata quest’estate.

1) La modalità aria condizionata asciutta significa una casa sana e una famiglia sana

È un dato di fatto: la deumidificazione mantiene l’aria interna al suo livello di umidità ottimale, il che aiuta te e la tua famiglia a respirare meglio. Ma non è tutto: combatte anche i comuni fattori scatenanti delle allergie, come acari della polvere, muffe e funghi che prosperano in un ambiente eccessivamente umido.

Se tu o la tua famiglia soffrite di allergie o asma, vi consigliamo di dare un’occhiata ai condizionatori d’aria con sistema split Daikin.

2) La tua famiglia sarà protetta

Un altro aspetto negativo di vivere in un clima molto umido è che, nel tempo, l’eccessiva umidità può potenzialmente sviluppare muffe su vestiti, mobili, biancheria da letto, asciugamani o tende. Può anche causare danni minori o gravi, come ruggine o corrosione, ai dispositivi elettronici o agli elettrodomestici.

La deumidificazione si rivela uno strumento molto efficace per proteggere la tua proprietà, dalle cose più elementari a quelle più preziose.

3) La modalità a secco significa aria inodore

Oltre a pulire l’aria, la deumidificazione può eliminare gli odori che possono accompagnare muffe, umidità o funghi in casa. Non dovrai più preoccuparti di quel fastidioso odore di “muffa” quando hai amici a casa, poiché l’aria rimane fresca e accogliente.

4) Può ridurre i costi energetici

Durante le calde giornate estive, mantenere i costi energetici a un livello ragionevole può essere una delle principali preoccupazioni. Dal momento che non è (tutto) una questione di calore ma anche di umidità, non è necessario abbassare così tanto la temperatura ma lasciare invece in carica la “modalità a secco”.

Poiché il compressore del tuo condizionatore d’aria funziona a un ritmo più lento, utilizzerà meno energia, il che alla fine significa meno soldi sulla bolletta mensile.

Gli esperti dicono che utilizzando costantemente la deumidificazione, potresti risparmiare fino alla metà del costo energetico, quindi tienilo a mente la prossima volta che ti precipiti nel termostato!

5) La modalità Dry aiuta a migliorare il livello di comfort generale della tua casa

Se ti senti sudato o stanco a causa degli alti livelli di umidità, la “modalità a secco” sarà il tuo amico nel bisogno senza abbassare drasticamente le impostazioni del termostato sul tuo condizionatore d’aria.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *