Quanta elettricità consumano i radiatori a olio?

Questa guida riguarda l’utilizzo dell’elettricità dei radiatori a olio. Probabilmente stai per acquistare una nuova stufetta e ti chiedi se una stufa a olio sia la scelta giusta per te. Spesso, hai diverse preoccupazioni quando stai per ottenere una stufa nuova di zecca. Quanta elettricità usano i radiatori a olio? È costoso far funzionare continuamente un radiatore a olio? I radiatori a olio sono più efficienti di altri tipi di riscaldatori d’ambiente? In questo articolo, affronteremo tutte queste domande. Non è necessario essere un elettricista per poter seguire. Ho reso questa guida il più semplice e adatta ai principianti possibile. Tutto quello che devi fare è leggerla e scegliere le informazioni di cui hai bisogno.

Nella mia esperienza, i radiatori a olio sono tra i migliori tipi di stufe che puoi acquistare (ne puoi trovare di ottimi ad es. qui). Hai solo bisogno di conoscere le informazioni giuste prima di comprarne uno, in modo da poterlo utilizzare in modo efficiente dal punto di vista energetico. Dopo aver letto questo articolo, saprai tutto sull’utilizzo dell’elettricità dei radiatori ad olio.

Quanta elettricità usano i riscaldatori a olio?

I riscaldatori dell’olio generalmente utilizzano 1500 W di potenza. Ma la quantità esatta dipende da come usi la tua stufa. Puoi influenzare molto il consumo di elettricità di un riscaldatore a olio semplicemente modificando le impostazioni della temperatura e usandolo nei punti giusti. La maggior parte dei riscaldatori di ambienti, non solo i riscaldatori a olio, funzionano con 1500W. Ma con i riscaldatori a olio, puoi comunque ridurre il consumo di elettricità. Vedremo come più avanti.

Come sempre, ci sono anche alcune eccezioni. I cosiddetti mini riscaldatori a olio utilizzano solo 700W di potenza. Sono progettati per riscaldare ambienti piuttosto piccoli o semplicemente per mantenere caldi i piedi sotto la scrivania. Quindi, supponiamo che la stufa che desideri utilizzare utilizzi 1500W.

Per avere una migliore comprensione di quanto siano effettivamente 1500W, ecco alcuni esempi: far funzionare un riscaldatore a olio da 1500 W equivale ad alimentare 3 computer da gioco desktop o due aspirapolvere contemporaneamente. Comprensibilmente, e sono totalmente d’accordo con te, sembra molto. Ma non preoccuparti, in seguito vedremo i costi e vedrai che non è così male come pensi.

Gli altri apparecchi per il riscaldamento di ambienti consumano meno elettricità?

Se i radiatori a olio utilizzano 1500 W di potenza, e questo è l’equivalente di due aspirapolvere contemporaneamente, forse un pensiero salta fuori nella tua testa chiedendoti se dovresti prendere un altro tipo di stufa. Purtroppo, questa non è un’opzione. Quasi tutti gli altri riscaldatori d’ambiente usano anche 1500W. Puoi andare online e controllare il wattaggio di diversi riscaldatori e saprai subito che è vero.

Se hai già una stufetta a casa, puoi trovare la potenza nominale sulla confezione o in un manuale online. Quasi tutti i riscaldatori di ambienti utilizzano 1500 W perché questa è la potenza massima che dovresti estrarre da una presa a muro. E i produttori vogliono produrre stufe in grado di riscaldare nel modo più efficiente possibile. Quindi massimizzano il consumo energetico. Inoltre, il calore è la forma di energia più “costosa”. Ci vuole molta più energia per riscaldare una stanza che per illuminare una stanza.

Comunque, i radiatori dell’olio si distinguono dalla massa. A differenza di molti altri tipi di stufe, spesso sono dotati di un termostato molto affidabile e preciso. I radiatori a olio sono molto più bravi a scegliere le giuste impostazioni di temperatura e controllare la temperatura in una stanza, mentre altri tipi di stufe producono facilmente più calore di quanto effettivamente necessario.

Questo è il motivo per cui spesso troverai una diminuzione dei costi quando passi all’utilizzo di riscaldatori a olio. Più avanti, tratteremo come e dove utilizzare i radiatori a olio per risparmiare denaro. Il consumo di elettricità di un riscaldatore a olio dipende fortemente da dove lo si utilizza.

Quanto costa far funzionare un riscaldatore a olio?

Ok, quindi abbiamo trattato le basi dell’utilizzo dell’elettricità dei radiatori a olio e visto perché i radiatori a olio a volte sono la scelta migliore rispetto alle stufe a infrarossi, in ceramica o a gas. Quindi, scopriamo quanto costa effettivamente far funzionare un radiatore a olio.

Supponendo che il tuo riscaldatore d’ambiente funzioni con 1500 W, copriamo quasi tutti i radiatori a olio disponibili. Tuttavia, ci sono alcune eccezioni come i radiatori a olio da 700 W, in cui è possibile personalizzare le impostazioni di alimentazione.

Ora, la tariffa media dell’elettricità in Italia è di circa 0,25 euro per kWh (questo non è òa componente energia ma il costo compreso compreso di tutto: oneri vari, tasse, etc.), il che significa che far funzionare un dispositivo da 1000 W (o 1 kW) per un’ora ti costerà in bolletta 0,25 euro, quindi un’ora di funzionamento di un radiatore a olio ti costerà circa 38 centesimi.

Per scoprire quanto costa la tua stufa, devi conoscere entrambi i parametri: la tua tariffa elettrica e il consumo di energia della tua stufa. Trovare la potenza della tua stufa è facile. O la conosci già, oppure puoi cercarlo rapidamente online o nel manuale. Per scoprire la tua tariffa dell’elettricità, il modo migliore è, ovviamente, prendere la tua ultima bolletta dell’elettricità e dividere la cifra che ti hanno addebitato per il numero di kWh consumati nel periodo indicato nella bolletta.

Un radiatore dell’olio è costoso da gestire?

Aspetta, abbiamo appena spiegato esattamente quanto ti costa una stufa a olio. Perché c’è un’altra sezione che spiega se l’uso di un riscaldatore dell’olio è costoso da gestire? Beh, perché conoscere il costo della tua stufa è solo una faccia della medaglia. Diamo un’occhiata all’altro lato (quello migliore).

La domanda se l’utilizzo di stufe è costoso di solito si pone subito prima di acquistare un nuovo modello. La risposta è, dipende. Ovviamente, puoi far funzionare una stufa a olio su diversi livelli di potenza e in diverse parti della tua casa con diversi livelli di isolamento. Tutti questi fattori influiscono sul costo di funzionamento della stufa.

In generale, l’utilizzo di un radiatore a olio da 1500 W ti costerà circa 90 euro di costo dell’elettricità al mese se il prezzo a kWh dell’elettricità è di 0,25 euro a kWh. Ovviamente all’inizio questo sembra costoso. Con questa cifra puoi anche pagare la tua palestra o il tuo abbonamento Netflix usando questa somma di denaro. Ma la realtà è diversa. Ecco cosa trascura la maggior parte delle persone:

Innanzitutto, nessun radiatore dell’olio funzionerà per 8 ore consecutive a pieno calore. Un radiatore a olio, ad esempio, utilizza il suo termostato per controllare la temperatura e per utilizzare il giusto livello di potenza per raggiungere in modo efficiente la temperatura impostata. Deve riscaldarsi solo una volta e quindi utilizzare meno energia per trattenere il calore. Solo quando apri le finestre, il consumo energetico torna a pieno regime.

Ma questo vale anche per altre stufe. Nessuno farà funzionare una stufa a infrarossi per 8 ore e nessuno accenderà una stufa a propano per 8 ore a piena potenza. Ciò significa che molto probabilmente ti costerà molto meno dei 90 euro mensili che ho appena menzionato per riscaldare la tua casa.

Come vedi, le spese del tuo radiatore a olio non possono essere calcolate in anticipo senza conoscere il tuo utilizzo e come reagisce la stufa a determinate condizioni.

Dai un’occhiata ai radiatori a olio con il miglior rapporto qualità / prezzo qui.



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *