Quando usare un sistema ibrido pompa di calore e caldaia a gas?

Alcuni produttori ha unito i vantaggi delle caldaie a gas combinate e delle pompe di calore per il riscaldamento degli ambienti con il lancio di sistemi ibridi. Il concetto è che un sistema a pompa di calore tradizionale aria-acqua e una caldaia combinata a gas (naturale o GPL) funzionino perfettamente insieme per fornire il riscaldamento degli ambienti. L’acqua calda sanitaria (ACS) è fornita dalla caldaia combinata funzionante da sola. Un’unità esterna è collegata tramite tubazioni del refrigerante a un’unità interna sulla parte anteriore della quale è montata una caldaia combinata per riscaldamento e ACS.

Cos’è un sistema ibrido pompa di calore + caldaia a gas

I sistemi di riscaldamento ibridi sono il passo successivo naturale per l’industria del riscaldamento poiché il governo si impegna a ridurre la nostra dipendenza dai combustibili fossili come petrolio, carbone, GPL e gas. Il sistema include sia una caldaia che una pompa di calore per fornire un sistema di riscaldamento efficiente ed economico tutto l’anno.

Una pompa di calore ad aria o geotermica estrae calore dall’aria esterna alla tua casa e lo utilizza per riscaldare la tua casa e produrre acqua calda. Sebbene possa essere utilizzato tutto l’anno in quanto può estrarre calore anche a temperature molto basse, funziona in modo più efficiente durante l’estate. Una caldaia è più economica da gestire e più efficiente nei freddi mesi invernali. Un sistema di riscaldamento ibrido monitorerà la temperatura esterna e sceglierà automaticamente l’opzione più efficiente dal punto di vista energetico.

Ad esempio, quando la temperatura esterna è di 2 ° C o superiore, la pompa di calore riscalderà la tua casa e l’acqua calda utilizzando energia rinnovabile, in modo che la caldaia non debba funzionare. Quando la temperatura si abbassa, il sistema passa in modo intelligente alla caldaia, offrendo comfort e affidabilità costanti mantenendo al minimo i costi energetici.

Perché utilizzare le pompe di calore?

Le pompe di calore funzionano con l’elettricità, quindi hanno un certo impatto sull’ambiente, ma il calore che estraggono dal suolo o dall’aria è energia “gratuita” e viene continuamente rinnovato in modo naturale. Esistono due tipi di pompe di calore che possono essere integrate in un sistema di riscaldamento ibrido: pompe di calore geotermiche e pompe di calore aerotermiche (aria-acqua).

Di solito, i sistemi di riscaldamento ibridi includono una pompa di calore ad aria in quanto non richiedono tanto spazio esterno, sono più semplici da installare e meno costosi. Molte pompe di calore ad aria possono anche agire al contrario, cioè come un condizionatore d’aria e come un riscaldatore.

Una pompa di calore geotermica estrae il calore dal sottosuolo. I tubi sono interrati nel tuo giardino orizzontalmente in anelli o verticalmente verso il basso. Attraverso questi tubi passa un fluido che estrae il calore dal terreno e lo trasferisce ad uno scambiatore di calore. Questo scambiatore di calore riscalda l’acqua per i vostri rubinetti e riscaldamento centralizzato.

Una pompa di calore ad aria è un ventilatore che viene installato all’esterno della vostra casa dove estrae calore dall’aria esterna, anche a temperature fino a -15 °. Questo calore viene utilizzato per riscaldare l’acqua per i rubinetti e il riscaldamento centralizzato.

Quali sono i vantaggi di un sistema ibrido

A seconda del fabbisogno di riscaldamento, del COP della pompa di calore influenzato dalla temperatura esterna e dei costi del gas e dell’elettricità programmati nel controller, il sistema decide automaticamente se il riscaldamento dell’ambiente deve essere fornito esclusivamente dalla pompa di calore bypassando la caldaia, dalla pompa di calore e caldaia combinata che lavorano insieme in serie o esclusivamente dalla caldaia.

Una combinazione di pompa di calore ad aria e caldaia a gas a condensazione che funziona in questo modo è fino al 35% più efficiente di una caldaia a condensazione a gas da sola, determinando automaticamente la combinazione più economica ed efficiente dal punto di vista energetico in base ai prezzi dell’energia, alle temperature esterne e alla capacità termica interna.

Una caratteristica importante per i progetti di sostituzione è che la temperatura di mandata può variare da 25 a 80 ° C ed è compensata dal clima. È quindi adatto per i sistemi esistenti. In un anno, fino al 70% dell’energia richiesta per il riscaldamento degli ambienti può essere fornita dalla pompa di calore, da sola o in modalità ibrida con la caldaia combinata.

È possibile collegare una pompa di calore ad un impianto esistente?

Se stai pensando di installare una pompa di calore a posteriori nella tua casa, potresti essere preoccupato per quanto bene funzionerà con i dispositivi di riscaldamento già presenti nella tua casa, come i radiatori e i serbatoi dell’acqua calda. Ciò è comprensibile poiché i radiatori hanno una superficie relativamente piccola e potrebbe essere necessario emettere una temperatura più alta rispetto, ad esempio, al riscaldamento a pavimento che ha una superficie maggiore.

Le pompe di calore possono funzionare in modo più efficiente in questo scenario. È necessario considerare se si desidera installarlo contemporaneamente alla pompa di calore o separatamente. In alternativa, per evitare molti lavori di ristrutturazione, potresti usare radiatori più grandi. Le pompe di calore riscaldano anche l’acqua calda, il che significa che il serbatoio dell’acqua calda non sarà ridondante. Può inoltre essere utilizzato per conservare l’acqua calda per quando ne hai bisogno.

Ti starai chiedendo se puoi utilizzare una pompa di calore insieme a una caldaia a gas per riscaldare la tua casa invece di sceglierne una piuttosto che un’altra. La risposta è sì, puoi. Non devi fare affidamento solo su una pompa di calore per riscaldare la tua casa se non vuoi. Quando fa molto freddo, ad esempio intorno a -10 ℃, una pompa di calore potrebbe avere difficoltà a tirare abbastanza calore dall’aria o dal suolo e quindi potrebbe non essere in grado di portare la tua casa alla temperatura impostata sul termostato.

Sebbene la maggior parte delle pompe di calore riscaldi la tua casa anche a temperature fino a -20 ℃, ciò potrebbe non essere molto efficiente. Invece, potresti usare la tua caldaia in queste giornate davvero fredde. Quando si installa una pompa di calore in una casa esistente, però, è importante che sia dimensionata correttamente. Una pompa di calore troppo piccola farà fatica a riscaldare la tua casa alla temperatura richiesta, mentre una troppo grande potrebbe essere più costosa da far funzionare e potrebbe sprecare energia.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *